Comitato per le Misure Restrittive (CMR)

Nell’ottica del progressivo allineamento agli standard GAFI, in ottemperanza agli obblighi internazionali assunti dalla Repubblica di San Marino per contrastare il terrorismo, la proliferazione delle armi di distruzione di massa e il loro finanziamento, e l’attività di Paesi che minacciano la pace e la sicurezza internazionale, e per consentire una rapida attuazione delle risoluzioni del Consiglio di Sicurezza delle Nazioni Unite, il Consiglio Grande e Generale della Repubblica di San Marino, con la Legge 29 marzo 2019 n.57, ha istituito il Comitato per le Misure Restrittive (CMR).


Il CMR, presieduto dal Direttore del Dipartimento Affari Esteri, è composto dal Direttore del Dipartimento Affari Istituzionali e Giustizia, dal Direttore del Dipartimento Finanze e Bilancio, dai Comandanti delle Forze di Polizia, dal Direttore dell’UCN-Interpol e Ufficio per il recupero dei beni (ARO) e dal Direttore dell’Agenzia di Informazione Finanziaria. 


Il CMR è l’autorità competente ai fini delle designazioni, nazionali ed internazionali, di individui, gruppi o entità al fine della loro iscrizione nelle liste mantenute dal Consiglio di Sicurezza delle Nazioni Unite (o da suo Comitato) e nella lista nazionale, per consentire l’attuazione di misure restrittive, di natura finanziaria e riguardanti divieti di transito o embarghi, riservando una peculiare attenzione alle cdd. misure di congelamento (targeted financial sanctions) dei beni o fondi appartenenti a coloro che a vario titolo risultano collegati ad attività di matrice terroristica o di proliferazione delle armi di distruzione di massa e del loro finanziamento. Il CMR è altresì l’autorità competente per la cancellazione dei nominativi dalle liste e la revoca delle suddette misure. 


Nell’espletamento delle sue funzioni, il Comitato collabora, tramite la richiesta di dati, informazioni o esibizione o consegna di atti o documenti, con l’Autorità giudiziaria, l’Autorità di polizia, l’Ufficio Centrale Nazionale Interpol, l’Agenzia di Informazione Finanziaria, le Amministrazioni pubbliche nazionali, e con le omologhe autorità estere. Il CMR collabora altresì con la Commissione Tecnica di Coordinamento Nazionale, di cui all’articolo 15 bis della Legge 17 giugno 2008 n.92 e successive modifiche e integrazioni.


Inoltre, il CMR è l’autorità competente ad avanzare verso l’estero, nonché a ricevere da omologhe autorità estere, richieste di congelamento di beni o fondi nei confronti di individui o entità inseriti nella lista nazionale, e, in attuazione delle disposizioni della risoluzione del Consiglio di Sicurezza delle Nazioni Unite 1373, ricopre l’importante ruolo di organismo atto a rafforzare la cooperazione nazionale fra Istituzioni, autorità e uffici, e di potenziare la collaborazione internazionale in materia di prevenzione e contrasto dei fenomeni, con l’obiettivo di combattere le attività criminose e di assicurare la pace e la sicurezza internazionali.


- Legge 29 marzo 2019 n.57
- Allegato tecnico
- Regolamento ai sensi dell'art. 2 comma 2, Legge n.57/2019
- Linee guida

 


 
 
 

Repubblica di San Marino

Palazzo Begni, Contrada Omerelli n. 31 - 47890 San Marino
segreteria.affariesteri@gov.sm - www.esteri.sm
T +378 (0549) 882 302
F +378 (0549) 882 814