Link

legge 30 del 1994 ISTITUZIONE DEL DIP.TO DI POLIZIA
 

      LEGGE 17 marzo 1994 n.30 (pubblicata il 23 marzo 1994)
      Istituzione del Dipartimento di Polizia
      Noi Capitani Reggenti
      la Serenissima Repubblica di San Marino

      Promulghiamo e mandiamo a pubblicare la seguente legge approvata dal
      Consiglio Grande e Generale nella seduta del 17 marzo 1994.
      Art. 1
      E' istituito il Dipartimento di Polizia, organo tecnico, organizzativo,
      amministrativo, di cui fanno parte il Corpo della Gendarmeria, il Nucleo
      Uniformato della Guardia di Rocca e il Corpo di Polizia Civile.
      Il Consiglio di Dipartimento di cui all'art.3, qualora rilevi eccezionali
      esigenze della sicurezza e dell'ordine pubblico, può disporre che gli
      appartenenti ad altri Corpi Militari, prestino servizio nell'ambito del
      Dipartimento, previa autorizzazione del Deputato alle Milizie, che
      notifica il provvedimento stesso al Comando Superiore delle Milizie.
     Art. 2
      Restano in vigore tutte le norme che istituiscono e regolamentano i Corpi
      stessi, ne attribuiscono le rispettive competenze e ne stabiliscono le
      gerarchie istituzionali.
      Art. 3
      Nell'ambito del Dipartimento è istituito il Consiglio di Dipartimento
      composto dai Comandanti dei rispettivi Corpi.
      Il Consiglio di Dipartimento si riunisce almeno ogni 30 giorni e quando ne
      faccia motivata richiesta almeno il Comandante di un Corpo.
      Art. 4
      Alle riunioni del Consiglio di Dipartimento possono partecipare il
      Segretario di Stato per gli Affari Interni e il Segretario di Stato per
      gli Affari Esteri. Possono essere chiamati a partecipare, secondo le
      materie trattate, membri del Congresso di Stato, Ufficiali del Comando
      delle Milizie, funzionari della Pubblica Amministrazione e Magistrati.
      Art. 5
      Il Consiglio di Dipartimento provvede:
      a) all'attuazione della politica dell'ordine e della sicurezza pubblica;
      b) al coordinamento tecnico-operativo dei Corpi del Dipartimento;
      c) alla elaborazione della pianificazione generale dei servizi d'ordine e
      di sicurezza pubblica;
      d) alla direzione unitaria in materia di ordine e di sicurezza pubblica;
      e) alla classificazione, analisi e valutazione delle informazioni e dei
      dati, in materia di tutela dell'ordine e della sicurezza pubblica, di
      prevenzione e repressione della criminalità e loro diramazione agli organi
      operativi dei rispettivi Corpi del Dipartimento.
      Art. 6
      Il Consiglio di Dipartimento deve esprimersi:
      a) sugli schemi dei provvedimenti di carattere generale concernenti le
      forze di polizia;
      b) sui piani per l'attribuzione delle competenze funzionali e territoriali
      alle forze di polizia;
      c) sulla pianificazione finanziaria relativa alle forze di polizia;
      d) sulla pianificazione di servizi logistici e amministrativi di carattere
      comune alle forze di polizia;
      e) sulla pianificazione della dislocazione e del coordinamento delle forze
      di polizia e dei loro servizi tecnici;
      f) sulle linee generali per l'istruzione, l'addestramento, la formazione e
      la specializzazione del personale del Dipartimento.
     Art. 7
      Spetta al Consiglio di Dipartimento proporre agli organi competenti nuovi
      regolamenti ed eventuali modifiche allo stato giuridico degli appartenenti
      ai Corpi.
      Art. 8
      Il Consiglio di Dipartimento dovrà relazionare, con scadenza almeno
      annuale, sull'attività espletata e da espletarsi, al Congresso di Stato,
      attraverso le Segreterie di Stato per gli Affari Interni ed Esteri, che
      dovranno successivamente darne comunicazione al Consiglio Grande e Generale.
     Art. 9
      I Corpi del Dipartimento sono tenuti a collaborare ai fini della tutela
      dell'ordine e della sicurezza pubblica.
      I Corpi del Dipartimento sono tenuti altresì a collaborare
      nell'espletamento di comuni operazioni di Polizia Giudiziaria disposte
      dalla Magistratura.
      Per gli scopi di cui ai precedenti commi ed in relazione a comprovate
      esigenze di servizio può essere disposto dal Consiglio di Dipartimento la
      dislocazione provvisoria del personale da un Corpo all'altro o a speciali
      sezioni da istituirsi per legge.
     Art.10
      La presente legge entra in vigore il quinto giorno successivo a quello
      della sua legale pubblicazione.


      Data dalla Nostra Residenza, addì 23 marzo 1994/1693 d.F.R.
      I CAPITANI REGGENTI
      Gian Luigi Berti - Paride Andreoli
      IL SEGRETARIO DI STATO
      PER GLI AFFARI INTERNI
      Antonio Lazzaro Volpinari

 



 
 
 

Repubblica di San Marino

Palazzo Begni, Contrada Omerelli n. 31 - 47890 San Marino
segreteria.affariesteri@gov.sm - www.esteri.sm
T +378 (0549) 882 302
F +378 (0549) 882 814