Link

L’Autorità Centrale sammarinese
 

Ai sensi della Legge n. 68/2008, a San Marino l’Autorità Centrale per le adozioni internazionali è rappresentata dalla Segreteria di Stato per gli Affari Esteri. Il suo ruolo è quello di assolvere alle funzioni previste dalla Convenzione dell’Aja in materia di adozioni internazionali. Oltre ad essere il “controllore” dell’operato di tutti i soggetti coinvolti nell’iter adottivo, ha l’obbligo di collaborare e operare a stretto contatto con il Segretariato della Convenzione in materia di adozioni internazionali, nonché con tutte le Autorità Centrali dei Paesi parte alla Convenzione.

In particolare le Autorità Centrali prendono, sia direttamente, sia col concorso di pubbliche autorità o di organismi debitamente abilitati nel loro Stato, ogni misura idonea per:

a. raccogliere, conservare e scambiare informazioni relative alla situazione del minore e dei futuri genitori adottivi, nella misura necessaria alla realizzazione dell’adozione;
b. agevolare, seguire e attivare la procedura in vista dell’adozione;
c. promuovere, nei rispettivi Stati, l’istituzione di servizi di consulenza per l’adozione e per la fase successiva all’adozione;
d. scambiare Rapporti generali di valutazione sulle proprie esperienze in materia di adozione internazionale.

Dal punto di vista della documentazione rilasciata dall’Autorità Centrale sammarinese, tre sono i documenti che devono necessariamente far parte di ogni iter adottivo:

- l’Autorità Centrale, dopo aver avuto il consenso all’abbinamento del o dei minori individuati con la coppia, rilascia l’autorizzazione al proseguimento della procedura;
- ricevuta tutta la documentazione successiva alla sentenza definitiva di adozione, la medesima Autorità Centrale rilascerà la Dichiarazione di conformità dell’adozione alla normativa vigente a San Marino;
- terminato l’iter nel paese di origine del minore con un documento che può essere una sentenza del Tribunale o una dichiarazione di adozione conclusa da parte dell’autorità competente, l’Autorità Centrale del paese di provenienza degli aspiranti genitori rilascia l’autorizzazione all’ingresso e alla residenza del minore e invia una Nota verbale all’Ambasciata d’Italia richiedendo l’interessamento delle autorità consolari italiane che si trovano nel paese di origine del minore ai fini del rilascio del visto di transito (qualora sia necessario, in considerazione della cittadinanza del minore stesso).

 

 



 
 
 

Repubblica di San Marino

Palazzo Begni, Contrada Omerelli n. 31 - 47890 San Marino
segreteria.affariesteri@gov.sm - www.esteri.sm
T +378 (0549) 882 302
F +378 (0549) 882 814