Segreteria di Stato per gli Affari Esteri - Repubblica di San Marinohttp://www.esteri.sm/on-line/rss.jsp?instance=2&channel=1000002&idArticleLevel=1000010&size=10&idXsl=3&node=1000042Notizie e comunicati della Segreteria di Stato per gli Affari EsteriBando per tirocini retribuiti presso la Commissione Europeahttp://www.esteri.sm/on-line/home/news/articolo1012080.html La Segreteria di Stato agli Affari Esteri rende noto che le Istituzioni europee hanno emesso un bando di selezione per tirocini retribuiti presso la Commissione Europea nel periodo ottobre 2018-febbraio 2019, aperti anche a cittadini di Paesi Terzi rispetto all’Unione Europea. I termini di iscrizione per l’accesso alle selezioni scadranno il 31 gennaio prossimo. Nell’apposita sezione del sito della Commissione Europea riservata alle opportunità formative ( https://ec.europa.eu/stages/ ) sono disponibili tutte le informazioni per inoltrare domanda. Visto il particolare momento storico, che vede il Paese fortemente impegnato sul fronte europeo nel negoziato con l’Unione Europea ai fini di un Accordo di Associazione, la Segreteria di Stato invita i giovani sammarinesi, residenti e non, a valutare questa importante possibilità di stage.   San Marino, 10 gennaio 2018/1717 d.f.R. 2018-01-16itNome responsabileReferenzaKeywordsSegreteria di Stato per gli Affari EsteriSE Emil Paul Tscherrig è il nuovo Nunzio Apostolico accreditato in Repubblicahttp://www.esteri.sm/on-line/home/news/articolo1012077.html San Marino ha un nuovo Nunzio Apostolico. Si tratta di SE Mons. Emil Paul Tscherring, che oggi ha presentato le proprie Lettere Credenziali alla Reggenza. Mons. Tscherring, che succede a Mons. Adriano Bernardini, sale sul Titano dopo aver ricoperto qualificati incarichi prevalentemente all’estero, in Paesi notoriamente “difficili” in quanto a ricerca di pace e stabilità. Svizzero di nascita, nel 1978 entra nel servizio diplomatico della Santa Sede e presta la propria opera presso diverse Rappresentanze Pontificie prima e in qualità di Ambasciatore del Pontefice poi. La Segreteria di Stato plaude all’arrivo in Repubblica dell’Alto Rappresentante diplomatico inviato dal Santo Padre: la sua presenza a San Marino riveste un significato profondo, per il particolare e fervido legame che unisce i due Stati enclave in territorio italiano; assume altresì una connotazione speciale per la Repubblica, le cui radici sono saldamente ancorate alla tradizione del suo Santo Fondatore. San Marino e la Santa Sede costituiscono due realtà statuali uniche ed esclusive, che hanno saputo costruire un rapporto bilaterale singolare, in virtù di una solida tradizione di condivisione e collaborazione, maturata su più fronti e in più sedi internazionali, e che agisce ponendo al centro l’identità stessa dell’uomo, la sua unicità. Proprio con lo spirito di ricercare le migliori soluzioni tese a valorizzare le peculiarità storiche del Paese coniugate con le sfide dell’integrazione e del rispetto di altri credo religiosi, in questa determinata fase storica la cooperazione sul piano diplomatico è ancor più stretta. E’ infatti in via di definizione un’intesa destinata a regolamentare l’insegnamento della religione cattolica nelle scuole pubbliche sammarinesi, che potrà certamente offrire le migliori opportunità nell’interesse e nel bene dello Stato sammarinese e dei suoi cittadini. Prima di giungere a Palazzo Pubblico, SE Tscherring è stato accolto a Palazzo Begni dal Segretario di Stato agli Affari Esteri, Nicola Renzi, con il quale si è intrattenuto in un ampio e articolato confronto sui principali temi di attualità politica internazionale. Su sollecitazione di Sua Eccellenza, Renzi ha riferito del percorso di San Marino in ambito internazionale, soprattutto relativamente al negoziato in atto con l’UE, soffermandosi altresì sui temi delle odierne migrazioni e dell’impegno della Repubblica nelle Organizzazioni Internazionali, in particolar modo per quanto attiene alla sfera dei diritti umani. San Marino, 10 gennaio 2018/1717 d.f.R.   2018-01-16itNome responsabileReferenzaKeywordsSegreteria di Stato per gli Affari EsteriGli Ambasciatori accreditati presso la Santa Sede ricevuti dal Papa in occasione degli auguri per il nuovo annohttp://www.esteri.sm/on-line/home/news/articolo1012073.html Si è tenuta questa mattina, in Vaticano, la tradizionale Udienza pontificia al Corpo Diplomatico accreditato presso la Santa Sede, cui ha preso parte anche l’Ambasciatore di San Marino, Maria Alessandra Albertini, accompagnata dal Min. Plen. Giuliano Bianchi di Castelbianco. La presentazione degli auguri è un appuntamento calendarizzato per Papa Francesco, che nei primi giorni di gennaio incontra i rappresentanti dei numerosi Paesi - oltre 180 - con cui la Santa Sede intrattiene rapporti diplomatici. Si tratta di un momento molto importante e alquanto partecipato, che permette di fare il punto con le diplomazie internazionali sulle principali questioni di attualità. Il Santo Padre ha dedicato un ampio e articolato messaggio alla ricorrenza dei settant’anni della Dichiarazione Universale dei Diritti dell’Uomo, adottata da parte dell’Assemblea Generale delle Nazione Unite nel 1948. Prioritario il richiamo al valore del pieno rispetto dei diritti dell’uomo, primo fra i quali quello alla vita. Il Santo Padre ha evidenziato quanto la principale lesione a tale inviolabile diritto non sia rappresentata solo dalla guerra o dalla violenza; ancor più grave è infatti la scelta nei confronti di tutti coloro che vengono “scartati” prima di nascere; un accorato appello anche per i bambini innocenti, gli anziani, le donne perseguitate da  violenze e sopraffazioni e le tante vittime della tratta. Il Santo Padre ha ricordato i principali focolai di guerra diffusi nel mondo e sottolineato il doveroso ricorso alle ragioni del dialogo e del negoziato. Un pensiero speciale è stato rivolto al concetto di “famiglia”, nucleo naturale e fondamentale della società e, purtroppo, specialmente in Occidente, ritenuto talvolta un istituto superato da legami fugaci: “Non sta in piedi una casa costruita sulla sabbia di rapporti fragili e volubili… Occorre piuttosto la roccia, sulla quale ancorare fondamenta solide”. Richiamando i contenuti del Messaggio pronunciato in occasione della Giornata Mondiale della Pace del 1° gennaio scorso, il Pontefice ha nuovamente fatto appello al sentimento di accoglienza e alla catena di aiuti e benevolenza che deve pervadere le autorità di governo, le associazioni e i singoli nei confronti dell’odierno flusso di migranti; a tal riguardo sono stati ringraziati i paesi di accoglienza, tra i quali l’Italia. La libertà di religione è stata citata quale base per la costruzione di società inclusive e per una comprensione integrale della persona umana. Il Santo Padre ha concluso l’appello ai diplomatici paragonando il lavoro delle Nazioni all’azione dei costruttori di cattedrali medievali che costellano l’Europa. Tali edifici raccontano l’importanza della partecipazione di ciascuno ad un’opera che travalica i confini del tempo: “Il costruttore di cattedrali sapeva che non avrebbe visto il compimento del proprio lavoro; nondimeno si è adoperato attivamente comprendendo di essere parte di un progetto di cui avrebbero goduto i suoi figli… Ciascun uomo e donna di questo mondo - ha concluso Papa Francesco - è chiamato a coltivare lo stesso spirito di servizio e di solidarietà intergenerazionale ed essere così un segno di speranza per il nostro travagliato mondo”. All’evento di oggi a Roma farà seguito, domani, a San Marino, un’altra significativa circostanza, anch’essa riconducibile alle ottime relazioni in corso fra la Santa Sede e la Repubblica del Titano: la presentazione delle Lettere Credenziali del nuovo Nunzio Apostolico. Lo scorso dicembre S.E. Mons. Emil Paul Tscherrig è stato nominato dal Santo Padre quale Capo Missione della Rappresentanza Pontificia in Italia e a San Marino; nella giornata di domani, con la presentazione ufficiale ai Capitani Reggenti, l’Alto funzionario della Sede vaticana darà ufficiale avvio alla propria missione diplomatica a San Marino.   San Marino, 8 gennaio 2017/1717 d.f.R. 2018-01-16itNome responsabileReferenzaKeywordsSegreteria di Stato per gli Affari EsteriLa Reggenza scrive al Santo Padre in occasione della 51° Giornata mondiale della Pacehttp://www.esteri.sm/on-line/home/news/articolo1012070.html La Segreteria di Stato per gli Affari Esteri, in relazione al Messaggio del Santo Padre diramato in occasione della 51° Giornata mondiale della Pace, che si celebra il 1° gennaio, trasmette di seguito la risposta che gli Ecc.mi Capitani Reggenti, S.E. Matteo Fiorini e S.E. Enrico Carattoni, hanno fatto pervenire a Sua Santità Papa Francesco: “I Capitani Reggenti si associano al Messaggio del Santo Padre in occasione della LI Giornata Mondiale della Pace che si celebra il primo Gennaio, sul tema “Migranti e rifugiati: uomini e donne in cerca di pace”. Un Messaggio che diffonde germogli di speranza ad ogni essere umano, nell’assunto convinto che ognuno sia detentore dell’inalienabile diritto alla pace. Condividiamo pienamente l’invito ad aprire i nostri cuori verso chi è costretto ad abbandonare le proprie terre, le proprie abitazioni e i propri affetti per cause riconducibili ai conflitti in corso, allo sfruttamento, alla povertà morale e materiale e alla discriminazione, consapevoli dell’alto dovere, istituzionale e personale, di affiancare al più alto spirito umanitario concrete misure di sostegno e politiche di integrazione efficaci, per interpretare con responsabilità il sacrosanto principio del “bene comune rettamente inteso”. La Repubblica da sempre vive nello scrupoloso rispetto delle norme cogenti e delle regole non scritte, che impongono il riconoscimento per tutti della pari dignità umana; un concetto, questo, su cui ha costruito un tessuto sociale di pacifica convivenza, che ama riaffermare in ogni sede e che reputa fondamentale per l’edificazione di un mondo di pace. Non può esservi pace se le comunità e i governanti non oppongono profonde resistenze alla discriminazione, all’intolleranza e alla xenofobia; più che mai, oggi, in presenza dei massicci flussi di uomini e donne in cerca di salvezza, diventa indispensabile sollecitare un più forte impegno degli Stati e della comunità internazionale per rimuovere le cause di un esodo di massa, per garantire ovunque condizioni di rispetto della libertà e dei diritti fondamentali, una più equa e solidale distribuzione delle risorse, una convivenza tra Stati e popoli in cui le ragioni del confronto e del dialogo prevalgano su quelle dell’odio. Siamo altresì concordi sulla necessità di una mobilitazione corale che consenta di aprire le porte della solidarietà e dell’accoglienza e di costruire “cantieri di pace”, in luogo delle odierne contrapposizioni e divisioni. Siano dunque benvenuti gli auspicati strumenti internazionali da adottarsi nell’ambito delle Nazioni Unite in favore di un più incisivo impegno degli Stati sugli odierni fenomeni migratori; la Comunità internazionale potrà certamente avvalersi di due nuovi riferimenti normativi per combattere quella globalizzazione dell’indifferenza che sta seminando divisioni e discordia. In questo spirito di mutuo riconoscimento di diritti inalienabili, i Capitani Reggenti, nell’accogliere con gioia l’odierno Messaggio di Pace che induce alle più profonde riflessioni sulle sfide dei nostri giorni, con il pensiero costante rivolto alla protezione di tutti i membri della famiglia umana, coglie l’occasione della celebrazione internazionale per rinnovare al Santo Padre i sentimenti più alti di ammirazione profonda per l’instancabile missione di pacificazione fra le genti, unitamente a voti augurali di serenità e benessere per la Chiesa Cattolica, per la Santa Sede e per la Sua Persona.”   San Marino, 1° gennaio 2018/1717 d.f.R. 2018-01-16itNome responsabileReferenzaKeywordsSegreteria di Stato per gli Affari EsteriPrecisazioni sul programma di promozione internazionale della destinazione turistica San Marinohttp://www.esteri.sm/on-line/home/news/articolo1012069.html La Segreteria di Stato per gli Affari Esteri tiene a precisare, in merito al comunicato stampa a firma del direttivo USOT apparso in data 30/12/2007, che le attività di promozione della destinazione San Marino, attraverso la rete diplomatica e consolare, aventi per oggetto l’avvio delle relazioni con le primarie agenzie viaggio in alcuni paesi esteri, sono state avviate dal mese di marzo 2017, grazie al programma di internazionalizzazione dedicato all'attrazione di nuovi flussi turistici internazionali. Nella fattispecie, le primarie agenzie di viaggio indonesiane ATS Vacations e Golden Rama, oggetto dei precedenti comunicati stampa di questa Segreteria, sono state prima visitate presso i loro uffici dal nostro personale dell’Ambasciata di Jakarta - occasione durante la quale è stato consegnato loro per la prima volta il materiale turistico promozionale della Repubblica di San Marino - e poi, a partire dal 7 giugno 2017, incontrate presso la sede dell'Ambasciata di San Marino in Indonesia. Si ribadisce, quindi, che l’attrazione di questi nuovi flussi turistici è la diretta conseguenza e, al contempo, la riprova tangibile del successo della attività sul campo del personale della nostra missione diplomatica. Si precisa, inoltre, che l’obiettivo primario delle attività promozionali nel campo del turismo da parte della nostra rete diplomatica e consolare non sono solo i rapporti con i grandi tour operator, i quali agiscono principalmente da intermediari, ma, soprattutto, quelli con le agenzie di viaggio, le quali richiedono ai suddetti wholesale tour operator solamente di predisporre gli aspetti logistici relativi alle offerte di viaggio da loro stesse predisposte e vendute al mercato. Con l’occasione, questa Segreteria comunica che, ad oggi, le agenzie di viaggio contattate ed incontrate dal personale dell'Ambasciata di San Marino a Jakarta sono state 29. San Marino, 30 dicembre 2017/1717 d.f.R. 2018-01-16itNome responsabileReferenzaKeywordsSegreteria di Stato per gli Affari EsteriLa destinazione turistica San Marino inclusa nelle offerte di viaggio della Golden Rama Indonesiahttp://www.esteri.sm/on-line/home/news/articolo1012068.html The Ministry of Foreign Affairs is pleased to announce that, as a result of the contacts established through the Embassy in Jakarta, Indonesian tourists have arrived in San Marino in the early afternoon today with another Indonesian travel agency, GOLDEN Rama Indonesia.  The Tourism Office welcomed the guests by holding a brief meeting with Mr. Samuele Guiducci, Personal Assistant to the Minister of Foreign Affairs, and Mr. Massimo Ferdinandi, Ambassador of San Marino to the Association of South-East Asian Nations, during which a welcome certificate was given to each participant. After the ceremony, the visit programme went on with a night tour of San Marino’s historical centre covered with snow, a tasting of local products and an overnight stay. After the agreement with ATS Vacations Indonesia, the new one concluded with the prestigious Rama Golden travel agency represents a further success of our diplomacy. These results prove the effectiveness of the innovative internationalization strategy that the Republic of San Marino has launched through its diplomatic and consular network. This strategy is part of an inter-ministerial working method and is also supported by the Tourism Office. The promotion of San Marino as a tourist destination is a primary economic development goal, which is being pursued also by our diplomatic and consular representations in the world.   San Marino, 29 December 2017 2018-01-16itNome responsabileReferenzaKeywordsSegreteria di Stato per gli Affari EsteriLa destinazione turistica San Marino inclusa nel programma di viaggio della ATS Vacations Indonesiahttp://www.esteri.sm/on-line/home/news/articolo1012067.html La Segreteria di Stato Affari Esteri ha il piacere di comunicare che, a seguito dei contatti allacciati per il tramite dell’Ambasciata di Jakarta, nel pomeriggio di oggi sono arrivati in Repubblica i primi turisti indonesiani dell’agenzia viaggi ATS Vacations. Dopo un breve tour della città, il programma ha previsto un itinerario alla scoperta delle bellezze del patrimonio storico-culturale di San Marino, la cena con degustazione dei piatti tipici del territorio sammarinese e il pernottamento in territorio. Per accogliere al meglio gli ospiti, l ’Ufficio del Turismo ha organizzato un breve incontro durante il quale, alla presenza del Segretario Particolare Samuele Guiducci, è stato consegnato a ogni partecipante un attestato di benvenuto nella nostra Repubblica. Sempre grazie all’opera promozionale della nostra Missione Diplomatica a Jakarta, nuovi flussi turistici dall’Indonesia avevano già raggiunto San Marino durante la scorsa estate, ma l’aver avviato una collaborazione con una primaria agenzia di viaggi come ATS Vacations, rappresenta un ulteriore successo raggiunto dalla nostra diplomazia. Questi risultati rappresentano la tangibile riprova della efficacia dell'innovativa strategia di internazionalizzazione che la Repubblica di San Marino ha avviato attraverso la sua rete diplomatica e consolare. Questa strategia si sviluppa all’interno di una comune metodologia di lavoro e prevede una attività di supporto da parte dell’Ufficio Turismo. La promozione di San Marino come destinazione turistica diventa per la prima volta un primario obiettivo di sviluppo economico assegnato alle nostre rappresentanze diplomatiche e consolari nel mondo. Le prime missioni coinvolte in questo progetto sono stati i nostri Consolati Generali in Vietnam, Indonesia, Filippine e India e la nostra Ambasciata in Indonesia. Le attività di ricerca e attrazione di nuovi flussi turistici saranno presto avviate anche in Giappone e Malesia. Pertanto, entro il 2018, altre missioni diplomatiche e consolari della Repubblica di San Marino saranno attrezzate per svolgere attività promozionali nel campo del turismo.   San Marino, 20 dicembre 2017/2017 d.f.R. 2018-01-16itNome responsabileReferenzaKeywordsSegreteria di Stato per gli Affari Esteri24° Ministeriale OSCE: San Marino interviene a sostegno dell'attività dell'Organizzazionehttp://www.esteri.sm/on-line/home/news/articolo1012040.html Nel suo intervento Renzi ha invitato gli Stati membri a rinnovare l'impegno nei differenti ambiti di azione dell'OSCE, a condividere dialogo e cooperazione per un approccio comune alle sfide che minano la sicurezza nella Regione europea 2018-01-16itNome responsabileReferenzaKeywordsSegreteria di Stato per gli Affari EsteriSan Marino fuori dalla lista europea dei paradisi fiscalihttp://www.esteri.sm/on-line/home/news/articolo1012036.html San Marino è un paese cooperativo e trasparente nel settore fiscale. Lo dice il Consiglio ECOFIN, che oggi, a Bruxelles, ha stilato una lista comune dei paradisi fiscali, adottata a livello europeo, che identifica un elenco di Paesi non cooperativi a livello fiscale, nel quale San Marino non è incluso. Fin dal 2016 tutti i Paesi terzi dell‘UE, fra cui San Marino, sono stati coinvolti in una valutazione preliminare condotta dalla Commissione Europea mediante una serie di indicatori chiave. Il risultato ha permesso di individuare con precisione le giurisdizioni che non rispettano le norme in materia di fiscalità e che rifiutano di adeguarsi ad esse; le stesse che oggi sono entrate a far parte della black list europea. San Marino è dunque, a tutti gli effetti, un Paese compliant, ovvero conforme, sulla base di criteri oggettivi che tengono conto di un adeguato livello di trasparenza, tale da consentire lo scambio di informazioni fiscali, un regime impositivo equo e il rispetto delle misure di contrasto al fenomeno dell’erosione della base imponibile. La Segreteria di Stato agli Affari Esteri e la Segreteria di Stato alle Finanze e Bilancio si compiacciono per questo importante traguardo raggiunto dal Paese: un’ulteriore conferma della bontà delle scelte intraprese dal Governo, che ha ricondotto la lotta all’evasione fiscale e la trasparenza del sistema fra le priorità della propria azione politica, coerentemente con il percorso intrapreso di sempre maggior integrazione europea e con l’apertura ai mercati e agli investitori internazionali.   San Marino, 5 dicembre 2017/1717 d.f.R. 2018-01-16itNome responsabileReferenzaKeywordsSegreteria di Stato per gli Affari EsteriSette nuovi ambasciatori accreditati a San Marinohttp://www.esteri.sm/on-line/home/news/articolo1012035.html Sono sette gli Ambasciatori Straordinari e Plenipotenziari che oggi hanno presentato le Lettere Credenziali agli Ecc.mi Capitani Reggenti, SE Matteo Fiorini e SE Enrico Carattoni. Ad introdurre i diplomatici il Segretario di Stato per gli Affari Esteri, Nicola Renzi, che si è soffermato sulle specificità del rapporto bilaterale vigente con i rispettivi Paesi di provenienza, nell’auspicio di un progressivo potenziamento in direzione, soprattutto, del percorso di internazionalizzazione in atto. Nella sala del Consiglio dei XII di Palazzo Pubblico sono intervenuti SE Sergey Nurtayev, Ambasciatore della Repubblica del Kazakhstan, SE Tasia Athanasiou, Ambasciatore della Repubblica Ellenica, SE Jesús Manuel Gracia Aldaz, Ambasciatore di Spagna, SE Margit F. Tveiten, Ambasciatore del Regno di Norvegia, SE Choi Jong-hyun, Ambasciatore della Repubblica di Corea, SE Ricardas Šlepavičius, Ambasciatore della Repubblica di Lituania, SE Paul Dühr, Ambasciatore del Granducato di Lussemburgo. E’ seguito il giuramento di due Rappresentanti diplomatici della Repubblica, che andranno ad implementare l’organico esistente presso due importanti sedi: la Signora Laurence Majoie, in qualità di Ministro presso la Missione Permanente di San Marino presso l’ONU e le altre Organizzazioni internazionali con sede a Ginevra, e Padre Ciro Benedettini, in qualità di Consigliere di Ambasciata presso la sede diplomatica sammarinese presso la Santa Sede. Quest’ultimo, concittadino emerito della Repubblica, ha svolto per decenni l’incarico di vice-direttore della sala stampa vaticana. Il neo-diplomatico si distingue per una comprovata esperienza e alto spirito di servizio: doti che da oggi saranno messe a disposizione della Repubblica e delle sue Istituzioni.   San Marino, 5 dicembre 2017/1717 d.f.R. 2018-01-16itNome responsabileReferenzaKeywordsSegreteria di Stato per gli Affari Esteri