Segreteria di Stato per gli Affari Esteri - Repubblica di San Marinohttp://www.esteri.sm/on-line/rss.jsp?instance=2&channel=1000002&idArticleLevel=1000010&size=10&idXsl=3&node=1000042Notizie e comunicati della Segreteria di Stato per gli Affari EsteriDiscorsi pronunciati in occasione della Cerimonia di Insediamento degli Ecc.mi Capitani Reggenti Gian Franco Terenzi IV e Guerrino Zanotti Ihttp://www.esteri.sm/on-line/home/news/articolo1006894.html -Discorso degli Ecc.mi Capitani Reggenti Gian Franco Terenzi IV e Guerrino Zanotti I -Discorso del Nunzio Apostolico Mons. Adriano Bernardini -Presentazione dell'Oratore Ufficiale da parte del Segretario di Stato per gli Affari Esteri Pasquale Valentini -Orazione Ufficiale di Padre Pierbattista Pizzaballa   2014-10-02itNome responsabileReferenzaKeywordsSegreteria di Stato per gli Affari EsteriAl via i lavori della XXXVII Consultahttp://www.esteri.sm/on-line/home/news/articolo1006897.html Giovedì prossimo, 2 ottobre, alle ore 10.30 si apriranno, presso l’Hotel San Giuseppe di Valdragone, i lavori della XXXVII Consulta dei Cittadini Sammarinesi residenti all’Estero, che proseguiranno anche il giorno successivo.Le prime ore della mattinata del 2 ottobre saranno riservate a una riunione a porte chiuse del Consiglio della Consulta aperta ai soli Presidenti; alle ore 10.30 circa si apriranno ufficialmente i lavori col discorso del Presidente uscente e col saluto del Segretario di Stato per gli Affari Esteri, nonché Presidente Onorario della Consulta, Pasquale Valentini. Subito dopo si procederà con la discussione della proposta di legge di riforma delle Associazioni dei sammarinesi all’estero, per giungere ad un testo condiviso da presentare al Segretario di Stato competente.Nel pomeriggio la Consulta affronterà i commi all’O.d.G. e discuterà delle possibili modifiche normative alla “dichiarazione di mantenimento della cittadinanza”, al fine di eliminare ogni discriminazione esistente nella trasmissione della cittadinanza.A seguire, l’incontro con il Segretario di Stato al Lavoro, Iro Belluzzi, e il confronto sull’iniziativa della “banca dati” riservata ai giovani sammarinesi residenti all’estero.A chiudere i lavori della prima giornata sarà Mirko Tomassoni, Presidente di “Attiva-Mente”, che illustrerà “Diritti al centro”, progetto che ha beneficiato dell’adesione della Consulta stessa.Nella mattinata di venerdì 3 ottobre è in programma un incontro con i Segretari dei partiti politici per discutere dell’attivazione di un tavolo di confronto tra Governo, Forze politiche e Consulta in merito alle problematiche del voto estero. Si continuerà poi con la condivisione delle informazioni presenti nel “social network” delle professionalità sammarinesi residenti all’estero e in territorio www.sanmarinocommunity.com mentre alle 13 i partecipanti alla Consulta saranno ricevuti in Udienza a Palazzo Pubblico dall’Ecc.ma Reggenza.Nel pomeriggio si terrà la presentazione del volume di Luca Boschetti, un “romanzo d’amore” ambientato tra San Marino e New York negli anni che dall’immediato dopoguerra arrivano fino ai giorni nostri. Seguirà, da parte della Responsabile del Museo dell’Emigrante, dott.ssa Patrizia Di Luca, la presentazione delle attività del centro di ricerca nell’ultimo semestre e dei progetti già in cantiere.Nel tardo pomeriggio si procederà infine all’esame e all’approvazione della Risoluzione Conclusiva e quindi all’insediamento del nuovo Consiglio della Consulta. San Marino, 30 settembre 2014/1714 d.F.R.   2014-10-02itNome responsabileReferenzaKeywordsSegreteria di Stato per gli Affari EsteriSan Marino rappresentato per la prima volta alla Conferenza dell'AIEAhttp://www.esteri.sm/on-line/home/news/articolo1006896.html Si è conclusa venerdì scorso, a Vienna, la 58° Conferenza Generale dell’Agenzia Internazionale per l’Energia Atomica (AIEA). A prendervi parte anche la Repubblica di San Marino che, membro dell’Organizzazione dal novembre scorso, è intervenuta quest’anno per la prima volta.Alla Sessione hanno partecipato 162 Stati, nonché numerose organizzazioni internazionali, ONG e media. San Marino è stato rappresentato dall’Ambasciatore Elena Molaroni, che ha preso la parola davanti a oltre 3.000 delegati dei Paesi membri dell’Organizzazione, il cui scopo è quello di promuovere l’utilizzo pacifico dell’energia nucleare impedendone l’utilizzo per scopi militari. A conclusione dei cinque giorni di lavoro l’Assemblea ha adottato alcune risoluzioni per il rafforzamento dell’attività dell’Agenzia nel campo della scienza e della tecnologia nucleare, la sicurezza, le salvaguardie e la cooperazione tecnica.In concomitanza con i lavori si è svolto, come di consueto, il Forum Scientifico, che quest'anno aveva per titolo: "Scorie radioattive: fare fronte alle sfide - scienza e tecnologia per soluzioni sostenibili e sicure". Sono stati inoltre organizzati eventi collaterali sull’energia nucleare, sulla sicurezza e sulla protezione delle persone, sulle scienze e le applicazioni nucleari e sulla cooperazione tecnica.Durante la Sessione sono stati accettati quali nuovi Membri l'Unione delle Comoros, la Repubblica di Gibuti, la Repubblica cooperativa di Guyana e la Repubblica di Vanuatu, che diventeranno effettivi una volta depositati gli strumenti legali presso l’Agenzia.La 59° Sessione avrà luogo dal 14 al 18 settembre 2015 a Vienna. San Marino, 29 settembre 2014/1714 d.F.R.   2014-10-02itNome responsabileReferenzaKeywordsSegreteria di Stato per gli Affari EsteriLa FAO e la maratona "Hunger run" per combattere la fame nel mondohttp://www.esteri.sm/on-line/home/news/articolo1006882.html La Rappresentanza Permanente della Repubblica di San Marino presso la FAO informa che domenica 19 ottobre nel centro storico di Roma si correrà la maratona Hunger Run. La manifestazione, che conclude le celebrazioni della “Giornata Mondiale dell’Alimentazione”, è nata per sensibilizzare l’opinione pubblica sul tema della lotta alla fame nel mondo e attraverso lo sport mira a raccogliere fondi per le comunità povere nei paesi in via di sviluppo. E’ organizzata annualmente dalla FAO, l’Organizzazione delle Nazioni Unite per l’alimentazione e l’agricoltura, unitamente alle Agenzie Specializzate WFP (World Food Programme) e IFAD (International Fund for Agricultural Development) e al Gruppo Sportivo Bancari Romani.Il ricavato delle iscrizioni sarà devoluto al programma “School feeding” del WFP. In un mondo dove 58 milioni di bambini in età scolare non frequentano la scuola e dove le famiglie povere si trovano a dover optare tra educazione o lavoro, un pasto a scuola rappresenta un forte incentivo per determinare tale scelta. 10 centesimi di euro al giorno per un pò di semola, di riso o legumi; 40 euro per sfamare un bambino per un intero anno scolastico. Nell’anno 2013 questo programma ha aiutato almeno 19,8 milioni di bambini in 63 paesi; la scommessa di Hunger Run è incrementare il numero di questi bambini. La maratona, che è aperta sia agli atleti sia ai corridori amatoriali, si divide in due tipologie: una gara podistica competitiva sulla distanza di 10 km e una manifestazione a passo libero non competitiva di 5 km. La partenza per entrambe è fissata per le ore 10 di domenica 19 ottobre allo Stadio delle Terme di Caracalla a Roma. Gli sportivi sammarinesi che desiderano partecipare e sostenere questo importante progetto possono iscriversi attraverso il sito www.hungerrun.it entro le ore 18 di mercoledì 15 ottobre. Il costo dell’iscrizione ammonta a 10 Euro. San Marino, 27 settembre 2014/1714 d.F.R.   2014-10-02itNome responsabileReferenzaKeywordsSegreteria di Stato per gli Affari EsteriPadre Pizzaballa sarà l'Oratore Ufficiale del prossimo 1° ottobrehttp://www.esteri.sm/on-line/home/news/articolo1006881.html Padre Pierbattista Pizzaballa sarà l’Oratore Ufficiale per la Cerimonia di Insediamento degli Ecc.mi Capitani Reggenti, Gian Franco Terenzi e Guerrino Zanotti, il prossimo 1° ottobre.Fra Pizzaballa è l’attuale Custode di Terra Santa, nominato direttamente dal Pontefice nel maggio 2004 e in seguito riconfermato. E’ il 162° in ordine di tempo da quando, oltre 6 secoli fa, la Santa Sede ha assegnato ai frati francescani il compito di “guardiani” dei luoghi riconducibili alle nostre radici cristiane, al fine di preservarne il loro valore spirituale. Questa provincia religiosa dell’Ordine dei Frati Minori, che col tempo ha preso il nome di “Custodia di Terra Santa”, è altresì incaricata della cura e del sostegno della presenza cristiana in queste zone, così come dell’assistenza ai tanti pellegrini che annualmente si recano nei luoghi della Redenzione.Il Custode di Terra Santa è il Ministro Provinciale, il superiore dei Frati Minori che vivono in Medio Oriente. Tutti i santuari Cristiani cattolici sono sotto la sua giurisdizione. Ha competenza inoltre sui territori di Israele, Palestina, Giordania, Libano, Egitto (parzialmente), Cipro e Rodi e sulle numerose case (Commissariati) in varie parti del mondo. La sua figura è al pari delle principali autorità religiose cristiane. Egli, insieme al Patriarca Greco-Ortodosso e a quello Armeno, è responsabile dello "status quo": le consuetudini che regolano la vita nei principali santuari, tra cui il Santo Sepolcro di Gerusalemme e la Natività di Betlemme.Padre Pizzaballa è in servizio alla Custodia dal luglio 1999; prima come Superiore del Convento dei SS. Simeone e Anna a Gerusalemme, parroco della comunità cattolica ebraica di Gerusalemme e assistente generale dell’Ausiliare del Patriarca Latino di Gerusalemme, poi come Vicario generale per le stesse comunità di espressione ebraica in Israele.Sacerdote dal 1990, nello stesso anno ha conseguito il baccalaureato in Teologia presso il Pontificio ateneo Antonianum di Roma e nel 1993 la specializzazione in teologia biblica presso lo Studium Biblicum Franciscanum in Gerusalemme. Ha studiato ebraico moderno e Sacra Scrittura presso la Hebrew University di Gerusalemme ed esercitato la docenza come professore assistente di ebraico biblico e Giudaismo presso lo Studium Biblicum Franciscanum e lo Studium Theologicum Jerosolimitanum.Nel 2008 il Santo Padre lo ha nominato Consultore della Commissione per i rapporti religiosi con l’ebraismo, del Pontificio Consiglio per la promozione dell’unità dei Cristiani. E’ inoltre membro della pontificia Commissione per il dialogo religioso con l’ebraismo. San Marino, 27 settembre 2014/1714 d.F.R.  2014-10-02itNome responsabileReferenzaKeywordsSegreteria di Stato per gli Affari EsteriValentini ai lavori della 69° Assemblea Generale dell'ONUhttp://www.esteri.sm/on-line/home/news/articolo1006885.html Un intervento incentrato sui temi più gravi e urgenti nell'agenda internazionale e un appello al dialogo fra culture e religioni diverse. A margine numerosi bilaterali con i Responsabili della politica estera di Stati UE. 2014-10-02itNome responsabileReferenzaKeywordsSegreteria di Stato per gli Affari EsteriAccredito per la cerimonia di insediamento dell'Ecc.ma Reggenzahttp://www.esteri.sm/on-line/home/news/articolo1006884.html Mercoledì 1° ottobre p.v. si svolgerà la tradizionale Cerimonia di Insediamento degli Eccellentissimi Capitani Reggenti, Gian Franco Terenzi IV e Guerrino Zanotti I, secondo il protocollo allegato. Gli operatori dell’informazione interessati a seguire la Cerimonia dovranno inoltrare domanda di accredito tramite posta elettronica all’indirizzo ufficiostampa@esteri.sm specificando il proprio nominativo, la qualifica (fotografo - cameraman - giornalista - tecnico), la testata, il paese. La richiesta di accredito dovrà pervenire entro il 29 settembre p.v.Agli operatori dell'informazione accreditati verrà rilasciato un pass che darà accesso alle diverse fasi della Cerimonia, alle quali non saranno ammessi coloro che ne risulteranno privi. Il ritiro del pass dovrà avvenire nella mattinata di martedì 30 settembre p.v., presso il Dipartimento Affari Esteri (Palazzo Begni, contrada Omerelli n. 31, centro storico di San Marino - tel. 0549.88.22.25).Si evidenzia, infine, che per avere accesso al Palazzo Pubblico e alla Basilica del Santo è d’obbligo un abbigliamento adeguato (giacca e cravatta per gli uomini; non sono ammesse calzature sportive). San Marino, 24 settembre 2014/1714 d.F.R.   2014-10-02itNome responsabileReferenzaKeywordsSegreteria di Stato per gli Affari EsteriSan Marino ha celebrato l'entrata in vigore della Convenzione contro la violenza alle donnehttp://www.esteri.sm/on-line/home/news/articolo1006883.html Una delegazione della Repubblica di San Marino ha partecipato, venerdì scorso, alla Conferenza “Safe from Fear, Safe from Violence” (Al sicuro dalla paura, al sicuro dalla violenza), organizzata dal Consiglio d’Europa in collaborazione con il Ministero degli Affari Esteri e la Camera dei Deputati della Repubblica Italiana. L’evento, svoltosi a Palazzo Montecitorio, ha celebrato l’entrata in vigore della Convenzione sulla prevenzione e la lotta contro la violenza alle donne e la violenza domestica alla presenza dei Rappresentanti di circa 50 Paesi, oltre agli esperti del Comitato che hanno lavorato per due anni alla redazione del testo, tra cui la Dott.ssa Sylvie Bollini, funzionario incaricato presso il Dipartimento Affari Esteri. La Conferenza è stata inaugurata dalla Presidente della Camera dei Deputati, Laura Boldrini, e dal Sottosegretario agli Affari Esteri, Benedetto Della Vedova, insieme al Vicesegretario Generale del Consiglio d’Europa, Gabriella Battaini Dragoni. La Presidente Boldrini si è complimentata per la folta presenza di delegazioni straniere, tra cui rappresentanti di Libia, Algeria, Tunisia e Messico, e ha ricordato che la Convenzione, la cui firma è aperta anche agli Stati non membri del Consiglio d’Europa, è il primo strumento internazionale che definisce la violenza alle donne come una violazione dei diritti umani. Il Sottosegretario Della Vedova ha sottolineato l’importanza, in questa lotta, del coinvolgimento degli uomini, affinché prendano le loro responsabilità su tale tema. Gabriella Battaini Dragoni ha ricordato il lungo percorso che ha portato alla stesura del testo adottato, frutto di anni di negoziazione. Ha poi menzionato come la Convenzione del Consiglio d’Europa contro la violenza alle donne, quella contro la tratta di esseri umani e la Convenzione di Lanzarote per la protezione dei minori dall’abuso e dallo sfruttamento sessuale formino un unicum per la tutela delle vittime contro la violenza. Assistenti sociali, procuratori e giornalisti specializzati si sono susseguiti per portare la propria personale testimonianza, insistendo sull’importanza dell’implementazione delle disposizioni del testo. Particolarmente toccante il racconto di Lucia Annibali, l’avvocatessa sfigurata con dell’acido dall’ex partner.“Il successo della Convenzione di Istanbul dipenderà in larga misura dalla volontà politica dei governi, dall’impegno dei parlamentari e dal lavoro della società civile. La Convenzione è uno strumento pratico; è di più di semplici parole sulla carta, e contiene un grande numero di misure che dovrebbero essere messe in pratica concretamente”, ha dichiarato Gabriella Battaini Dragoni.Prosegue, dunque, l’impegno di San Marino in vista di una ratifica preparata e consapevole della Convenzione, nonché per un adeguato recepimento dei criteri fondamentali enunciati in questo strumento giuridicamente vincolante, al quale un gruppo di Avvocati sammarinesi sta lavorando insieme all’Authority per le Pari Opportunità. San Marino, 24 settembre 2014/1714 d.F.R.   2014-10-02itNome responsabileReferenzaKeywordsSegreteria di Stato per gli Affari EsteriFirmata l'Intesa per lo scambio di informazioni in materia di contraffazione monetariahttp://www.esteri.sm/on-line/home/news/articolo1006759.html Il Segretario di Stato per gli Affari Esteri, Pasquale Valentini, unitamente al Segretario di Stato per gli Affari Interni, Gian Carlo Venturini, ha accolto oggi, a Palazzo Begni, il Direttore del servizio per la Cooperazione Internazionale di Polizia, Gennaro Capoluongo, accompagnato dal Col. della Guardia di Finanza Francesco Fallica, Direttore III divisione Interpol. Incentrato sulla favorevole reciproca collaborazione fra San Marino e l’Italia nel settore della tutela della sicurezza transnazionale, il confronto, dai toni cordiali e positivi, consolida i già ottimi rapporti fra i due Paesi e avviene a distanza di pochi giorni dalla preannunciata conclusione dell’iter di ratifica da parte italiana dell’Accordo di cooperazione fra le forze di polizia. Dall’Accordo, che era stato siglato fra i due Governi nel febbraio 2012, è nel frattempo scaturita l’Intesa tecnica per il rafforzamento della cooperazione di polizia in materia di lotta alla criminalità organizzata transnazionale, firmata nel dicembre 2013 dal Direttore dell’Ufficio Centrale Nazionale Interpol di San Marino, Maurizio Faraone. L’Intesa, non ancora operativa, è propedeutica agli ulteriori protocolli che verranno sottoscritti, per consentire ai due Stati di coadiuvarsi in tutti gli ambiti di operatività delle proprie forze di polizia, in un efficace quadro normativo e istituzionale. Al termine dell’incontro, i Direttori Faraone e Capoluongo hanno siglato un’Intesa tecnica tra la Direzione Centrale della Polizia Criminale del Dipartimento della Pubblica Sicurezza del Ministero dell’Interno della Repubblica Italiana e l’Ufficio Centrale Nazionale Interpol della Repubblica di San Marino sullo scambio di informazioni in materia di contraffazione monetaria. L’Intesa permette di adempiere agli obblighi previsti dalla Convenzione Monetaria in vigore dal 2012 tra l’Unione europea e San Marino, che stabilisce la messa in atto di idonee misure per la protezione dell’Euro dalla contraffazione e lo scambio di informazioni con Europol per mezzo dell’Italia. Attraverso l’Intesa oggi sottoscritta l’Italia, che già fornisce a San Marino un prezioso e fondamentale sostegno nelle attività di antifalsificazione, avvicina San Marino all’Agenzia di Polizia Europea, con la quale al momento non è possibile sottoscrivere un accordo, essendo San Marino paese terzo rispetto all’UE. L’Ufficio Interpol di San Marino, comunque, si è già da tempo attivato allo scopo di addivenire, quanto prima, ad un Rapporto di cooperazione diretto con Europol. Nel pomeriggio, poi, il direttore Capoluongo ha tenuto una lezione sulla cooperazione internazionale di polizia nella lotta alla criminalità transnazionale al corso di formazione per le forze dell’ordine organizzato dal Centro Universitario di Formazione sulla Sicurezza (CUFS) dell’Università degli Studi di San Marino, che si è aperto oggi presso la sede dell’istituto Giuridico Sammarinese. San Marino, 5 settembre 2014/1714 d.F.R.  2014-10-02itNome responsabileReferenzaKeywordsSegreteria di Stato per gli Affari EsteriIncontro con il vice Ministro degli esteri venezuelanohttp://www.esteri.sm/on-line/home/news/articolo1006763.html Il Vice Ministro per l’Europa del Ministero per gli Affari Esteri venezuelano, Calixto Ortega Ríos, accompagnato dall’Ambasciatore in Italia Julián Isaías Rodríguez Díaz, ha compiuto oggi una visita in Repubblica e si è incontrato, a Palazzo Begni, con il Segretario di Stato per gli Affari Esteri, Pasquale Valentini. L’incontro è avvenuto nell’ambito delle consultazioni che il Vice Ministro sta conducendo in alcuni paesi del continente europeo per sottoporre la candidatura del Venezuela al seggio non permanente del Consiglio di Sicurezza dell’ONU nel biennio 2015/’16 e consegnare una lettera a nome del Presidente Maduro. La visita odierna, che è stata anche motivo per approfondire la conoscenza reciproca dei due Paesi, coincide con la ratifica in corso, da parte sammarinese, dell’accordo per l’elevazione al massimo grado diplomatico delle relazioni fra San Marino e Venezuela. Il Paese – ha spiegato il Vice Responsabile agli Esteri venezuelano – si trova a vivere una fase politico-sociale nuova, con i recenti cambiamenti al vertice della Presidenza e al Governo e una Costituzione che stabilisce l’esercizio della solidarietà internazionale nel rispetto della sovranità degli Stati e dell’autodeterminazione dei popoli. Valentini ha sottolineato come la ricerca della risoluzione pacifica dei conflitti, il rispetto fra i popoli e il contributo alla pace rappresentino da sempre un impegno prioritario per San Marino; ancor di più in questo preciso momento storico e nei confronti di un Paese come il Venezuela, che sta attraversando una delicata fase di trasformazione e al cui percorso di pacificazione e coesione sociale San Marino presta particolare attenzione. Valentini ha altresì auspicato che lo stesso accordo per l’elevazione delle relazioni diplomatiche, in fase di perfezionamento, possa agevolare e intensificare il dialogo e l’impegno comune per la libertà di espressione e la pace sociale. San Marino, 5 settembre 2014/1714 d.F.R.   2014-10-02itNome responsabileReferenzaKeywordsSegreteria di Stato per gli Affari Esteri