Segreteria di Stato per gli Affari Esteri - Repubblica di San Marinohttp://www.esteri.sm/on-line/rss.jsp?instance=2&channel=1000002&idArticleLevel=1000010&size=10&idXsl=3&node=1000042Notizie e comunicati della Segreteria di Stato per gli Affari EsteriIncontro con il Ministro per lo Sviluppo internazionale e il Pacifico d'Australia, Concetta Fierravanti-Wellshttp://www.esteri.sm/on-line/home/news/articolo1010992.html E’ salita oggi in visita sul Titano la Ministra per lo Sviluppo internazionale e il Pacifico d’Australia, Concetta Fierravanti-Wells, accompagnata dall’Ambasciatore australiano presso San Marino, Gregory Alan French. Ad accogliere l’Ospite a Palazzo Begni il Segretario di Stato agli Affari Esteri, Nicola Renzi, che nel saluto ha ricordato le solide ed amichevoli relazioni bilaterali, ed un impegno sempre più attivo nel contesto multilaterale. Il Ministro Fierravanti-Wells ha voluto conoscere la Repubblica di San Marino e le sue Istituzioni nell’ottica del potenziamento delle collaborazioni, soprattutto nelle Organizzazioni internazionali, presso le quali l’Australia ha presentato importanti candidature in ambito ONU. A tal riguardo ha sottolineato le numerose convergenze, soprattutto nella difesa comune dei diritti umani e dei principi di indipendenza tra Popoli e Paesi. Il colloquio politico ha consentito, tra l’altro, di fare il punto sullo stato attuale delle relazioni, e si è altresì aperto alla presentazione di progetti di collaborazione nelle materie economico-finanziarie e commerciali. Più specificamente l’incontro è stato l’occasione per valutare l’implementazione degli accordi vigenti e per favorire la definizione di quelli in sospeso. Un plauso da parte del Ministro australiano all’accordo “Work on holiday”, l’ultima intesa che lega i due Stati e promuove lo scambio di giovani nei rispettivi territori, finalizzata a soggiorni di vacanza e lavoro. “Non vediamo l’ora di poter personalmente accogliere i primi fruitori dell’importante accordo - ha detto Fierravanti-Wells - ai quali assicuriamo il più ampio sostegno del nostro Paese, aperto al multiculturalismo e agli scambi tra delegazioni”. Presente anche il Segretario di Stato all’Industria, Artigianato, Commercio e Lavoro, Andrea Zafferani che ha sottolineato, fra l’altro “il valore, per la Repubblica, dell’incremento di relazioni economiche e commerciali proficue, attraverso l’attivazione di un confronto aperto ai temi dell’internazionalizzazione, dell’attrazione degli investimenti e dell’innovazione tecnologica”. A questo proposito, il Ministro ha riferito circa le opportunità offerte dal sistema australiano e manifestato volontà di collaborazione con importanti poli tecnologici australiani, punti di riferimento per aziende internazionali che intendano operare nell’ampia area del Pacifico. Allo stesso tempo sensibile attenzione è stata riservata anche alle possibilità di scambi fra atenei, nonché a futuri incontri di carattere economico-commerciale fra delegazioni tecniche dei rispettivi paesi, per i quali sarà opportuno e propedeutico l’approfondimento di questo pomeriggio insieme a Camera di Commercio. Sarà questa la sede preposta ad una migliore conoscenza del sistema paese e delle potenzialità di espansione delle aziende sammarinesi. Il Ministro ha in seguito incontrato gli Ecc.mi Capitani Reggenti, Marino Riccardi e Fabio Berardi, in Udienza privata. Soddisfazione è stata espressa per un incontro che, oltre a richiamare il percorso compiuto e le cooperazioni in atto, ha gettato basi concrete per un rapporto in divenire che possa essere esteso ad associazioni e categorie maggiormente coinvolte nel processo di internazionalizzazione del Paese e che ha già fissato un’agenda di adempimenti tra i rispettivi Stati.   San Marino, 19 gennaio 2017/1716 d.f.R. 2017-01-22itNome responsabileReferenzaKeywordsSegreteria di Stato per gli Affari EsteriIl saluto delle Istituzioni ai 25 nuovi allievi dei Corpi Militarihttp://www.esteri.sm/on-line/home/news/articolo1010966.html Il Segretario di Stato agli Affari Esteri, Nicola Renzi, e il collega agli Interni, Guerrino Zanotti, hanno accolto questa mattina i 25 nuovi allievi dei Corpi Militari che iniziano oggi il loro percorso lavorativo al servizio dello Stato sammarinese. Alla Cerimonia erano presenti anche i Comandanti del Corpo della Gendarmeria, della Polizia Civile e della Guardia di Rocca. Schierati sull’attenti nell’atrio di Palazzo Begni, i giovani, visibilmente emozionati, hanno ricevuto il saluto e l’incoraggiamento delle Istituzioni, che hanno sottolineato, tra l’altro, l’importanza di potersi avvalere di nuove figure: risorse professionalmente preparate ad assicurare la sicurezza e i compiti ad esse demandati. “Siamo certi – ha detto Renzi – che saprete rispettare il Paese e dare il meglio ai Cittadini, con gli onori e gli oneri che questo comporta”. Zanotti ha ricordato il percorso formativo e di selezione dei giovani allievi e “l’iniezione di nuove qualificate risorse che andranno a rafforzare i relativi Corpi di appartenenza”. Si tratta di 10 allievi Gendarmi, 10 ausiliari della Polizia Civile e 5 della Guardia di Rocca; la presenza femminile si attesta su 4 unità.   San Marino, 16 gennaio 2017/1716 d.f.R. 2017-01-22itNome responsabileReferenzaKeywordsSegreteria di Stato per gli Affari EsteriMessaggio in risposta alle congratulazioni del Ministro degli Esteri Angelino Alfanohttp://www.esteri.sm/on-line/home/news/articolo1010965.html Il Segretario di Stato agli Affari Esteri, Nicola Renzi, ha indirizzato oggi, per le vie diplomatiche, un messaggio che accoglie le congratulazioni espresse dal Ministro e Collega italiano Angelino Alfano per la sua nomina a Responsabile della Politica estera di San Marino. La lettera riporta quanto di seguito: "Signor Ministro, Caro Collega, con sentimenti di vivo e sincero apprezzamento accolgo il Suo messaggio di felicitazioni per la mia recente assunzione all'incarico di Segretario di Stato per gli Affari Esteri, condividendo pienamente lo spirito di amicizia e la volontà di collaborazione che ha inteso confermarmi, nel solco delle ottime fraterne relazioni”. Renzi ha inteso altresì ricordare la comunanza dell’identità culturale fra i due Stati, “edificata sul mutuo rispetto, che ancor oggi ci accompagna nell'evolversi della nostra storia plurisecolare, mantenendo integri i capisaldi del corretto ed armonioso sviluppo dei nostri Popoli”. Infine, l’auspicio di implementare ulteriormente le già ottime relazioni bilaterali, “nell’interesse e nelle aspirazioni reciproche dei nostri Stati” e il riferimento alla cooperazione in ambito internazionale, nello specifico in quello europeo: “Sono certo – ha scritto Renzi – che anche le più ampie sfide che siamo chiamati ad affrontare […] ci troveranno al fianco, nella difesa delle nostre più alte prerogative sovrane e nella comune ricerca di equilibri di pace e di sviluppo”. La lettera si conclude con l’invito, da parte del Segretario di Stato Renzi, ad approfondire a breve la personale conoscenza e a promuovere un confronto diretto sugli interessi di comune rilevanza.   San Marino, 16 gennaio 2017/1716 d.f.R. 2017-01-22itNome responsabileReferenzaKeywordsSegreteria di Stato per gli Affari EsteriInvito alla cautela per i connazionali diretti in Turchia - informazioni di serviziohttp://www.esteri.sm/on-line/home/news/articolo1010946.html La Segreteria di Stato per gli Affari Esteri, in seguito ai recenti accadimenti in Turchia, desidera rinnovare alcune avvertenze per i cittadini sammarinesi che volessero recarsi nel Paese per turismo o affari. In particolare, alla luce della perdurante grave situazione e dello stato di emergenza vigente dal luglio 2016, raccomanda ai propri cittadini massima cautela negli spostamenti, ricordando la necessità di portare sempre con sé un valido documento di identità ed eventuali altri documenti di viaggio necessari al soggiorno in Turchia. Si informa inoltre che, in caso di difficoltà o emergenze incontrate nel Paese, i cittadini possono rivolgersi al Consolato Generale della Repubblica di San Marino in Turchia ai seguenti recapiti: sanmarino@morova.org +90-216-3720200   San Marino, 4 gennaio 2017/1716 d.f.R. 2017-01-22itNome responsabileReferenzaKeywordsSegreteria di Stato per gli Affari EsteriMessaggio di cordoglio per l'attacco terroristico di Istanbulhttp://www.esteri.sm/on-line/home/news/articolo1010980.html All’indomani dell’attacco terroristico alla città di Istanbul, il Segretario di Stato agli Affari Esteri, Nicola Renzi, ha inviato un messaggio di cordoglio al collega turco, Mevlüt Çavuşoğlu, del seguente tenore: “Signor Ministro, a nome mio personale e del Governo di San Marino desidero esprimerLe vicinanza e solidarietà per l’ennesimo atto di terrore che ha barbaramente afflitto il Suo Paese. Nella notte votata alle speranze e ai desideri del mondo intero, la città di Istanbul è stata nuovamente attaccata al cuore: persone innocenti sono rimaste uccise; numerose altre sono state segnate nel fisico e nella mente. Una carneficina, un massacro simile a quelli avvenuti in altre città europee: stragi che continuano a scandire con sangue e terrore il nostro quotidiano e alle quali non dobbiamo e non vogliamo abituarci. Sappiamo bene che quanto successo in Turchia può succedere davvero ovunque e che nessuno può dirsi al sicuro in un mondo in cui la libertà è sottoposta costantemente al limite della paura. Con sentimenti di speranza, il Paese e il Popolo di San Marino si stringono attorno alle Istituzioni e al Popolo turco, convinti che solo nell’unione di intenti e sentire si possa trovare la forza di combattere il nemico. […]”.   San Marino, 2 gennaio 2017/1716 d.f.R. 2017-01-22itNome responsabileReferenzaKeywordsSegreteria di Stato per gli Affari EsteriLa Reggenza in risposta al messaggio del Papa per la Giornata Mondiale della Pacehttp://www.esteri.sm/on-line/home/news/articolo1010986.html La Segreteria di Stato per gli Affari Esteri, in relazione al Messaggio del Santo Padre diramato in occasione della 50ª Giornata mondiale della Pace, che si celebra il 1° gennaio, trasmette di seguito la risposta che gli Ecc.mi Capitani Reggenti, S.E. Marino Riccardi e S.E. Fabio Berardi, hanno fatto pervenire a Sua Santità Papa Francesco: “I Capitani Reggenti, nell’interpretare anche il sentimento delle Istituzioni e del Popolo sammarinesi, si associano all’alto contenuto dell’odierno Messaggio che Vostra Santità ha diramato al mondo intero in occasione della 50^ Giornata Mondiale della Pace, condividendone lo spirito e il forte monito di pace. Il tema della non violenza attiva, che caratterizza l’ampia riflessione sulle odierne crisi e sugli scenari brucianti del pianeta, risulta cruciale nell’individuazione dell’unica strada percorribile per edificare un mondo di pace, bandendo ogni possibile ricorso all’uso delle armi e alle strategie violente. Da sempre portavoce della linea della mediazione e della diplomazia la Santa Sede, ancor più oggi, ci insegna e ci sprona a non cedere ai ricatti della “guerra giusta”, ma ad accogliere ogni stimolo che induca a lavorare per una società più umana, più rispettosa dei diritti umani, più aperta al dialogo e al confronto con persone e culture differenti, per favorire l’incontro e rigettare lo scontro. Scuote la coscienza di noi tutti la cruda consapevolezza dei conflitti in corso e la situazione di miseria, morale e materiale, in cui versano uomini, donne e bambini, cui è stata strappata la stessa dignità dell’essere umano. A questo si aggiungono forme di violenza altrettanto subdole e invasive, che riducono gli esseri umani a vittime innocenti di abusi, di tratta e di inaccettabili sfruttamenti. Ci sentiamo uniti e solidali nel richiamo a quei sentimenti di misericordia, di compassione e di carità che Vostra Santità ha così emblematicamente rilanciato nel corso dell’Anno Giubilare, contrapponendoli alle logiche della violenza. Si tratta infatti di sentimenti morali universali spesso dimenticati, che implicano la capacità di percepire il dolore altrui e di condividerlo, creando una barriera contro l’aggressività e la crudeltà innate e dilaganti nei singoli e nelle società. In questo accorato appello alla non violenza, che si apre agli orizzonti più lontani e profondi dell’animo e del pianeta, l’antica Repubblica del Titano trova peculiarità salienti della propria identità statuale, ancorata alle radici del suo Santo Fondatore e che dall’armoniosa e pacifica convivenza del suo popolo ha sempre attinto le migliori energie e risorse per anteporre sempre e comunque il primato del diritto”.   San Marino, 1° gennaio 2017/1716 d.f.R. 2017-01-22itNome responsabileReferenzaKeywordsSegreteria di Stato per gli Affari EsteriNicola Renzi è il nuovo Segretario di Stato per gli Affari Esteri, gli Affari Politici e la Giustizia per la XXIX Legislatura di Governohttp://www.esteri.sm/on-line/home/news/articolo1010952.html Nominato dal Consiglio Grande e Generale della Repubblica, ha prestato giuramento nelle mani dell'Ecc.ma Reggenza il 27 dicembre 2016 2017-01-22itNome responsabileReferenzaKeywordsSegreteria di Stato per gli Affari EsteriDisposizioni per i viaggiatori - informazioni di serviziohttp://www.esteri.sm/on-line/home/news/articolo1010925.html Informazione di servizio   La Segreteria di Stato agli Affari Esteri ricorda che sul proprio sito Internet è disponibile un’apposita sezione interamente dedicata ai VISTI TURISTICI, suddivisa per Paesi. Le informazioni in essa contenute riguardano i cittadini sammarinesi muniti di passaporto ordinario che viaggiano all’estero per turismo o affari. Si consiglia di sottoscrivere sempre un'assicurazione sanitaria di viaggio prima della partenza per ogni destinazione, anche per i Paesi che non la ritengono obbligatoria. Nel sito web del Ministero degli Affari Esteri italiano e del Dipartimento federale degli Affari Esteri svizzero (in lingua italiana) sono inoltre reperibili le indicazioni sulla sicurezza del luogo.   Si precisa infine che, in caso di smarrimento o furto all’estero del proprio passaporto o documento di viaggio, i cittadini sammarinesi di rientro in Repubblica o nel luogo di abituale residenza devono attenersi alle seguenti regole.  Innanzitutto, devono recarsi presso le locali Autorità di Polizia per presentare denuncia di furto o smarrimento del documento. Quindi, devono contattare la sede consolare italiana competente territorialmente, per richiedere il rilascio di un documento di viaggio d’emergenza (ETD, emergency travel document). La richiesta dell’ETD deve essere accompagnata dalla copia della denuncia di furto o smarrimento, da due foto tessera (formato per il passaporto) e dal titolo di viaggio, se disponibile. Inoltre deve essere corrisposto il pagamento dei diritti e l’eventuale rimborso delle spese che la sede italiana richiede. Sulla base di un’intesa conclusa fra il Dipartimento Affari Esteri sammarinese e il Ministero italiano degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale, la sede consolare italiana effettuerà direttamente con i competenti uffici sammarinesi le necessarie verifiche, quindi emetterà il documento di viaggio d’emergenza. Informazioni sulle sedi consolari italiane sono reperibili nell'apposita sezione del sito della Farnesina. Il Dipartimento Affari Esteri rimane comunque a disposizione per ogni ulteriore informazione ai numeri 0549.88.22.10 - 88.21.56.   San Marino, 22 dicembre 2016/1716 d.f.R. 2017-01-22itNome responsabileReferenzaKeywordsSegreteria di Stato per gli Affari EsteriAccolto in Parlamento l'OdG a favore dei civili in Siriahttp://www.esteri.sm/on-line/home/news/articolo1003570.html Il Consiglio Grande e Generale, nella sua seduta di ieri, ha approvato con votazione palese, all’unanimità, un Ordine del Giorno che impegna il Governo ad intraprendere specifiche misure a favore dei civili in Siria. Da oltre un anno la città di Aleppo è sotto assedio; gli scontri fra l’esercito e i miliziani continuano a mietere vittime fra la popolazione ancora presente sul luogo. La situazione, che sta sempre più assumendo i contorni di una vera e propria catastrofe umanitaria, è aggravata dalla difficoltà di evacuare gli sfollati rimasti e ricoverarli in zone sicure attraverso appositi corridoi umanitari. L’OdG accoglie e condivide la posizione tenuta da San Marino, nel suo ruolo attivo di intermediario di pace nelle principali sedi internazionali. Lunedì scorso la Missione sammarinese a New York ha sostenuto una proposta di Risoluzione della Francia sulla creazione immediata di corridoi umanitari in Siria, al fine di assicurare l’accoglienza in zone sicure alla popolazione civile in fuga dal conflitto. La Risoluzione, che è stata approvata con voto unanime in seno al Consiglio di Sicurezza delle Nazioni Unite, prevede anche l’invio di personale umanitario dell’ONU ad Aleppo per garantire “un’evacuazione in dignità e in sicurezza, un accesso umanitario e la reale protezione dei civili”. Nell’OdG si fa inoltre riferimento all’incremento del Fondo per la Cooperazione allo Sviluppo Internazionale per il sostegno concreto agli sfollati siriani attraverso una sinergia fra pubblico e privato. In ottemperanza all’OdG, che chiede al Governo il massimo sforzo nelle sedi internazionali, è di oggi la co-sponsorizzazione in sede ONU di una proposta di Risoluzione del Liechtenstein, sulla creazione di un Meccanismo di responsabilità per i crimini commessi in Siria. La proposta, che verrà portata oggi in Assemblea Generale, ha ricevuto l’appoggio convinto di San Marino, fra i primi Stati ad aderire allo Statuto di Roma per la creazione della Corte Penale Internazionale. I crimini commessi in Siria sono infatti da considerarsi crimini contro l’umanità e devono essere perseguiti in quanto in violazione delle leggi umanitarie internazionali.   San Marino, 21 dicembre 2016/1716 d.f.R. 2017-01-22itNome responsabileReferenzaKeywordsSegreteria di Stato per gli Affari EsteriMessaggi di cordoglio a Turchia, Germania e Federazione Russahttp://www.esteri.sm/on-line/home/news/articolo1010916.html Questa mattina il Segretario di Stato agli Affari Esteri, Pasquale Valentini, ha indirizzato tre messaggi di cordoglio rispettivamente ai Ministri degli Affari Esteri della Turchia, della Federazione Russa e della Germania. In relazione agli attentati ad Ankara, unitamente al cordoglio Valentini ha manifestato al collega turco “la convinzione che solamente un’azione concertata di intensa cooperazione fra le Nazioni, che non ripaghi la violenza con la violenza, possa ristabilire un equilibrio duraturo dell’ordine globale”. Alla notizia della morte del diplomatico russo, vittima di un attentato terroristico in Turchia, il Segretario di Stato Valentini ha scritto al Ministro degli esteri della Federazione Russa per “i tragici fatti di Ankara, che nuovamente hanno riacceso una ferita che speravamo ormai in via di guarigione”. Nell’esprimere le condoglianze e la solidarietà personale e del Governo, Valentini ha rinnovato “la volontà di San Marino di prestare piena collaborazione nel contrasto ad ogni forma di violenza, pronta a disseminare sangue e terrore”. Infine, Valentini si è rivolto all’omologo tedesco con queste parole: “San Marino tutta si stringe attorno al suo Paese in segno di solidarietà e vicinanza in questo momento di grande dolore e smarrimento per il dramma che ha colpito la Germania. Quanto successo ieri sera a Berlino – ha aggiunto – ci riporta indietro di qualche mese, all’attentato compiuto a Nizza con le stesse modalità. Come allora, forte è lo sdegno per la perdita di innocenti e l’enorme numero dei feriti, per i quali ci auguriamo un pronto ristabilimento”.   San Marino, 20 dicembre 2016/1716 d.f.R. 2017-01-22itNome responsabileReferenzaKeywordsSegreteria di Stato per gli Affari Esteri