Segreteria di Stato per gli Affari Esteri - Repubblica di San Marinohttp://www.esteri.sm/on-line/rss.jsp?instance=2&channel=1000002&idArticleLevel=1000010&size=10&idXsl=3&node=1000042Notizie e comunicati della Segreteria di Stato per gli Affari EsteriAccordo con il Canadahttp://www.esteri.sm/on-line/home/news/articolo1010444.html Il Segretario di Stato per gli Affari Esteri, Pasquale Valentini e il Ministro degli Affari Esteri del Canada, Stéphane Dion, hanno firmato ieri, alla Missione Permanente del Canada presso le Nazioni Unite a New York, il Memorandum d’Intesa tra i due Paesi concernente il Programma Vacanza-Lavoro. Grazie alla firma dell’Intesa, i giovani provenienti dal Canada e da San Marino avranno ora maggiori opportunità di lavorare e viaggiare all'estero. Il nuovo accordo consentirà ai cittadini sammarinesi tra i 18 e i 35 anni di recarsi in vacanza in Canada e, contemporaneamente, di lavorare per un massimo di un anno; analoga opportunità sarà garantita ai giovani canadesi che vorranno soggiornare nella Repubblica di San Marino. “L’accordo concluso oggi – commenta il Segretario di Stato Valentini – apre nuove possibilità ai nostri giovani, che sempre più spesso manifestano il desiderio e l’esigenza di svolgere un periodo formativo e lavorativo all’estero. Tramite questa intesa, potranno integrare l’esperienza di viaggio con attività lavorative che, oltre che a garantire una forma di autosostentamento, potranno contribuire al perfezionamento del relativo profilo professionale.” San Marino, 22 settembre 2016/1716 d.f.R. 2016-09-30itNome responsabileReferenzaKeywordsSegreteria di Stato per gli Affari EsteriValentini condanna il lancio missilistico della Corea del Nordhttp://www.esteri.sm/on-line/home/news/articolo1010396.html Ancora una volta la Comunità Internazionale si è trovata di fronte a una grave violazione delle norme che regolano la condotta degli Stati sulla proibizione dei test nucleari. Con il più recente lancio missilistico, la Corea del Nord ha confermato la propria noncuranza per le disposizioni che vietano questo genere di pratica, così come lo stesso Consiglio di Sicurezza delle Nazioni Unite ha più volte ribadito attraverso apposite Risoluzioni. Dura la reazione del Segretario di Stato agli Affari Esteri, Pasquale Valentini, che esprime vicinanza alla Repubblica di Corea per questa ennesima grave violazione del diritto internazionale; un atto preoccupante, il secondo di quest’anno e il quinto nell’ultimo decennio, che mette a repentaglio la sicurezza e la pace internazionali. Gli sforzi della Comunità degli Stati, seriamente impegnati per la non proliferazione nucleare, sono oggi indirizzati a rispondere alle provocazioni e alle sfide provenienti dal leader nordcoreano, che mostra un comportamento irresponsabile votato all’autoisolamento, con gravi ripercussioni sull’intera popolazione. In questo gioco di squadra San Marino offrirà il proprio contributo affinché la stabilità della Comunità internazionale non venga ulteriormente minacciata. San Marino, 14 settembre 2016/1716 d.f.R. 2016-09-30itNome responsabileReferenzaKeywordsSegreteria di Stato per gli Affari EsteriValentini sul cessate il fuoco in Siriahttp://www.esteri.sm/on-line/home/news/articolo1010395.html Il Segretario di Stato agli Affari Esteri, Pasquale Valentini, in ottemperanza ai sentimenti e alle indicazioni più volte manifestati dalle Istituzioni e dal Popolo Sammarinesi, esprime viva soddisfazione per l'annunciato accordo sul cessate il fuoco in Siria, raggiunto tra Stati Uniti e Russia. Esprime altresì un incoraggiamento sentito per ogni sforzo che renda effettivo il cessate il fuoco e crei le premesse  per un negoziato di pace in quell'area così martoriata. Ogni minuto strappato alla guerra e ogni vita salvata dal fuoco delle armi hanno un valore incommensurabile da rendere intollerabile ogni esitazione. San Marino, 10 settembre 2016/1716 d.F.R. 2016-09-30itNome responsabileReferenzaKeywordsSegreteria di Stato per gli Affari EsteriPresentazione delle Lettere Credenziali per i nuovi Ambasciatori accreditatihttp://www.esteri.sm/on-line/home/news/articolo1010381.html Questa mattina, secondo il tradizionale protocollo, i nuovi Ambasciatori accreditati presso la Repubblica di San Marino hanno presentato le Lettere Credenziali agli Ecc.mi Capitani Reggenti, Gian Nicola Berti e Massimo Andrea Ugolini. La Cerimonia si è svolta a Palazzo Pubblico, nella Sala del Consiglio dei XII, dove il Segretario di Stato per gli Affari Esteri, Pasquale Valentini, ha presentato alla Reggenza, nell’ordine di accredito: S.E. Mammad Bahaddin Ahmadzada, Ambasciatore della Repubblica di Azerbaigian; S.E. Abdelhamid Senouci Bereksi, Ambasciatore della Repubblica Algerina Democratica e Popolare; S.E. Anila Bitri Lani, Ambasciatore della Repubblica di Albania. Il pomeriggio di ieri è stato invece riservato agli incontri bilaterali; i tre nuovi Diplomatici accreditati hanno intrattenuto colloqui con il Segretario di Stato Valentini e i funzionari del Dipartimento Affari Esteri, oltre che con i rappresentanti di Camera di Commercio. Infine, sempre nella giornata odierna, la dott.ssa Benedetta Nicolini ha prestato giuramento nelle mani della Reggenza: assumerà l’incarico di Console Onorario della Repubblica di San Marino a Rimini. San Marino, 9 settembre 2016/1716 d.f.R. 2016-09-30itNome responsabileReferenzaKeywordsSegreteria di Stato per gli Affari EsteriIncontro con il Direttore dell'Autorità Centrale per le adozioni di Albaniahttp://www.esteri.sm/on-line/home/news/articolo1010376.html Il Segretario di Stato agli Affari Esteri, Pasquale Valentini, ha accolto oggi, a Palazzo Begni, il Direttore dell’Autorità Centrale per le adozioni della Repubblica di Albania, Genci Tërpo. L’incontro si è sviluppato sulle possibilità di collaborazione nell’ambito delle adozioni internazionali di minori. San Marino e Albania sono entrambi parte della Convenzione dell’Aja sulla protezione dei minori e la cooperazione in materia di adozioni, che dal 1993 è il principale strumento giuridico a disposizione degli Stati in tale settore. Il Trattato impegna i Paesi aderenti a stabilire delle disposizioni comuni che garantiscano il rispetto dell’interesse superiore del minore e la trasparenza delle procedure adottive. In qualità di Rappresentante dell’Autorità Centrale Sammarinese per le adozioni, il Segretario di Stato Valentini ha avuto modo di confrontarsi con il Direttore Tërpo sulla possibilità di instaurare una cooperazione incisiva ed efficace che faciliti l’iter adottivo e che potrebbe eventualmente concretizzarsi in un apposito accordo bilaterale. Attraverso l’Ufficio per le Adozioni Internazionali istituito presso il Dipartimento Affari Esteri, San Marino ha attualmente in corso pratiche adottive con diversi paesi nel mondo membri della Convenzione dell’Aja. La possibilità di aprire un ulteriore canale di adozioni con la Repubblica albanese - Paese con il quale San Marino ha relazioni diplomatiche da ben quarant’anni - e quindi operare a stretto contatto con la sua Autorità Centrale attraverso l’Ufficio per le Adozioni Internazionali, rappresenterebbe un’ulteriore conferma della vicinanza fra i due Stati su un tema particolarmente delicato come quello delle adozioni e, indirettamente, la comune volontà di opporsi ad ogni tipo di traffico o sfruttamento. La giornata è stata scandita da ulteriori momenti di confronto. Il dott. Tërpo ha incontrato alcuni funzionari sammarinesi coinvolti negli iter adottivi, coordinati da Sylvie Bollini - funzionario incaricato dell’Ufficio per le Adozioni internazionali - alla presenza del Commissario della Legge, Gilberto Felici, del Direttore del Servizio Minori, Riccardo Venturini, e delle assistenti sociali della Tutela Minori, Laura Macina e Irene Mazza. Nel pomeriggio, infine, sono seguite le visite ad un plesso di Scuola d’Infanzia ed Elementare, al Reparto di Pediatria e al Servizio Minori, così come alle strutture sportive del “Multieventi Sport Domus”. San Marino, 8 settembre 2016/1716 d.f.R. 2016-09-30itNome responsabileReferenzaKeywordsSegreteria di Stato per gli Affari EsteriIl Segretario di Stato Valentini con la Reggenza in Visita di Stato in Montenegrohttp://www.esteri.sm/on-line/home/news/articolo1010367.html E’ iniziata con l’incontro con il Presidente della Repubblica S.E. Filip Vujanovic la Visita di Stato in Montenegro degli Ecc.mi Capitani Reggenti, Gian Nicola Berti e Massimo Andrea Ugolini. In mattinata una cerimonia solenne ha accolto al Palazzo Presidenziale i Capi di Stato e la Delegazione al seguito guidata dal Segretario di Stato per gli Affari Esteri Pasquale Valentini. La collaborazione in ambito bilaterale e nelle sedi multilaterali al centro degli incontri, prima del tête a tête tra i Capi di Stato, poi tra le due Delegazioni; in particolare, alla luce dei principi e dei valori che sono comuni alle rispettive identità statuali affacciate sull’Adriatico, sono state gettate le basi per intensificare una concreta cooperazione. Il settore turistico è indubbiamente oggetto di sensibile attenzione tra i due Governi, anche in riferimento alla più recente intesa bilaterale siglata; allo stesso tempo, riconoscendo l’attività e i risultati conseguiti nei rispettivi territori, le Parti hanno convenuto di sviluppare insieme un programma di collaborazione nei settori dell’educazione e delle scienze, così come necessaria è stata reputata la conclusione dell’Accordo in ambito fiscale, per l’abolizione delle doppie imposizioni. I rispettivi percorsi di maggior integrazione europea sono stati oggetto di scambi di vedute e di aggiornamento, per una valutazione allargata al ruolo dei più piccoli Stati europei e alle opportunità di confronto e di sostegno anche in tale ambito. Sono seguite riflessioni sull’Europa chiamata oggi ad affrontare le più grandi sfide globali dei flussi migratori e del terrorismo internazionale. Al termine degli incontri bilaterali sono state rese dai rispettivi Capi di Stato dichiarazioni alla stampa, che hanno confermato la volontà di rafforzare l’amicizia e la collaborazione, in considerazione delle tante affinità che uniscono due Paesi, divisi geograficamente dal Mare Adriatico, ma uniti da un comune patrimonio culturale, di valori e di obiettivi. La Delegazione sammarinese ha avuto altresì l’opportunità di visitare parte delle bellezze storiche e del patrimonio culturale montenegrino, quali il Museo del Re Nicola, la Cattedrale di San Trifone e il Museo Marittimo, guidata dal Ministro della Cultura, Pavle Goranović. Nel pomeriggio sono previsti una visita alla Città vecchia e ulteriori incontri con rappresentanti del Governo in ambito turistico, economico e culturale. San Marino, 5 settembre 2016/1716 d.f.R. 2016-09-30itNome responsabileReferenzaKeywordsSegreteria di Stato per gli Affari EsteriIncontro annuale con il Corpo Diplomatico e Consolare sammarinesehttp://www.esteri.sm/on-line/home/news/articolo1010353.html Nel pomeriggio si è svolto a Palazzo Begni l’annuale incontro con i Rappresentanti del Corpo Diplomatico e Consolare sammarinese su invito del Segretario di Stato per gli Affari Esteri; un appuntamento atteso che, oltre a rinsaldare il rapporto che lega ciascun Agente dello Stato alla Repubblica, vuol essere un’occasione di aggiornamento e di dibattito sui temi che afferiscono alla relativa sfera di attività. L’incontro di quest’anno, come di consueto, è stato aperto e condotto dal Responsabile della politica estera, Pasquale Valentini, e ha visto alternarsi, in qualità di relatori, le diverse figure dirigenziali del Dipartimento Affari Esteri, tra le quali il Direttore di Dipartimento e degli Affari Economici, Dario Galassi, il Direttore degli Affari Europei, Luca Brandi, e il Direttore degli Affari Politici, Federica Bigi. All’ordine del giorno il tema dell’aggiornamento sugli sviluppi del processo negoziale di San Marino e l’Unione Europea e il riferimento sulla presenza della Repubblica negli Organismi Internazionali. Il Segretario di Stato Valentini ha voluto sottolineare il valore e il significato degli incontri e l’obiettivo di favorire un’azione comune che possa esaltare le qualità e le potenzialità di San Marino, anche attraverso l’azione degli interlocutori all’estero, che offrono la prospettiva di come la Repubblica è percepita al di fuori dei suoi confini. Allo stesso tempo, Valentini ha ripercorso i più recenti passi che hanno caratterizzato il ruolo di San Marino nei rapporti bilaterali e all’interno dei principali Organismi Internazionali, richiamando la necessità di accompagnare la trasformazione in atto anche attraverso un’azione di politica estera che collochi San Marino tra i Paesi capaci di esprimere delle priorità, sia in termini ideali sia in termini di sostenibilità economica. Ampio spazio è stato dunque riservato ai funzionari del Dipartimento, che hanno sviluppato approfonditi riferimenti tecnici di alto interesse per la platea dei partecipanti. In relazione all’attuale processo di integrazione europea, il Direttore Brandi ha sottolineato i passaggi intervenuti a livello negoziale e illustrato un percorso già individuato, che richiede un collegamento costante e una presenza sempre più forte e qualificata nel rapporto con Bruxelles. In particolare, ha evidenziato i passaggi tecnico-giuridici che il SEAE richiede ai tre Stati associandi, ai fini di un puntuale e preciso recepimento dell’acquis dell’Unione nell’ordinamento interno; elemento, questo, che rappresenta uno dei punti cardine del processo di associazione in corso. Il Direttore Bigi, nella sua qualità di responsabile del rapporto con gli Organismi Internazionali, ha evidenziato, tra l’altro, le principali attività condotte nelle sedi strategiche, e dunque presso le Nazioni Unite a New York e Ginevra, presso il Consiglio d’Europa, presso la FAO e presso l’OSCE, e riferito in merito a precisi riscontri pervenuti dai rispettivi Capi Missione, dai quali si evince la fitta rete di relazioni, scambi e dibattiti che hanno condotto la Repubblica ad essere sempre più coinvolta e partecipe alle maggiori sfide globali. Il Direttore Galassi ha integrato gli aspetti relativi alla collaborazione all’interno degli Organismi internazionali con riferimenti specifici agli Organismi multilaterali di carattere economico finanziario, quali il Fondo Monetario e la Banca Mondiale, dando atto dei seguiti delle più recenti missioni intervenute a San Marino e delle valutazioni prodotte in termini di adeguamenti normativi e implementazioni di raccomandazioni ispirate alla trasparenza e allo scambio di informazioni finanziarie. I Rappresentanti del Corpo Diplomatico e Consolare sono stati poi ricevuti in Udienza dagli Eccellentissimi Capitani Reggenti, Gian Nicola Berti e Massimo Andrea Ugolini, che, introdotti dal Segretario di Stato Valentini, hanno pronunciato un proprio intervento. San Marino, 2 settembre 2016/1715 d.f.R. 2016-09-30itNome responsabileReferenzaKeywordsSegreteria di Stato per gli Affari EsteriSan Marino al fianco dell'Italia nell'emergenza terremotohttp://www.esteri.sm/on-line/home/news/articolo1010368.html La Segreteria di Stato per gli Affari Esteri, all’indomani del sisma che ha colpito una vasta area del centro Italia provocando vittime, feriti e devastazione, rende nota la preoccupazione del Governo e sua personale ed esprime profonda vicinanza e cordoglio all’amica Nazione Italiana. In mattinata il Segretario di Stato per gli Affari Esteri, Pasquale Valentini, ha indirizzato al Collega Italiano, Paolo Gentiloni, un accorato messaggio in cui, tra l’altro, esprime la convinzione “…che l’amica Nazione Italiana saprà affrontare l’emergenza con la consueta capacità di pronto intervento e di azione solidale in favore dei tanti cittadini coinvolti”. A tal riguardo, si informa che la Protezione Civile si è prontamente raccordata con l’Agenzia Regionale dell’Emilia Romagna, con la quale vige il rapporto più strutturato, offrendo disponibilità a collaborare attraverso gli strumenti di cui dispone e che, d’intesa con altre forze presenti in Repubblica, sta valutando come convogliare le differenti disponibilità offerte per prestare soccorso nei luoghi colpiti. Allo stesso tempo la sessione consiliare in corso proporrà nel pomeriggio l’adozione di un Ordine del Giorno per esprimere la solidarietà delle Istituzioni sammarinesi e per offrire una disponibilità a contribuire agli interventi che si renderanno necessari. San Marino, 24 agosto 2016/1715 d.f.R. 2016-09-30itNome responsabileReferenzaKeywordsSegreteria di Stato per gli Affari EsteriSan Marino sarà presente al "Meeting per l'Amicizia tra i Popoli"http://www.esteri.sm/on-line/home/news/articolo1010370.html Sarà il Presidente della Repubblica Italiana, Sergio Mattarella, ad inaugurare la XXXVII edizione del “Meeting per l’Amicizia fra i Popoli” dal titolo “Tu Sei un Bene per Me”, che prenderà avvio il prossimo venerdì 19 agosto presso la Fiera di Rimini. La Repubblica di San Marino anche quest’anno partecipa all’importante kermesse con un proprio stand promozionale situato, come nella precedente edizione, nel padiglione 1 adiacente alla zona mostre. In seguito al rapporto ormai fidelizzato con gli organizzatori del Meeting, San Marino avrà l’opportunità di presentare progetti, iniziative ed esporre prodotti tipici presso lo spazio messo a disposizione nello stand, così come di intervenire in alcuni eventi propri della manifestazione riminese. Quasi tutte le Segreterie di Stato hanno aderito all’appuntamento estivo riminese e ognuna si promuoverà attraverso iniziative ad hoc di cui all’allegato calendario di eventi. Presenze fisse, come consuetudine, saranno quelle dell’Ufficio Filatelico e Numismatico, dell’Università degli Studi, dell’Ufficio di Stato per il Turismo e del Dipartimento Industria, con la supervisione e il coordinamento della Segreteria di Stato agli Affari Esteri, che presenzierà lo stand in pianta stabile. L’Emittente Radiotelevisiva Sammarinese seguirà l’intera manifestazione e sarà altresì presente presso lo stand per alcuni talk show di approfondimento con relatori del Meeting ed Esponenti Istituzionali Sammarinesi. Si sottolinea, in particolare, l’arrivo degli Ecc.mi Capitani Reggenti nel pomeriggio di martedì 23 agosto; la Reggenza seguirà un programma appositamente predisposto dal Meeting con  la visita a mostre e incontri con i vertici dell’Organizzazione. Nello stesso pomeriggio, presso lo stand sammarinese, avrà luogo la presentazione e la degustazione dei prodotti enogastronomici del territorio. L’ingresso è gratuito; la cittadinanza è invitata a partecipare. San Marino, 17 agosto 2016/1715 d.F.R.   2016-09-30itNome responsabileReferenzaKeywordsSegreteria di Stato per gli Affari EsteriPosizione di San Marino verso la Turchiahttp://www.esteri.sm/on-line/home/news/articolo1010272.html La Segreteria di Stato per gli Affari Esteri, alla luce della grave situazione in Turchia a seguito del recente tentativo di colpo di stato, di cui il Segretario di Stato Valentini ha riferito in apertura della più recente sessione consiliare, rende nota la posizione tenuta da San Marino nelle diverse sedi internazionali presso le quali si svolge il relativo dibattito, vengono emesse dichiarazioni e adottate decisioni. A tal riguardo, nella giornata di mercoledì 20 luglio, la stessa Segreteria di Stato ha confermato e inoltrato la propria posizione di allineamento alla Dichiarazione dell’Unione Europea sulla Turchia, presentata nell’ambito della riunione del Consiglio Permanente OSCE di giovedì scorso a Vienna. L’UE condanna fermamente il colpo di stato, reitera il pieno sostegno alle legittime istituzioni del Paese e richiede la piena osservanza dell’ordine costituzionale turco, nel rispetto di tutte le istituzioni democratiche del Paese. Nell stessa dichiarazione, l’UE rileva l‘alto numero di vittime e si stringe al popolo turco, sollecitando il termine delle violenze e il ripristino della calma. In tale ambito, San Marino ha seguito l’ampio ed articolato dibattito che ha visto, tra l’altro, la Turchia esprimere la forte preoccupazione per la gravità della situazione al suo interno, reiterando la propria volontà di agire e proseguire nel rispetto dei diritti fondamentali della libertà e dello stato di diritto, ed affermando di aver abolito la pena di morte e di non voler fare passi indietro. Allo stesso modo, si sta seguendo da vicino e si partecipa alle attività del Consiglio d’Europa, che si richiamano al rispetto dei diritti umani e delle regole democratiche, opponendosi fermamente alla possibilità di ripristinare la pena di morte e di adottare trattamenti inumani e degradanti eventualmente previsti dalla repressione in atto. Tutti gli organismi dell’Organizzazione di Strasburgo hanno emesso proprie dichiarazioni di condanna del tentativo di colpo di stato ed il Presidente del Comitato dei Ministri ha sottolineato, tra l’altro, la disponibilità del Consiglio d’Europa per continuare ad assistere la Turchia sulla base dei principi della democrazia, dei diritti dell’uomo e dello stato di diritto. La Segreteria di Stato per gli Affari Esteri, alla luce della perdurante grave situazione e tenuto conto dell’ introduzione dello stato di emergenza per tre mesi, raccomanda ai propri connazionali che a qualunque titolo si trovassero nell’intera regione, la massima cautela negli spostamenti, la necessità di portare sempre con sé un valido documento di riconoscimento ed eventuali titoli di soggiorno in Turchia, nonché la necessità di tenersi sempre informati sui media internazionali e locali sugli sviluppi della situazione. San Marino, 22 luglio 2016/1715 d.f.R. 2016-09-30itNome responsabileReferenzaKeywordsSegreteria di Stato per gli Affari Esteri