Segreteria di Stato per gli Affari Esteri - Repubblica di San Marinohttp://www.esteri.sm/on-line/rss.jsp?instance=2&channel=1000002&idArticleLevel=1000010&size=10&idXsl=3&node=1000042Notizie e comunicati della Segreteria di Stato per gli Affari EsteriValentini in plenaria al Vertice Umanitario Mondialehttp://www.esteri.sm/on-line/home/news/articolo1009976.html Il Segretario di Stato per gli Affari Esteri, Pasquale Valentini, in questi giorni a Istanbul per partecipare al Primo Vertice Umanitario Mondiale - fortemente voluto dal Segretario Generale delle Nazioni Unite - è intervenuto in mattinata in plenaria. Valentini ha sottolineato l’impegno di un Paese che si riconosce nei principi dell’intervento umanitario e che sostiene le strategie globali di cooperazione solidale, indirizzate a promuovere l’accoglienza e a rispondere agli appelli di emergenza in favore delle popolazioni che soffrono e soprattutto delle fasce più deboli e indifese. Nel proprio intervento il Responsabile della politica estera sammarinese ha dato atto di un impegno parlamentare e governativo fermamente intenzionato a sostenere le iniziative delle Organizzazioni internazionali e della società civile nel campo degli aiuti umanitari, per superare la frammentazione dei progetti e per riaffermare i valori della dignità e dell’integrità della persona umana. Da qui il netto rifiuto della guerra e il richiamo costante al primato del dialogo quale unica strada per la prevenzione e la risoluzione dei conflitti; un particolare accento, inoltre, è stato posto sulla necessità di promozione di ambiti di riflessione e confronto sulle cause dei conflitti che determinano le emergenze umanitarie, anche al fine di approfondire il peso degli squilibri nella distribuzione della ricchezza, nonché il ruolo svolto dalle peculiarità delle economie dei paesi più sviluppati. Sulla scia dei più forti moniti lanciati da 65 rappresentanti di Stati e di Governi, e in linea anche con quanto pronunciato dal Cardinale Segretario di Stato Pietro Parolin, portavoce nell’assise internazionale di Papa Francesco, San Marino ha dunque condiviso la necessità che dalle parole si passi ai fatti, e si possa offrire una vera e propria “lezione di umanità” per “costruire un mondo più umano”. La Repubblica è uno dei 177 Stati partecipanti che condividono “l’Agenda per l’Umanità” lanciata nell’occasione dallo stesso Segretario Generale delle Nazioni Unite, e che chiama i leader mondiali a un impegno concreto immediato, per realizzare un effettivo progresso entro i prossimi tre anni. “Ci auspichiamo - ha detto il Segretario di Stato Valentini - che Istanbul possa rappresentare una tappa strategica per un rinnovato impegno globale e favorire l’assunzione di una piena responsabilità verso le crisi e i drammi che affliggono il mondo”. San Marino ha portato al Vertice il proprio status di Paese saldamente ancorato ai principi del diritto umanitario e del sostegno ai più deboli ed ora condivide l’attesa un incisivo cambiamento nelle politiche economiche e culturali, che sappiano porre al primo posto delle agende mondiali la sicurezza degli individui, attraverso il pieno riconoscimento e il rispetto della dignità dell’esistenza umana. A latere dell’Assise internazionale, San Marino ha sostenuto alcune iniziative provenienti, tra le altre, dal Liechtenstein e dagli USA, relative a temi già assunti dalla Repubblica in ambito ONU e riconducibili al proprio impegno in favore della lotta contro il genocidio, i crimini di guerra e contro l’umanità, partecipando altresì a tavole rotonde su argomenti incentrati sull’applicazione del diritto umanitario. San Marino, 24 maggio 2016/1715 d.f.R. 2016-05-29itNome responsabileReferenzaKeywordsSegreteria di Stato per gli Affari EsteriSan Marino partecipa al I Vertice Umanitario Mondialehttp://www.esteri.sm/on-line/home/news/articolo1009977.html E’ imminente l’apertura del Primo Vertice Umanitario Mondiale della storia, che prenderà il via lunedì 23 maggio ad Istanbul. A rappresentare San Marino sarà il Segretario di Stato agli Affari Esteri. Valentini sarà accompagnato dai funzionari della Direzione Affari Politici e Diplomatici del Dipartimento Affari Esteri. L’appuntamento di Istanbul, primo nel suo genere su temi umanitari, si terrà al più alto livello di rappresentanza politica e radunerà le massime autorità di tutto il mondo, leader della società civile, imprese e organizzazioni umanitarie in una chiamata globale all’azione voluta dal Segretario Generale delle Nazioni Unite Ban Ki-moon. Gli obiettivi principali che il Summit si propone fanno riferimento agli impegni già assunti dalla Comunità degli Stati per quanto riguarda l’universalità dei principi umanitari. Il Vertice dovrà conferire ispirazione e nuovo vigore, fungere da stimolo per attuare un insieme di azioni concrete, tali da permettere ai Paesi di prepararsi e rispondere in maniera adeguata alle crisi e ad essere resilienti agli shock. Sarà il luogo ideale dove condividere le buone pratiche, soprattutto quelle che pongono le persone colpite e sofferenti al centro dell’azione umanitaria. Il Summit mondiale è la prima concreta risposta all’impegno che il mondo aveva concordato nel 2015 con la definizione degli Obiettivi per lo Sviluppo Sostenibile: ‘non lasciare indietro nessuno’. Saranno gli stessi leader ad annunciare i loro impegni verso milioni di persone esposte a conflitti e disastri, a lanciare nuove partnership tese a salvare vite, a dare rilievo a innovazioni capaci di alleviare le sofferenze e sostenere l’umanità in tempi di crisi. La Repubblica di San Marino, nella consapevolezza dell’estrema gravità dell’attuale situazione mondiale e del dovere che incombe anche sul nostro piccolo Stato di fare la propria parte, ha scelto di condividere con tutto il Paese le preoccupazioni e le proposte del Consiglio Grande e Generale attraverso un dibattito che ha portato all’adozione unanime di un Ordine del Giorno che fissa gli impegni per San Marino e dei quali il Segretario di Stato agli Esteri si farà portavoce. Il Vertice mondiale terminerà il 24 maggio, anche se nella realtà la sua azione non si esaurirà ad Istanbul. La sua conclusione non rappresenterà la fine di un processo, quanto piuttosto il punto di partenza. L’Incontro di alto livello sulle Migrazioni e i Rifugiati del prossimo settembre offrirà infatti un’altra opportunità per integrare e rafforzare i risultati del Summit. Vi è inoltre un numero di processi intergovernativi che costituiscono un’opportunità per informare i Membri e discutere i risultati del Summit, tra cui, sempre in abito ONU, l’ECOSOC e l’Assemblea Generale. San Marino, 20 maggio 2016/1715 d.f.R. 2016-05-29itNome responsabileReferenzaKeywordsSegreteria di Stato per gli Affari EsteriConcorso ONU “Young Professionals Programme (YPP)”http://www.esteri.sm/on-line/home/news/articolo1009975.html La Segreteria di Stato agli Affari Esteri informa i giovani cittadini sammarinesi della possibilità di partecipare al concorso “Young Professionals Programme (YPP)”, indetto dalle Nazioni Unite. Il concorso consente di accedere ai gradi iniziali della carriera all’interno del Segretariato delle Nazioni Unite (P-1, P-2); si rivolge a giovani di età non superiore ai 32 anni al 31 dicembre 2016, con almeno una laurea di primo livello relativa alla disciplina d’esame e un’ottima conoscenza della lingua inglese o francese. I gruppi occupazionali oggetto di selezione per l’anno 2016 sono: affari economici (compreso sviluppo sostenibile) e tecnologia dell’informazione e delle telecomunicazioni (ITC). I candidati potranno presentare la propria domanda di partecipazione direttamente sul sito http://careers.un.org entro il 19 luglio 2016. Il Segretariato opererà una prima selezione delle domande sulla base di nazionalità, età, curriculum vitae e conoscenza della lingua. Verranno accettati solo 40 candidati della stessa nazionalità per ogni gruppo occupazionale; nel caso pervenissero più domande, il Segretariato procederà a una seconda scelta. L’esame consisterà in una prova scritta, che si terrà il 14 dicembre 2016, e in un colloquio orale, al quale si potrà accedere solo superando la prova scritta, entrambi in lingua inglese o francese. La prova scritta, della durata di 4 ore e 30 minuti, prevede una parte generale, comune ad entrambi i gruppi occupazionali, e una parte specifica per ciascun gruppo (sul sito http://careers.un.org è possibile consultare alcune prove scritte degli anni precedenti). Il numero di candidati che verranno assunti non è predefinito. I candidati che supereranno entrambe le prove verranno iscritti in una lista dalla quale l'Organizzazione attingerà in relazione a esigenze di organico e saranno impiegati, per un periodo iniziale di due anni, al Segretariato o presso le altre sedi delle Nazioni Unite. I posti verranno assegnati sulla base della graduatoria, indipendentemente dalla nazionalità del candidato. Per maggiori informazioni visionare il sito http://careers.un.org San Marino, 20 maggio 2016/1715 d.F.R. 2016-05-29itNome responsabileReferenzaKeywordsSegreteria di Stato per gli Affari EsteriConcorso per 3 posti di tutor dei Soggiorni Culturalihttp://www.esteri.sm/on-line/home/news/articolo1009978.html La Segreteria di Stato per gli Affari Esteri e la Consulta dei Cittadini Sammarinesi all’estero promuovono un bando di concorso per n. 3 posti di tutor nell’ambito dell’edizione 2016 dei Soggiorni Culturali per giovani sammarinesi residenti all’estero, che si svolgeranno dal 6 al 26 luglio pp.vv. I tre posti disponibili per le lingue richieste (inglese, francese e spagnolo) saranno assegnati sulla base dei titoli presentati e dopo un colloquio con un’apposita Commissione che verificherà la conoscenza della lingua, la disponibilità e l’attitudine dei candidati alla particolarità del servizio da svolgere. Il giudizio della Commissione è insindacabile. Sono requisiti indispensabili per essere ammessi alla selezione: essere cittadino sammarinese ovvero cittadino italiano residente a San Marino; essere laureato o laureando in lingue straniere o scuola interpreti, oppure essere madrelingua (inglese, francese, spagnola)  in possesso di titolo di studio di scuola media superiore, con buona conoscenza della lingua italiana; avere un’età compresa tra i 24 e i 35 anni; essere disponibili a seguire i partecipanti anche nei giorni festivi e in orari serali. Le domande di ammissione, redatte in carta semplice, dovranno pervenire a mezzo servizio postale A/R o consegnate a mano, entro e non oltre il termine delle ore 14.00 del 2 giugno 2016, presso il Dipartimento Affari Esteri - Ufficio per i Rapporti con le Comunità all’Estero - Contrada Omerelli, 17 - Città di San Marino. Nella domanda, possibilmente dattiloscritta, il candidato deve dichiarare: a) nome, cognome, luogo e data di nascita, recapito e numero telefonico; b) di accettare integralmente le norme contenute nel presente bando. La domanda deve essere accompagnata da: -   un certificato di cittadinanza sammarinese ovvero un certificato di residenza per i cittadini italiani; -   copia del diploma di laurea in lingue straniere o copia del certificato d’iscrizione per laureandi con elenco degli esami sostenuti oppure, se madrelingua, copia del diploma di scuola media superiore. I candidati verranno contattati telefonicamente circa la data in cui si svolgeranno i colloqui. Al termine delle selezioni la Commissione redigerà, per ogni lingua, una graduatoria che resterà affissa presso l’Ufficio per i Rapporti con le Comunità all’Estero, ove i candidati potranno prenderne visione. I tre vincitori dovranno far pervenire la propria accettazione entro tre giorni dall’affissione della graduatoria. L’ammontare del compenso è di EURO 1.800,00= al lordo di trattenute. Per ulteriori informazioni gli interessati potranno rivolgersi all’ Ufficio Rapporti con le Comunità all’Estero – Dipartimento Affari Esteri  –  Tel. 0549 882219/882210. San Marino, 18 maggio 2016/1715 d.f.R. 2016-05-29itNome responsabileReferenzaKeywordsSegreteria di Stato per gli Affari Esteri45° anniversario delle relazioni ufficiali con la Cinahttp://www.esteri.sm/on-line/home/news/articolo1009882.html Ricorre oggi il 45° anniversario dell’allacciamento delle relazioni ufficiali fra la Repubblica di San Marino e la Repubblica Popolare Cinese. A Roma, presso la sede dell’Ambasciata sammarinese, il Cons. Marina Emiliani ha ricevuto questa mattina il Capo dell’Ufficio Politico dell’Ambasciata cinese, Bi Jiangshan, che le ha consegnato un messaggio di congratulazioni a firma del Ministro degli Esteri cinese. In risposta alla lettera indirizzatagli dal Segretario di Stato Valentini, il Ministro Wang Yi ha espresso il proprio compiacimento per la lunga amicizia che lega due Paesi alquanto diversi, che tuttavia hanno saputo lavorare insieme per creare opportunità di sviluppo e di crescita condivise. Un rapporto duraturo, che si è alimentato negli anni, e che oggi costituisce “un valido esempio di coesistenza armoniosa e di sostegno reciproco fra Paesi grandi e piccoli”. L’auspicio del Segretario di Stato Valentini è di progredire in questa direzione, intensificando ulteriormente le già ottime relazioni ed estendendole ai campi di interesse comune, nell’intento di mantenere alto il livello di eccellenza nei rapporti fra i due Stati e il loro impegno nella Comunità internazionale. San Marino, 6 maggio 2016/1715 d.f.R. 2016-05-29itNome responsabileReferenzaKeywordsSegreteria di Stato per gli Affari EsteriPresentazione di "Enchanting India"http://www.esteri.sm/on-line/home/news/articolo1009881.html Nella mattinata di mercoledì 11 maggio, a Palazzo Begni, l’Ambasciata della Repubblica Indiana presenterà il progetto “Enchanting India”, organizzato in collaborazione con le Segreterie di Stato agli Affari Esteri e al Turismo. L’iniziativa ha lo scopo di avvicinare i due Paesi attraverso una migliore conoscenza degli aspetti più caratteristici della loro cultura: da una parte l’India, con le sue città e i suoi siti archeologici, i monumenti, le espressioni artistiche tipiche del lontano Oriente e il suo sviluppo nel corso dell’ultimo ventennio; dall’altra San Marino, con la sua testimonianza di libertà e democrazia, intimamente legata alle Istituzioni e alle tradizioni millenarie. Alle presentazioni multimediali seguiranno interventi focalizzati sui rispettivi sistemi economici e finanziari; per San Marino relazionerà il Direttore della Camera di Commercio. Gli interessati a partecipare potranno fare richiesta via posta elettronica all’indirizzo cristina.felici.dipaffariesteri@pa.sm o contattare il numero 0549 88 22 29. San Marino, 6 maggio 2016/1715 d.f.R. 2016-05-29itNome responsabileReferenzaKeywordsSegreteria di Stato per gli Affari EsteriFirmato l'Accordo sul turismo col Montenegrohttp://www.esteri.sm/on-line/home/news/articolo1009869.html E’ stato firmato questa mattina, presso la sede dell’Ambasciata di San Marino a Roma, l’Accordo in materia di cooperazione turistica tra il Governo della Repubblica di San Marino e il Governo della Repubblica di Montenegro. A sottoscrivere l’Intesa sono stati l’Ambasciatore sammarinese, S.E. Daniela Rotondaro, e l’Ambasciatore del Montenegro, S.E. Antun Sbutega, recentemente accreditato anche sul Titano con la presentazione delle Lettere Credenziali all’Ecc.ma Reggenza. L’Accordo riconosce il valore del turismo per le rispettive economie e stabilisce la necessità di promuovere un’attiva cooperazione in tale ambito tesa ad ampliare le amichevoli relazioni già esistenti, sviluppando ulteriormente la collaborazione e la mutua conoscenza. Per San Marino si tratta di un’ulteriore importante occasione per diffondere la conoscenza del proprio patrimonio storico e culturale che, dal 2008, è iscritto nella prestigiosa lista dei siti UNESCO Patrimonio dell’Umanità. L’avvio delle relazioni diplomatiche tra i due Paesi risale al 2006, dopo che San Marino ha riconosciuto lo status di indipendenza del Montenegro rispetto alla Serbia. In questo decennio la collaborazione multilaterale negli Organismi di cui entrambi i Paesi sono membri è notevolmente cresciuta. A livello bilaterale sono attualmente in corso i negoziati per la sottoscrizione di due  importanti Accordi: uno di Cooperazione Culturale, l’altro contro la doppia imposizione fiscale, che dovrebbero concludersi a breve. Secondo il rapporto del Consiglio Mondiale del Turismo 2015, che analizza i trend di crescita nei 184 paesi dove il turismo è un settore strategico, il Montenegro è tra le prime tre destinazioni mondiali con un previsto tasso di sviluppo per i prossimi 10 anni molto elevato. Oggi il Paese dei Balcani è inserito come Destination of Excellence, anche per il proprio contributo al turismo sostenibile. Cospicui investimenti sono stati realizzati per il miglioramento delle infrastrutture stradali e del sistema di approvvigionamento idrico, che hanno reso il Paese più appetibile per i numerosi visitatori che annualmente si recano in Montenegro. Nell’anno 2014 il contributo totale del settore del turismo al PIL del Paese è stato pari al 20%, generando un importo di circa 730 milioni di euro, con una crescita di circa l’1,2% rispetto all'anno precedente. San Marino, 5 maggio 2016/1715 d.f.R. 2016-05-29itNome responsabileReferenzaKeywordsSegreteria di Stato per gli Affari EsteriBando di concorso per 5 posti di Segretario d’Ambasciata presso il Dipartimento Affari Esterihttp://www.esteri.sm/on-line/home/news/articolo1009830.html La Segreteria di Stato per gli Affari Esteri comunica che è stato pubblicato oggi il bando di concorso per 5 posti di Segretario d’Ambasciata alle dipendenze del Dipartimento Affari Esteri, rivolto a tutti i cittadini sammarinesi, ovunque residenti, che siano in possesso dei requisiti previsti. Il bando è disponibile al seguente indirizzo: https://www.pa.sm/on-line/download.jsp?idDocument=43083978&instance=42 Le domande devono pervenire entro e non oltre le ore 14.00 del 6 giugno prossimo alla Direzione Generale della Funzione Pubblica, alla quale gli interessati possono rivolgersi per avere chiarimenti e maggiori informazioni. San Marino, 29 aprile 2016/1715 d.f.R. 2016-05-29itNome responsabileReferenzaKeywordsSegreteria di Stato per gli Affari EsteriIncontro con delegazione di "Europe Echanges"http://www.esteri.sm/on-line/home/news/articolo1009872.html Il Segretario di Stato agli Affari Esteri, Pasquale Valentini, ha accolto oggi una delegazione proveniente dal Comune di Bois-Guillaume, in Normandia, accompagnata dal Capitano e da un membro di Giunta del Castello di Domagnano. Nel 2013, in Francia, le due amministrazioni locali hanno sottoscritto una “Carta di Amicizia” secondo di dettami di Europe Echanges. L’associazione, nata mezzo secolo fa, riunisce 39.000 abitanti di 7 comuni normanni, promuovendo l’amicizia, la solidarietà, la fratellanza e gli scambi con altre realtà europee ed extraeuropee. L’obiettivo è approfondire la conoscenza reciproca, dal punto di vista culturale, turistico e sportivo, puntando innanzitutto sulle giovani generazioni. Per dare continuità al progetto avviato 3 anni fa con San Marino, in questi giorni la delegazione è in visita in Repubblica, ospite del Castello di Domagnano, per valutare insieme anche l’ipotesi di un gemellaggio fra le due municipalità. A Palazzo Begni sono convenuti il Presidente di Europe Echanges, Benoit Moulin, il Vicesindaco della cittadina di Bois-Guillaume, nonché responsabile della Commissione Italia per Europe Echanges, Véronique Barbier, e Anne Lemoine, membro della stessa Commissione. Il Segretario di Stato ha rimarcato l’importanza di costruire la grande casa europea partendo proprio dalle piccole realtà; operazione che sarà tanto più facile quanto più potrà contare sull’amicizia, l’impegno e il contributo di tutti, anche dei più piccoli. L’attenzione deve essere posta - ha continuato Valentini - proprio sulla dimensione umana dell’Europa, che va protetta e salvaguardata. I Paesi devono aiutarsi in maniera vicendevole, l’uno con l’altro, affinché la ricchezza di cui ciascuno è portatore possa essere aperta alla condivisione, e non rimanga invece privilegio di pochi, così da diventare pretesto per ogni forma di conflitto. San Marino, 22 aprile 2016/1715 d.f.R. 2016-05-29itNome responsabileReferenzaKeywordsSegreteria di Stato per gli Affari EsteriSan Marino ha un nuovo Ambasciatore in Vaticanohttp://www.esteri.sm/on-line/home/news/articolo1009753.html Si è svolta oggi, in Vaticano, la cerimonia di presentazione delle Lettere Credenziali da parte del nuovo Ambasciatore di San Marino presso la Santa Sede. Maria Alessandra Albertini, accompagnata dai familiari più stretti, ha incontrato il Santo Padre nella sua Biblioteca privata. Nelle sue mani ha consegnato le Lettere a firma degli Ecc.mi Capitani Reggenti, con le quali la Reggenza manifesta la decisione di accreditare il Rappresentante diplomatico sammarinese, nel desiderio di rafforzare i già ottimi rapporti di amicizia fra i due Paesi e di intensificare la collaborazione attraverso nuove e più ampie convergenze anche nel comune impegno a livello internazionale. Un’accoglienza paterna e un colloquio intenso sono stati riservati dal Santo Padre all’Ambasciatore, che nell’occasione ha voluto rappresentare l’ammirazione e l’abbraccio fraterno delle Istituzioni e del Popolo sammarinesi al Pontefice per la sua instancabile azione pastorale. Papa Francesco ha avuto parole di elogio per il nostro Paese; si è mostrato particolarmente interessato alla condizione sociale dei giovani sammarinesi, ai quali ha rivolto parole di speranza e fiducia per il futuro. Infine, prima di congedarsi, il neoambasciatore ha invitato il Santo Padre a salire presto in Repubblica; invito che il Pontefice ha mostrato di prendere in seria considerazione.   Dal 1926, anno in cui viene istituita una Legazione sammarinese presso la Santa Sede, a distanza di sessant’anni esatti, il 6 febbraio 1986, le relazioni bilaterali si elevano al livello diplomatico. Nel novembre dello stesso anno viene nominato il I Ambasciatore di San Marino, Giovanni Galassi, che svolgerà il suo incarico per oltre un ventennio. A succedergli, nel febbraio 2008, sarà Sante Canducci e infine, nel periodo aprile 2014 - ottobre 2015, Clelio Galassi. Nella sua seduta del 15 marzo scorso, su proposta del Segretario di Stato agli Affari Esteri, il Congresso di Stato ha nominato Ambasciatore della Repubblica presso la Santa Sede Maria Alessandra Albertini. Il neoambasciatore in Vaticano è un agente diplomatico di carriera dal 1993; dal 1989 esercita la propria attività presso il Dipartimento Affari Esteri e dall’agosto 2014 è Direttore degli Affari Giuridici con il grado di Ministro Plenipotenziario. San Marino, 14 aprile 2016/1715 d.f.R. 2016-05-29itNome responsabileReferenzaKeywordsSegreteria di Stato per gli Affari Esteri