Segreteria di Stato per gli Affari Esteri - Repubblica di San Marinohttp://www.esteri.sm/on-line/rss.jsp?instance=2&channel=1000002&idArticleLevel=1000010&size=10&idXsl=3&node=1000042Notizie e comunicati della Segreteria di Stato per gli Affari EsteriBando per tirocini retribuiti presso la Commissione Europeahttp://www.esteri.sm/on-line/home/news/articolo1012975.html La Segreteria di Stato agli Affari Esteri rende noto che le Istituzioni europee hanno emesso un bando di selezione per tirocini retribuiti presso la Commissione Europea nel periodo 1° ottobre 2019 - 29 febbraio 2020, aperti anche a cittadini di Paesi Terzi rispetto all’Unione Europea. I termini di iscrizione per l’accesso alle selezioni scadranno il 4 febbraio prossimo. Nell’apposita sezione del sito della Commissione Europea riservata alle opportunità formative ( https://ec.europa.eu/stages/ ) sono disponibili tutte le informazioni per inoltrare domanda. Visto il particolare momento storico, che vede il Paese fortemente impegnato sul fronte europeo nel negoziato con l’Unione Europea ai fini di un Accordo di Associazione, la Segreteria di Stato invita i giovani sammarinesi, residenti e non, a valutare questa importante possibilità di stage. San Marino, 16 gennaio 2019/1718 d.f.R. 2019-01-22itNome responsabileReferenzaKeywordsSegreteria di Stato per gli Affari EsteriPrecisazioni in merito all’organizzazione dei Soggiorni Culturalihttp://www.esteri.sm/on-line/home/news/articolo1012966.html La Segreteria di Stato per gli Affari Esteri intende fornire alcune precisazioni in merito alle preoccupazioni espresse circa la riduzione dello stanziamento per l’organizzazione dei Soggiorni Culturali. I Soggiorni Culturali rappresentano un appuntamento calendarizzato nelle attività della Segreteria di Stato e del Dipartimento Affari Esteri; l’intenzione è certamente quella di continuare a sostenere e promuovere l’articolata esperienza formativa, che da 39 anni fortifica il particolare legame fra la Repubblica e le sue Comunità di sammarinesi nel mondo. Anche per il 2019, dunque, i Soggiorni Culturali verranno rinnovati ed agli stessi saranno garantiti il medesimo programma formativo e il medesimo supporto logistico. Vi è infatti la piena condivisione,  - e dunque l’impegno attivo per garantirne  la migliore riuscita - degli obiettivi proposti, in primis, quello di potenziare ulteriormente il relativo programma formativo, per incrementare la conoscenza della storia, delle tradizioni e delle opportunità della terra di origine nei giovani sammarinesi residenti all'estero. Il lieve contenimento, nello stanziamento del capitolo dedicato all’iniziativa, tiene conto dell'ottimizzazione della gestione delle risorse economiche, mediante anche una più accorta organizzazione dei viaggi, ed è allineato alle spese effettivamente sostenute, facilmente rendicontabili, per l'organizzazione degli stessi negli ultimi anni. Anche in questa occasione, il Segretario di Stato Nicola Renzi, nel confermare la piena disponibilità a valutare eventuali proposte provenienti al riguardo dalle Comunità sammarinesi, ribadisce con convinzione la bontà e il valore dei Soggiorni Culturali, intesi come importante esperienza formativa e valido investimento sulle giovani generazioni, con l’impegno e la volontà di continuare a sostenerli ed implementarli negli anni a venire. San Marino, 14 gennaio 2019/1718 d.f.R.   2019-01-22itNome responsabileReferenzaKeywordsSegreteria di Stato per gli Affari EsteriRicerca di una soluzione condivisa per l’empasse del Decreto Sicurezzahttp://www.esteri.sm/on-line/home/news/articolo1012951.html I Segretari di Stato agli Affari Esteri e agli Affari Interni hanno consegnato questa mattina due diverse missive, direttamente nelle mani dell’Ambasciatore d’Italia a San Marino, Guido Cerboni, indirizzate rispettivamente al Ministero degli Affari Esteri e al Vice Presidente del Consiglio, Matteo Salvini. Lettere che fanno seguito all’intenso lavoro diplomatico di queste settimane, alla ricerca di una soluzione ottimale e condivisa ai problemi sorti dopo l’approvazione dell’articolo 29 bis del Decreto Sicurezza italiano, che ha introdotto il divieto di circolazione per veicoli con targa straniera guidati da chi è residente in Italia da oltre 60 giorni. Una disposizione che sta creando notevoli difficoltà ad imprese, lavoratori frontalieri e privati cittadini, costretti per diverse ragioni (famigliari, di studio, di sicurezza o di salute) a lasciare condurre le proprie auto da chi risulti residente in territorio italiano. La proposta del Segretario di Stato per gli Affari Esteri, Nicola Renzi, è quella di addivenire ad un vero e proprio Scambio di Note, che possa consentire di arrivare ad una sospensione della norma in questione, in attesa di un auspicato provvedimento legislativo. Il Segretario degli Interni, Guerrino Zanotti, rivolge al Ministro Salvini un invito a condividere non solo la preoccupazione sammarinese ma anche il percorso politico-diplomatico intrapreso con lo Scambio di Note. Nella stessa mattinata, la pubblicazione della circolare del Ministero dell'Interno che reca indicazioni operative per l'applicazione delle norme riguardanti la circolazione stradale, è stata accolta con ampia soddisfazione dal Segretario di Stato Renzi, quale particolare segno di attenzione e di accoglimento da parte italiana alle richieste espresse da San Marino. L'ordinanza riconosce la sussistenza di una questione aperta su San Marino che ha necessità d'essere attentamente verificata; prevede infatti, al punto 13 dell'Allegato 3, l'approfondimento della normativa, per verificare l'eventuale estraneità della Repubblica all'ambito di applicazione delle norme, anche in virtù dei rapporti particolari e di buon vicinato italo-sammarinesi. San Marino, 10 gennaio 2019/1718 d.f.R. 2019-01-22itNome responsabileReferenzaKeywordsSegreteria di Stato per gli Affari EsteriRisposta del Segretario di Stato all'interpellanzahttp://www.esteri.sm/on-line/home/news/articolo1012946.html “Tutto si è svolto nella massima trasparenza, sia per gli atti di Governo e sia per l’Azienda Autonoma di Stato per i Servizi e il Governo non ha alcuna intenzione di realizzare una Centrale Elettrica a San Marino”. Il Segretario di Stato agli Affari Esteri, Nicola Renzi, ha fornito precisa risposta a tutti i punti contenuti nella interrogazione presentata dai consiglieri del gruppo Rete-MDSI, sui rapporti con l’Azerbaiijan e la SOCAR, la compagnia petrolifera di Stato dell’Azerbaijan.   Fra i due Paesi è stato sottoscritto un Memorandum d’Intesa nel maggio scorso, in occasione della visita ufficiale a Baku del Segretario di Stato Renzi, in cui si sono gettate le basi per una serie di collaborazioni in campo politico, economico, agricolo, finanziario, educativo, scientifico, tecnologico, culturale, turistico, sanitario e consolare. Del Memorandum, che ha valenza di carattere generale ed è preliminare ad eventuali negoziazioni future, è stata data ampia comunicazione in sede di Commissione Consiliare Permanente Affari Esteri, nella seduta del 25 giugno 2018.   Successivamente, nel mese di novembre, il Presidente Federico Crescentini ha sottoposto al Consiglio di Amministrazione dell’Azienda Autonoma di Stato per i Servizi, un Accordo con la compagnia energetica azera SOCAR, considerato che il Memorandum tra i due Paesi prevedeva anche la cooperazione nei settori dell'energia, compresa l'energia rinnovabile, e dei trasporti. Tenuto conto che non prevedeva alcun impegno economico e nessuna eventuale penale in caso di recesso, il CdA dell’AASS ha autorizzato il Presidente a sottoscrivere il documento, sottolineando la necessità di compiere adeguate verifiche di fronte ad una eventuale proposta economica e commerciale.   In merito alla richiesta dei consiglieri di Rete-MDSI sulla opportunità di collaborazione fra le due Aziende energetiche, il Segretario Renzi ricorda la partecipazione di SOCAR al progetto TAP, il gasdotto trans-adriatico, che sarà operativo nel 2020 e che fornirà circa 10 miliardi di metri cubi di gas naturale all’anno a numerosi Paesi, fra cui l’Italia, consentendo loro una maggiore diversificazione delle fonti di approvvigionamento. “Gli attuali azionisti del progetto – sottolinea Renzi - sono Snam (italiana, per il 20%), Bp (inglese, per il 20%), Socar (azera, per il 20%), Fluxys (belga, per il 19%), Enagás (spagnola, per il 16%) e Axpo (svizzera, per il 5%).     San Marino, 10 gennaio 2019/1718 d.f.R. 2019-01-22itNome responsabileReferenzaKeywordsSegreteria di Stato per gli Affari EsteriBando "Bucerius Summer School"http://www.esteri.sm/on-line/home/news/articolo1012939.html La Segreteria di Stato per gli Affari Esteri è lieta di portare a conoscenza dei giovani sammarinesi una nuova opportunità di formazione all’estero loro riservata. L’associazione intitolata a Gerd Bucerius, politico e giornalista tedesco, padre fondatore del settimanale Die Zeit, promuove il 19° seminario estivo sulla Governance Mondiale. Le lezioni si svolgeranno presso la “Bucerius Summer School”, sedi di Amburgo e Berlino, dal 18 al 31 agosto 2019. Il corso si rivolge a giovani diplomatici, manager, rappresentanti politici, giornalisti, attivisti e accademici, con esperienza nei propri ambiti professionali e un’età compresa tra i 28 e i 35 anni. Le lezioni affronteranno le questioni sociali, economiche e politiche nell’attuale contesto globale attraverso testimonianze di rappresentanti di alto profilo provenienti dal mondo accademico, delle imprese e delle istituzioni e con la metodologia dei workshop interattivi. Maggiori informazioni su modalità e contenuti del corso sono disponibili sul sito della Scuola: https://www.bucerius-summer-school.com  Requisiti indispensabili per la partecipazione sono l’ottima conoscenza della lingua inglese (scritta e orale), la cittadinanza sammarinese o la residenza e la disponibilità a seguire il corso nella sua intera durata. Il candidato avrà a proprio carico le sole spese di viaggio. Per tutte le altre spese (trasferimenti interni, vitto e alloggio) sarà l'Istituto promotore a provvedere. Per candidarsi, occorre inviare all’indirizzo di posta elettronica dipartimentoaffariesteri@pa.sm entro e non oltre il 18 febbraio p.v. la seguente documentazione: - copia di un documento di identità; - curriculum vitae con recapiti; - fototessera; - lettera motivazionale; specificando nell’oggetto della email “Bucerius Summer School - candidatura di… (nominativo del candidato)”. Il Dipartimento Affari Esteri esaminerà le domande a suo insindacabile giudizio. Ai fini della selezione e ad integrazione delle domande pervenute potrebbe essere richiesto un colloquio telefonico. Concluso il processo di selezione, entro il termine del 1° marzo 2019 il Dipartimento comunicherà a tutti i candidati l’esito della selezione e procederà congiuntamente con il candidato prescelto alla compilazione online della domanda di iscrizione al corso. Si specifica che la selezione da parte del Dipartimento Affari Esteri non garantisce la partecipazione al corso, per la quale è comunque necessario il benestare dell’Istituto promotore. Per ulteriori informazioni contattare il Dipartimento Affari Esteri: dipartimentoaffariesteri@pa.sm - 0549885457. San Marino, 9 gennaio 2019/1718 d.f.R. 2019-01-22itNome responsabileReferenzaKeywordsSegreteria di Stato per gli Affari EsteriMessaggio della Reggenza al Santo Padre per la 52° Giornata mondiale della Pacehttp://www.esteri.sm/on-line/home/news/articolo1012970.html In occasione della 52° Giornata Mondiale della Pace, che si celebra il 1° gennaio 2019, come di consueto, attraverso i canali diplomatici, è pervenuto il Messaggio augurale del Pontefice che quest’anno ha per titolo: “La buona politica è al servizio della Pace”. I Capitani Reggenti, S.E. Mirko Tomassoni e S.E. Luca Santolini, hanno indirizzato al Santo Padre l’allegato messaggio di risposta, unitamente agli auguri di un’altrettanto fruttuosa prosecuzione dell’alta missione pontificia. San Marino, 1° gennaio 2019/1718 d.f.R.   2019-01-22itNome responsabileReferenzaKeywordsSegreteria di Stato per gli Affari EsteriSospeso temporaneamente l’obbligo di rientro per i cittadini Ucraini che vivono a San Marinohttp://www.esteri.sm/on-line/home/news/articolo1012971.html Le attuali condizioni politico-sociali in Ucraina hanno messo fortemente a rischio l’incolumità dei cittadini di quel Paese e, conseguentemente, per le persone originarie di quello Stato attualmente soggiornanti nella Repubblica di San Marino per ragioni di lavoro. È  per non mettere a repentaglio la loro incolumità fisica, che il Governo sammarinese ha ritento di sospendere temporaneamente l’obbligo previsto dalla legge in materia (Legge n. 118/2010), che imponeva loro il rientro nel Paese d’origine alla scadenza del regolare permesso di soggiorno, prima di ottenere un eventuale rinnovo.   Con la delibera del Congresso di Stato, adottata questa mattina, si è ritenuto di sospendere tale obbligo, in via straordinaria e temporanea, per quei cittadini ucraini il cui permesso di soggiorno sia già scaduto a far data da oggi o in scadenza entro il 31 dicembre 2019.   Sarà l’Ufficio Stranieri della Gendarmeria a rilasciare, per coloro che ne faranno specifica richiesta, un nuovo permesso di soggiorno per motivi di lavoro.   “Un doveroso atto di buon senso – ha commentato il Segretario di Stato per gli Affari Esteri, Nicola Renzi – per evitare situazioni gravi e spiacevoli per tutte quelle cittadine e cittadini ucraini che lavorano nel nostro Paese, sia come assistenti alla famiglia, sia come lavoratori occupati in settori importanti della nostra economia e le loro famiglie”   San Marino, 27 dicembre 2018/1718 d.f.R. 2019-01-22itNome responsabileReferenzaKeywordsSegreteria di Stato per gli Affari Esteri"Sereno Variabile" a San Marino: sabato 22 dicembre alle 13:30 su Rai 2http://www.esteri.sm/on-line/home/news/articolo1012908.html Sabato 22 dicembre, alle ore 13.30 su RAI 2 andrà in onda una puntata di "Sereno Variabile" interamente dedicata a San Marino. Il presentatore storico del programma più longevo della TV, Osvaldo Bevilacqua, condurrà i telespettatori alla scoperta della storia, dell'arte, dei sapori e delle millenarie tradizioni della Serenissima. Il programma RAI dedicato al turismo si calerà nella magica atmosfera del "Natale delle Meraviglie", con una suggestiva passeggiata fra palazzi istituzionali, negozi e casette di legno allestite per il periodo più bello dell'anno. Da grande amico e profondo conoscitore delle usanze sammarinesi, Bevilacqua  ha saputo coinvolgere gli stessi abitanti che, attraverso informali chiacchierate e simpatici aneddoti, hanno saputo far emergere la proverbiale autenticità e lo spirito di ospitalità che contraddistingue questa Antica Repubblica.     San Marino, 20 dicembre 2018/1718 d.f.R. 2019-01-22itNome responsabileReferenzaKeywordsSegreteria di Stato per gli Affari EsteriVerso Expo Dubai 2020: premiati i concept proposti dall'Università di San Marino per il padiglione del Titano e lanciata una nuova iniziativahttp://www.esteri.sm/on-line/home/news/articolo1012972.html La data di apertura del 20 ottobre 2020 si avvicina e il percorso di San Marino verso l’Expo di Dubai si arricchisce di nuovi contenuti che ‘uniscono le menti creando futuro’, dando vita al tema di fondo della prossima Esposizione universale.   Così è stato per il Creative Youth Programme, che si conclude con la premiazione di oggi. Il gruppo “Sputnik”, con il progetto di una San Marino ideale, intesa come fucina di idee da realizzarsi con il contributo dell’intera comunità, è stato decretato quale miglior concept di Padiglione fra quelli presentati dagli studenti dell’Ateneo sammarinese. A stabilirlo, una commissione di esperti internazionali riunitasi nelle settimane scorse a Dubai. Secondo classificato il gruppo “Light up the future”, che ha dato voce a spazio e colore nella realizzazione della propria San Marino. Il terzo posto è stato assegnato al gruppo “Osmotic”, che ha valorizzato le connessioni culturali del Paese.   Il programma, riservato agli studenti universitari, ha coinvolto 45 iscritti all’Ateneo sammarinese, coadiuvati dai loro docenti e tutor, nel periodo giugno-novembre 2018. La partecipazione a una competizione internazionale di livello ha assicurato a tutti loro l’acquisizione di esperienza unita alle competenze, a integrazione del loro percorso curriculare.   Il Segretario di Stato per gli Affari Esteri, il Rettore dell’Università e il Commissario generale per Expo 2020 hanno espresso il proprio compiacimento per l’opportunità che è stata colta, che ha confermato l’alta qualità formativa dell’Ateneo sammarinese e la sua capacità di essere a servizio del Paese.   Il Padiglione di San Marino, che verrà realizzato direttamente da Expo Dubai 2020 a partire dalle idee e dalle proposte concepite dal gruppo vincitore del concorso e dagli altri finalisti, sarà collocato nell’area del sito espositivo denominata Opportunità .   Alla premiazione si aggiunge oggi il lancio ufficiale di una nuova opportunità offerta da Expo Dubaii 2020, rivolta in particolare alle imprese ma anche ad altri soggetti del nostro territorio, quali le associazioni, le istituzioni pubbliche e i privati: il Global Best Practice Programme. Si tratta di un programma dedicato alle migliori pratiche, promosso con lo slogan “Piccoli passi, grandi balzi - soluzioni semplici per un impatto sostenibile”: una piattaforma che mette in evidenza progetti innovativi per soluzioni tangibili alle sfide più cogenti. La piattaforma raccoglierà e promuoverà iniziative semplici ma efficaci per contribuire a concretizzare alcuni degli Obiettivi di Sviluppo Sostenibile (i Sustainable Development Goals dell’Agenda 2030 delle Nazioni Unite), che possano essere adattate ai diversi contesti, replicate e riproposte su scala più ampia, al fine di aumentarne sensibilmente l’impatto complessivo. “Le migliori pratiche per un 2030 migliore” saranno fruibili a Dubai durante il semestre espositivo (20 ottobre 2020 - 10 aprile 2021), nel grande Padiglione istituzionale dedicato al tema “Opportunità” e nel sito ufficiale dell’Expo, e divulgate dai mezzi di comunicazione di massa prima e durante l’Esposizione. Inoltre, i titolari delle buone pratiche saranno protagonisti a Dubai di appositi eventi dedicati alla loro promozione.   Le domande di adesione al programma sono ammesse fino al 20 marzo 2019, direttamente tramite il sito www.expo2020dubai.com/best-practice-programme   Per ricevere maggiori informazioni è possibile inoltrare richiesta all’Ufficio del Commissariato Generale presso l’Agenzia per lo Sviluppo Economico - Camera di Commercio della Repubblica di San Marino: sanmarinoexpo2020@gov.sm     San Marino, 19 dicembre 2018/1718 d.f.R. 2019-01-22itNome responsabileReferenzaKeywordsSegreteria di Stato per gli Affari EsteriCooperazione internazionale e diritti dell'uomo alla Conferenza ONU di Marrakechhttp://www.esteri.sm/on-line/home/news/articolo1012902.html La Segreteria di Stato per gli Affari Esteri rimarca con convinzione la correttezza istituzionale che ha condotto il Segretario di Stato Nicola Renzi a prendere parte alla più recente conferenza dell’ONU sul Global Compact, nell’assunto che non si possa prescindere dalla cooperazione internazionale per garantire una risposta fondata sul rispetto dei diritti dell’uomo, della sicurezza e dignità cui ogni essere umano ha diritto. La partecipazione della Repubblica a Marrakech si inscrive, tra l’altro, nel solco degli indirizzi politici espressi dal Consiglio Grande e Generale con l’ordine del giorno dello scorso marzo; O.d.G. che fa espresso richiamo al multilateralismo e al valore che San Marino ad esso rivolge. Nessun adempimento dunque che non si collochi nella storica e condivisa posizione internazionale della Repubblica, che crede e si adopera sui grandi temi, quale quello relativo al fenomeno migratorio, per soluzioni concertate e condivise dall’intera Comunità internazionale. Con la sua presenza a Marrakech, San Marino ha inteso rimarcare la posizione di un Paese che, in quanto parte della Comunità degli Stati, è consapevole dei propri valori e delle proprie responsabilità e che crede nel multilateralismo. La Segreteria di Stato per gli Affari Esteri sottolinea nuovamente che il Patto firmato dalla Repubblica non è giuridicamente vincolante, ma rappresenta un documento di indirizzo; al suo interno sono contenuti principi ispiratori che non mettono in alcun modo in discussione la sovranità nazionale di ciascuno Stato di agire sulla tematica come più si ritiene opportuno. La partecipazione al Global Compact ha dunque cercato di fotografare la situazione attuale per valutare in maniera condivisa le problematiche e per cercare di fare proposte concrete; pertanto l’adesione all’importante Conferenza internazionale - si intende rimarcare con piena convinzione - non significa concedere ospitalità ai migranti, ma fare in modo che le migrazioni siano ordinate e regolate. E questo nell’impegno comune a lottare contro le migrazioni clandestine. San Marino, 17 dicembre 2018/1718 d.f.R. 2019-01-22itNome responsabileReferenzaKeywordsSegreteria di Stato per gli Affari Esteri