Segreteria di Stato per gli Affari Esteri - Repubblica di San Marinohttp://www.esteri.sm/on-line/rss.jsp?instance=2&channel=1000002&idArticleLevel=1000010&size=10&idXsl=3&node=1000042Notizie e comunicati della Segreteria di Stato per gli Affari EsteriCerimonia di Insediamento Reggenza - accrediti stampahttp://www.esteri.sm/on-line/home/news/articolo1012712.html Lunedì 1° ottobre p.v. si svolgerà la Cerimonia di Insediamento degli Ecc.mi Capitani Reggenti, Mirco Tomassoni II e Luca Santolini I, secondo il protocollo allegato. Gli operatori dell’informazione interessati a seguire la Cerimonia dovranno inoltrare domanda di accredito entro il 26 settembre p.v. all’indirizzo ufficiostampa@esteri.sm specificando il proprio nominativo, la qualifica (giornalista – cameraman – fotografo – tecnico), la testata, il paese. Coloro che non hanno mai fatto richiesta di accredito per seguire una cerimonia istituzionale in Repubblica, dovranno inviare anche la scansione del proprio documento di riconoscimento in corso di validità o della propria tessera professionale. Agli operatori dell’informazione accreditati verrà rilasciato un pass di accesso alle diverse fasi della Cerimonia. Il ritiro del pass potrà avvenire nella mattinata di venerdì 28 settembre p.v. presso l’Ufficio Stampa del Dipartimento Affari Esteri (Palazzo Begni, contrada Omerelli n. 31, centro storico di San Marino - tel. 0549 882225). Si evidenzia, infine, che per avere accesso a Palazzo Pubblico e alla Basilica del Santo è d’obbligo un abbigliamento adeguato.   San Marino, 21 settembre 2018/1718 d.f.R. 2018-09-22itNome responsabileReferenzaKeywordsSegreteria di Stato per gli Affari EsteriLettere Credenziali per quattro nuovi ambasciatori accreditatihttp://www.esteri.sm/on-line/home/news/articolo1012711.html Nel pomeriggio di oggi, secondo il tradizionale protocollo, i nuovi Ambasciatori accreditati presso la Repubblica di San Marino hanno presentato le Lettere Credenziali agli Ecc.mi Capitani Reggenti, Stefano Palmieri e Matteo Ciacci. La Cerimonia si è svolta a Palazzo Pubblico, nella Sala del Consiglio dei XII, dove il Segretario di Stato per gli Affari Esteri, Nicola Renzi, ha presentato alla Reggenza, nell’ordine di accredito: S.E. Václav Kolaja, Ambasciatore non residente della Repubblica Ceca; S.A.R. il Principe Faisal bin Sattam bin Abdulaziz Al Saud, Ambasciatore non residente del Regno dell’Arabia Saudita; S.E. Konrad Głęnocki, Ambasciatore non residente della Repubblica di Polonia; S.E. Sidi Mohamed Hamed, Ambasciatore non residente della Repubblica Islamica di Mauritania. La Cerimonia è stata preceduta dagli incontri a Palazzo Begni. Con ciascun nuovo accreditato il Segretario di Stato per gli Affari Esteri si è intrattenuto a colloquio sui temi propri del rapporto bilaterale, evidenziandone gli aspetti prioritari e le prospettive di collaborazione futura, anche sul piano del partenariato fra i rispettivi Paesi in progetti strategici e nell’ottica del percorso di progressiva internazionalizzazione. San Marino, 21 settembre 2018/1717 d.f.R. 2018-09-22itNome responsabileReferenzaKeywordsSegreteria di Stato per gli Affari EsteriInaugurazione mostra di pittura di Giuseppe Regginihttp://www.esteri.sm/on-line/home/news/articolo1012705.html Venerdì 21 settembre, alle ore 18, presso la Chiesetta di Villa Manzoni a Dogana, si terrà l'inaugurazione della personale di Giuseppe Reggini. La mostra dell’artista sammarinese è patrocinata dalla Segreteria di Stato per gli Affari Esteri ed è concretamente sostenuta da Banca di San Marino. Giuseppe Reggini è un artista dalla formazione autodidatta, un pittore figurativo moderno i cui soggetti preferiti sono figure, ritratti, paesaggi, marine e nature morte. Il maestro d’arte ha partecipato a collettive nazionali e internazionali, oltre che a numerosi concorsi. La mostra, che rimarrà aperta fino al 21 ottobre 2018, esporrà una selezione di dipinti di vari soggetti, fra i quali suggestive vedute del monte Titano e opere che hanno ottenuto significativi riscontri di critica. La cittadinanza è invitata a prendere parte all’evento, al cui termine è previsto un buffet. Orari di visita dell’esposizione: dal lunedì al venerdì, dalle ore 9 alle 12 e dalle 16 alle 18; il sabato dalle ore 10 alle 13 e dalle 14 alle 18   San Marino, 18 settembre 2018/1718 d.f.R. 2018-09-22itNome responsabileReferenzaKeywordsSegreteria di Stato per gli Affari EsteriLa Reggenza in visita alle Comunità di cittadini sammarinesi negli USAhttp://www.esteri.sm/on-line/home/news/articolo1012678.html L’Ecc.ma Reggenza è di rientro dal viaggio negli Stati Uniti d’America, dove si è recata la scorsa settimana per una visita privata e di amicizia alle Comunità sammarinesi di New York e Detroit, accompagnata da una delegazione di cui è parte anche il Direttore del Dipartimento Affari Esteri, Roberta Valli. Le Comunità hanno invitato l’Ecc.ma Reggenza alla Festa della Fondazione della Repubblica, che quest’anno coincideva con i festeggiamenti dell’80° anniversario del San Marino Social Club di Detroit: due ricorrenze importanti per i sammarinesi presenti in America, che rappresentano momenti di alto valore sociale per gli iscritti. Lo spirito che anima le Comunità di New York e Detroit è lo stesso che, agli inizi del secolo scorso, ha dato impulso alla loro costituzione: solidarietà e contatto fra concittadini vicini e lontani dalla madrepatria e, soprattutto, rispetto per le tradizioni sammarinesi e celebrazione delle grandi ricorrenze istituzionali. Gli Stati Uniti, dopo l’Italia, hanno ospitato il numero più consistente di sammarinesi, almeno un quarto del totale della popolazione emigrata. Gli Ecc.mi Capitani Reggenti hanno incontrato i concittadini della Fratellanza Sammarinese di New York nella giornata di mercoledì scorso, intrattenendosi alla cena sociale organizzata dal Console Roberto Balsimelli. Nata nel 1935, la Fratellanza fa capo agli Stati del Connecticut, New Jersey e Rhode Island. New York, capitale del commercio, è stata una delle mete privilegiate dell’emigrazione sammarinese fin dall’inizio del XX secolo, scelta soprattutto dettata dall’aspettativa di un miglioramento sociale ed economico. La permanenza dei Capitani Reggenti a New York è stata caratterizzata da ulteriori momenti di confronto con i sammarinesi residenti e dalla visita ad alcuni luoghi simbolo della metropoli, fra cui Ground Zero e Memorial, a ricordo dei tragici fatti dell’11 settembre 2001, e la sede delle Nazioni Unite, accompagnati dall’Ambasciatore di San Marino negli Stati Uniti e Rappresentante Permanente presso l'ONU, Damiano Beleffi. Nella serata di sabato, presso la sede del Social Club, a Troy, si sono svolti i festeggiamenti dei sammarinesi residenti a Detroit: il Club rappresenta il luogo di ritrovo utilizzato anche dalla Comunità - attualmente la più numerosa con i suoi 1208 iscritti - per l’organizzazione di eventi sociali e feste, progettato e costruito su ispirazione del Palazzo Pubblico di San Marino. L’accoglienza riservata alla Reggenza e alla sua delegazione dagli oltre 400 convenuti è stata estremamente calorosa. Tra gli intervenuti erano presenti il Console Vincenzina Toccaceli Crescentini, il Presidente della Comunità Sammarinese di Detroit, Maria Theresa Maiani Giulianelli, e il Presidente del San Marino Social Club, Leo Ciavatta. Le LLEE Stefano Palmieri e Matteo Ciacci hanno ricambiato il gradito invito con i propri saluti istituzionali e uno scambio di omaggi, a suggellare lo spirito di vicinanza e la solidità dei rapporti fra i tanti sammarinesi emigrati in America e la Repubblica. Nel corso della serata, la Reggenza ha avuto modo di intrattenersi con i numerosi concittadini, che hanno mostrato vivo interesse e grande affezione. San Marino, 10 settembre 2018/1718 d.f.R.   2018-09-22itNome responsabileReferenzaKeywordsSegreteria di Stato per gli Affari EsteriPresentata la IV edizione del Corso di Alta Formazione in Processi di Internazionalizzazionehttp://www.esteri.sm/on-line/home/news/articolo1012673.html E’ stata presentata questa mattina, a Palazzo Begni, la IV edizione del “Corso di Alta Formazione UNIRSM in Processi di Internazionalizzazione”.   Il Segretario di Stato per gli Affari Esteri, Nicola Renzi, e il Magnifico Rettore dell’Università degli Studi, Corrado Petrocelli, hanno espresso la loro personale soddisfazione per il proficuo sodalizio fra l’Università della Repubblica di San Marino, la Segreteria di Stato per gli Affari Esteri e l’Agenzia per lo Sviluppo Economico - Camera di Commercio di San Marino.   Il corso intende offrire una conoscenza più mirata e approfondita del processo di internazionalizzazione, asse portante delle strategie aziendali insieme all’altro aspetto cruciale dell’innovazione. L’approccio alle strategie di internazionalizzazione passa attraverso la trasmissione di strumenti concettuali e l’analisi di casi pratici, utili all’acquisizione di competenze e conoscenze spendibili per il successo aziendale all’estero.   Direttore scientifico del Corso di Alta Formazione sarà il Prof. Massimo Ferdinandi. Confermate anche per questa nuova edizione le 130 ore di lezione, curate da qualificati docenti universitari, diplomatici e dirigenti di aziende multinazionali.   Una delle principali novità didattiche dell'edizione 2018/2019 del Corso è rappresentata dall’insegnamento “L’Internazionalizzazione delle imprese e destinazioni turistiche”, a testimonianza della crescente attenzione verso uno dei motori dello sviluppo economico della Repubblica di San Marino.   Al termine del corso avrà luogo un esame scritto volto a selezionare gli studenti più meritevoli cui destinare un tirocinio all’estero presso aziende che operano a livello internazionale, individuate per il tramite di rappresentanti diplomatici e consolari della Repubblica. Proprio in questo momento 3 tirocinanti della scorsa edizione stanno svolgendo il proprio periodo di formazione all’estero in aziende di Manila (Filippine) e Hanoi (Vietnam). Tale possibilità costituisce un elemento altamente qualificante di un progetto didattico rivolto alla nuove generazioni che rientra nell’attività di internazionalizzazione del Paese, cui la Segreteria di Stato per gli Affari Esteri presta particolare attenzione. Ciò al fine sia di assecondare gli operatori economici sammarinese nel processo di espansione all’estero, sia di favorire l’insediamento a San Marino di investitori esteri, che avranno bisogno di essere seguiti da personale professionalmente qualificato e attrezzato alle nuove sfide. Inoltre, per sperimentare quanto appreso in aula, il programma di studio prevede la redazione a gruppi di un ‘project work’: un piano di internazionalizzazione da redigersi presso selezionate aziende sammarinesi. Il rilascio del diploma sarà esclusivamente subordinato a un monte ore minimo di frequenza e alla presentazione del project work.   Viene altresì confermato il servizio di counseling per gli studenti per il tramite della pagina Facebook del Corso: una piattaforma virtuale in grado di mettere in contatto gli studenti con un gruppo di qualificati professionisti dei processi di internazionalizzazione.   Il Corso di Alta Formazione prevede come requisito minino il diploma di scuola secondaria superiore ed è aperto a cittadini sammarinesi e non. La quota di iscrizione è di Euro 820. Il corso prenderà avvio il 9 novembre 2018 e terminerà il 22 marzo 2019; le iscrizioni, già attive, sono da effettuarsi online sul sito web dell’Università degli Studi di San Marino (www.unirsm.sm/corsointernazionale), e resteranno aperte fino al 28 settembre pv. Le lezioni si terranno presso la nuova sede dell’UNIRSM al World Trade Center (WTC) di Dogana, il venerdì pomeriggio e il sabato mattina.   Per ulteriori informazioni: Dipartimento di Economia, Scienze e Diritto dell’Università degli Studi della Repubblica di San Marino Sito web: www.unirsm.sm/corsointernazionale Tel. 0549 888116 Email: corsointernazionale@unirsm.sm ORARI: dal lunedì al venerdì / 08.30 - 13.30   San Marino, 5 settembre 2018/1718 d.f.R. 2018-09-22itNome responsabileReferenzaKeywordsSegreteria di Stato per gli Affari EsteriIncontro annuale con il Corpo Diplomatico e Consolare Sammarinesehttp://www.esteri.sm/on-line/home/news/articolo1012657.html Si è tenuto nel pomeriggio, a Palazzo Begni, l’incontro annuale della Segreteria di Stato e del Dipartimento Affari Esteri con il Corpo Diplomatico e Consolare Sammarinese, su invito del Segretario di Stato per gli Affari Esteri, Nicola Renzi. Introdotto dal Responsabile della politica estera, l’incontro ha visto una prima parte dedicata all’aggiornamento sullo stato del negoziato in corso con l’Unione Europea, in vista del perfezionamento dell’Accordo di Associazione di San Marino, Monaco e Andorra con l’Unione medesima; tale riferimento è stato offerto dal Direttore degli Affari Europei, Luca Brandi. Il Direttore del Cerimoniale Diplomatico, Silvia Berti, ha svolto una relazione incentrata su funzioni, ruoli e servizi del Corpo Diplomatico e Consolare. E’ poi seguita un’articolata presentazione del Segretario Particolare del Segretario di Stato per gli Affari Esteri, Michele Andreini, che ha svolto una relazione sulle residenze elettive e sui progetti futuri di investimento. Il Segretario di Stato per l’Industria, Andrea Zafferani, ha messo in luce le iniziative del Governo per lo sviluppo economico della Repubblica. Infine, il Direttore dell’Ufficio di Stato Brevetti e Marchi, Silvia Rossi, ha preso la parola per illustrare le procedure nazionali e internazionali di registrazione di marchi, brevetti e disegni o modelli industriali, l’attività dell'ufficio e i progetti futuri. A conclusione della giornata, i Rappresentanti del Corpo Diplomatico e Consolare saranno ricevuti in Udienza dagli Eccellentissimi Capitani Reggenti, Stefano Palmieri e Matteo Ciacci. San Marino, 2 settembre 2018/1717 d.f.R.   2018-09-22itNome responsabileReferenzaKeywordsSegreteria di Stato per gli Affari EsteriAl via la II edizione di “Stringere i legami tra i cittadini sammarinesi”http://www.esteri.sm/on-line/home/news/articolo1012679.html Sono in partenza i due giovani sammarinesi, Gionata Santi e Giacomo Santi, vincitori del bando organizzato dalle nove Giunte di Castello e dalla Consulta dei cittadini sammarinesi all’estero, che visiteranno dal 1° al 16 settembre 2018 tutte le Comunità francesi e la Comunità belga.   Il progetto ha come principale obiettivo quello di mettere in contatto diretto i giovani ragazzi residenti con i cittadini delle Comunità Sammarinesi all’estero per scoprire le tradizioni tramandate di generazione in generazione, la realtà quotidiana e veicolare in Repubblica il valore aggiunto acquisito.   I due ragazzi, che saranno ospiti delle famiglie delle Comunità, dovranno utilizzare durante tutto il viaggio i Social Network per documentare giornalmente i diversi momenti sociali e culturali e produrre, al termine dell’esperienza, un video che sarà presentato al pubblico.   Il viaggio inizierà con la prima tappa a Bordeaux per proseguire poi il 4 settembre verso Parigi. Da qui il trasferimento in treno verso Brusselles per la visita all’unica Comunità belga. L’8 settembre la tappa verso Tiercelet nell’est della Francia e il 10 si proseguirà verso Metz. Infine il 13 settembre si arriverà a Grenoble, da dove i due giovani rientreranno, il 16 settembre, a San Marino.   San Marino, 10 settembre 2018/1718 d.f.R. 2018-09-22itNome responsabileReferenzaKeywordsSegreteria di Stato per gli Affari EsteriIncontro di aggiornamento sulla struttura carceraria di San Marinohttp://www.esteri.sm/on-line/home/news/articolo1012681.html Si è tenuto oggi a Palazzo Begni un incontro convocato dai Segretari di Stato per gli Affari Esteri, per gli Affari Interni e per il Territorio, vertente sull’attuale struttura carceraria. Alla presenza dei tre Segretari di Stato e dei rispettivi funzionari sono stati affrontati i punti relativi alle criticità strutturali di detta struttura, anche alla luce dei più recenti accadimenti, al contratto di locazione della medesima, ai provvedimenti necessari per assicurare la miglior prosecuzione dei servizi al suo interno, così come alle valutazioni sul progetto del nuovo carcere, che si vuole realizzare nei tempi più brevi. San Marino, 30 agosto 2018/1717 d.f.R. 2018-09-22itNome responsabileReferenzaKeywordsSegreteria di Stato per gli Affari EsteriPrecisazioni relative al titolo apparso in data odierna sul quotidiano "La Serenissima"http://www.esteri.sm/on-line/home/news/articolo1012649.html La Segreteria di Stato per gli Affari Esteri e la Giustizia, a fronte del titolo apparso stamane sul quotidiano “La Serenissima”, relativo alla recente evasione dal carcere della Repubblica, sottolinea la necessità di riportarne la corretta interpretazione. A tal riguardo si precisa che al momento non è stata negata l’estradizione in capo al cittadino italiano Achille Lia; si sottolinea, di nuovo, che la domanda di estradizione, in data 23 agosto u.s., inoltrata a codesta Segreteria di Stato da parte delle Autorità giudiziarie sammarinesi è stata trasmessa nella stessa giornata all’Ambasciata d’Italia per il successivo invio alle competenti Autorità giudiziarie italiane. Nulla di più al momento, poiché la procedura di valutazione di detta domanda richiede tempi tecnici e procedure che, ovviamente, non sono immediate. Allo stesso tempo, non sono saltati accordi e trattati bilaterali in materia, ma gli stessi, nella materia dell’estradizione, vengono superati dall’applicazione della normativa internazionale, come descritto nel precedente comunicato emesso nella giornata di ieri, di cui si riporta stralcio: "[...] l’Autorità Giudiziaria sammarinese ha pertanto provveduto a formulare richiesta di estradizione alla corrispondente Autorità Italiana, a mente dell’art. 12 della Convenzione europea di estradizione, fatta a Parigi il 13 dicembre 1957 e ratificata, per Parte Italiana il 6 agosto 1963 e per Parte sammarinese, 16 giugno 2009. [...] All’art. 28, la Convenzione abroga espressamente tutti i preesistenti trattati, convenzioni o accordi bilaterali vigenti in materia tra gli Stati parte. Nessuna riserva in merito è ad oggi in vigore né per parte sammarinese, né per parte Italiana: conseguentemente devono ritenersi abrogate le disposizioni in materia di estradizione contenute nella Convenzione di amicizia e buon vicinato fra San Marino e Italia del 31 marzo 1939. [...] si precisa altresì che la Legge sammarinese n.41 del 3 marzo 2014 – Norme in materia di estradizione – all’art. 1 sancisce la preminenza delle Convenzioni internazionali in materia rispetto alla legislazione nazionale." San Marino, 28 agosto 2018/1717 d.f.R. 2018-09-22itNome responsabileReferenzaKeywordsSegreteria di Stato per gli Affari EsteriPrecisazioni relative ai provvedimenti adottati in seguito alla recente evasione dal Carcere dei Cappuccini di San Marinohttp://www.esteri.sm/on-line/home/news/articolo1012647.html La Segreteria di Stato per gli Affari Esteri e la Giustizia interviene per fornire alcune precisazioni relative ai provvedimenti adottati in seguito all’evasione dal Carcere dei Cappuccini di due detenuti, Ahmetovic Albano e Achille Lia, quest’ultimo detenuto italiano in espiazione di pena a San Marino, fermato in Italia il 23 agosto scorso grazie all’attivazione dei canali di collaborazione internazionale di polizia e rilasciato, non avendo alcuna pendenza penale in territorio italiano. Si precisa che, a seguito della segnalazione, sono stati attivati e mantenuti costanti i contatti tra l’Organo di Polizia italiano e il Corpo della Gendarmeria sammarinese. La necessità di garantire i capisaldi della giustizia, della sicurezza e del rispetto delle norme, ancor più quando afferiscono la sfera dei diritti umani fondamentali, passa - in uno Stato di diritto - dalla certezza della pena e dalla risolutezza dello Stato nel perseguire il reo. Nel caso di specie, la Segreteria di Stato per la Giustizia non poteva e non può esimersi dal procedere con efficacia al perseguimento degli evasi, autori di quei reati predatori alla cui prevenzione e repressione lo Stato sta lavorando con successo a garanzia della sicurezza dei suoi cittadini e responsabili di una evasione dal carcere attuata con inaudite intimidazioni e  violenze. Discende da qui la necessità di mettere in campo le iniziative previste dall’Ordinamento per richiedere alla Repubblica italiana l’arresto e la consegna del cittadino evaso, onde assicurarlo al periodo di detenzione ancora da scontare, aggravata da quello che gli sarà probabilmente inflitto per il reato di evasione. In data 23 agosto u.s., l’Autorità Giudiziaria sammarinese ha pertanto provveduto a formulare richiesta di estradizione alla corrispondente Autorità Italiana, a mente dell’art. 12 della Convenzione europea di estradizione, fatta a Parigi il 13 dicembre 1957, e ratificata per Parte Italiana il 6 agosto 1963 e per Parte sammarinese il 16 giugno 2009. Nella stessa giornata, la Segreteria di Stato per gli Affari Esteri, ai sensi del medesimo art. 12, ha provveduto alla consegna della richiesta alla competente all’Ambasciata d’Italia. All’art. 28, la Convenzione abroga espressamente tutti i preesistenti trattati, convenzioni o accordi bilaterali vigenti in materia tra gli Stati parte. Nessuna riserva in merito è ad oggi in vigore né per parte sammarinese, né per parte Italiana: conseguentemente devono ritenersi abrogate le disposizioni in materia di estradizione contenute nella Convenzione di amicizia e buon vicinato fra San Marino e Italia del 31 marzo 1939. A mente dell’art. 6 della Convenzione in parola, lo Stato richiesto ha facoltà di rifiutare l’estradizione dei propri cittadini. Si rende noto che la stessa Convenzione europea di estradizione è il principale strumento giuridico sulla cui base avvengono le richieste di estradizione in Europa; ad oggi è stata ratificata da 47 Stati europei e 3 non europei; si precisa altresì che la Legge sammarinese n.41 del 3 marzo 2014 – Norme in materia di estradizione – all’art. 1 sancisce la preminenza delle Convenzioni internazionali in materia rispetto alla legislazione nazionale.   San Marino, 27 agosto 2018/1717 d.f.R. 2018-09-22itNome responsabileReferenzaKeywordsSegreteria di Stato per gli Affari Esteri