Segreteria di Stato per gli Affari Esteri - Repubblica di San Marinohttp://www.esteri.sm/on-line/rss.jsp?instance=2&channel=1000002&idArticleLevel=1000010&size=10&idXsl=3&node=1000042Notizie e comunicati della Segreteria di Stato per gli Affari EsteriIncontro con l'i.a. dell'Ambasciata USA, Kelly Degnanhttp://www.esteri.sm/on-line/home/news/articolo1011132.html Il Segretario di Stato agli Affari Esteri, Nicola Renzi, ha incontrato oggi, a Palazzo Begni, l’Incaricato d’Affari dell'Ambasciata degli Stati Uniti d'America, Kelly Degnan, accompagnata dal Console Generale USA, Abigail Rupp, e da una propria delegazione. Il colloquio ha affrontato in via prioritaria la cooperazione bilaterale e la sua implementazione, nello specifico in ambito culturale, valutato un punto di unione forte fra i due Paesi, che vantano un’amicizia ultra centenaria e un’ampia comunanza di vedute e interessi. Si sono valutate insieme le opportunità di scambio fra docenti di ogni ordine e grado e fra studenti, attraverso la realizzazione di un progetto pilota che favorisca un vicendevole arricchimento formativo e linguistico. L’impegno è di attivare in breve tempo la condivisione di informazioni e i contatti con i referenti americani in Italia che si occupano di organizzare scambi interculturali. Altrettanta importanza è stata attribuita alle numerose opportunità di cooperazione fra Atenei; l’Università sammarinese, che sta sempre più espandendo il proprio bacino d’utenza a studenti provenienti da paesi esteri, potrebbe beneficiare dell’esperienza americana ed ispirarsi allo stesso modello organizzativo, attivando scambi di docenti/esperti nei settori oggetto di studio presso il nostro Ateneo. Infine, uno sguardo attento all’attualità politica dei due Stati: nuove amministrazioni per entrambi improntate alla voglia di cambiamento e all’innovazione. Senza nascondere le difficoltà che il Paese sta vivendo, Renzi ha fatto riferimento alle scelte di prospettiva che San Marino ha compiuto e ai provvedimenti già in atto, in linea con i parametri internazionalmente adottati. Degnan ha speso parole di elogio per l’attuale corso intrapreso dalla Repubblica; ha altresì espresso l’auspicio che i rapporti fra San Marino e Stati Uniti d’America divengano sempre più stretti e di reciproca soddisfazione, in attesa dell’espletamento delle procedure per la nomina dei rispettivi rappresentanti diplomatici. Il colloquio si è allargato poi ai Segretari di Stato alle Finanze, Simone Celli, e all’Industria, Andrea Zafferani, con i quali si sono affrontati argomenti di carattere economico-finanziario. In particolare si è parlato dell’Accordo FATCA (Foreign Account Tax Compliance), a sei mesi dalla sua entrata in vigore, che favorisce lo scambio automatico delle informazioni attraverso una trasmissione diretta dalle istituzioni finanziarie sammarinesi verso le autorità americane; si è altresì sottolineata l’opportunità di proseguire il negoziato per l’adozione di un DTA, l’accordo contro le doppie imposizioni, implementando le più recenti normative adottate a livello internazionale. Allo stesso tempo si è reputato utile richiamare le fasi negoziali avviate in materia di sicurezza sociale. In relazione ad argomenti più propriamente indirizzati allo sviluppo economico, sono stati illustrati i progetti in corso relativi al Parco Scientifico e Tecnologico e all’avanzamento delle start up. Di qui l’opportunità di accelerare il processo di attrazione degli investimenti per favorire la ricerca e lo sviluppo in stretto collegamento con l’ambito universitario. Il Governo ha infine riconfermato l’interesse prioritario alla crescente internazionalizzazione del Paese, rinnovando ai partner americani la massima disponibilità ad accogliere proposte di collaborazione. San Marino, 17 febbraio 2017/1716 d.f.R. 2017-02-20itNome responsabileReferenzaKeywordsSegreteria di Stato per gli Affari Esteri7 nuovi Plenipotenziari accreditati a San Marinohttp://www.esteri.sm/on-line/home/news/articolo1011130.html Ha avuto luogo oggi, a Palazzo Pubblico, la cerimonia di presentazione delle Lettere Credenziali di sette nuovi Ambasciatori accreditati a San Marino. Come consuetudine, i Diplomatici, accompagnati dalle rispettive delegazioni, si sono recati ad uno ad uno nella Sala del Consiglio dei XII. Ad accoglierli, in luogo del Segretario di Stato agli affari Esteri, il Segretario di Stato alle Finanze, Simone Celli, che li ha presentati all’Ecc.ma Reggenza. Al termine del discorso in risposta all’introduzione del Segretario di Stato, i Plenipotenziari hanno consegnato le proprie Lettere Credenziali: il documento ufficiale con cui i rispettivi Capi di Stato li accreditano presso uno Stato straniero. Nell’ordine, hanno consegnato le proprie Lettere Credenziali alla Reggenza gli Ambasciatori del Regno Unito di Gran Bretagna e Irlanda del Nord, S.E. Jill Morris CMG; del Regno di Thailandia, S.E. Tana Weskosith; della Repubblica di Turchia, S.E. Murat Salim Esenli; della Repubblica Federativa del Brasile, S.E. Antonio de Aguiar Patriota; di Israele, S.E. Ofer Sachs; di Mongolia, S.E. Tserendorj Jambaldorj; della Repubblica del Kosovo, S.E. Alma Lama. Nel pomeriggio, alcuni funzionari del Dipartimento Affari Esteri riceveranno a colloquio i sette neo ambasciatori, con i quali intendono ripercorrere i rapporti bilaterali instauratisi tra i rispettivi Paesi e individuare forme di concreta collaborazione per una piena implementazione degli accordi vigenti e nell’ottica di una proficua collaborazione fra Stati. San Marino, 16 febbraio 2017/1716 d.f.R. 2017-02-20itNome responsabileReferenzaKeywordsSegreteria di Stato per gli Affari EsteriPrimo incontro a Bruxelles tra il Segretario di Stato Nicola Renzi e l'Alto Rappresentante dell'Unione Europea Federica Mogherinihttp://www.esteri.sm/on-line/home/news/articolo1011131.html Conferito ulteriore impulso all'Accordo di Associazione; da parte dell'UE, piena comprensione e sostegno agli obiettivi che San Marino si prefigge di raggiungere       2017-02-20itNome responsabileReferenzaKeywordsSegreteria di Stato per gli Affari EsteriSan Marino si associa alla condanna unanime del regime nordcoreanohttp://www.esteri.sm/on-line/home/news/articolo1011115.html In merito ai più recenti fatti di cronaca internazionale che riguardano il regime di Pyongyang, la Segreteria di Stato agli Affari Esteri desidera ancora una volta esprimere in maniera ferma e decisa la propria posizione, di concerto con l’intera Comunità degli Stati. E’ di ieri la decisione del Consiglio di Sicurezza delle Nazioni Unite, che ha condannato l’ultimo test missilistico effettuato dalla Corea del Nord domenica scorsa, in aperto contrasto con gli obblighi imposti al Paese dalle Risoluzioni ONU. Una decisione unanime, presa d’urgenza e a porte chiuse da tutti i quindici membri del Consiglio, che obbliga la Repubblica Popolare Democratica di Corea ad astenersi da ulteriori lanci di missili balistici e test di armi nucleari. San Marino si associa alla preoccupazione generale degli Stati per quanto avvenuto e per lo sviluppo dell’arsenale nucleare nordcoreano, tale da minare la pace e la sicurezza internazionali. E’ solidale con i Paesi del Pacifico e dell’Asia, aree maggiormente compromesse dall’agire dissennato di Kim Jong-un e dalla sua sprezzante inosservanza di regole internazionalmente imposte. Condivide l’invito rivolto da alcuni Paesi membri del Consiglio di Sicurezza alla Comunità degli Stati, che li esorta “a mantenere la padronanza di sé e ad astenersi da azioni che potrebbero far aumentare ulteriormente la tensione”, in un sottile gioco di equilibri precari e di scongiurate provocazioni reciproche. Accoglie infine la richiesta di raddoppiare gli sforzi per applicare pienamente le misure restrittive imposte alla Corea dal Consiglio di Sicurezza, in particolare quelle contenute in determinate Risoluzioni. In questo senso San Marino continuerà ad assicurare il proprio impegno e la propria collaborazione agli Organismi Internazionali, nello specifico tramite apposite deliberazioni del Governo in esecuzione di quanto disposto a livello multilaterale. San Marino, 15 febbraio 2017/1716 d.f.R. 2017-02-20itNome responsabileReferenzaKeywordsSegreteria di Stato per gli Affari EsteriVisita alla Comunità di cittadini sammarinesi residenti a Grenoblehttp://www.esteri.sm/on-line/home/news/articolo1011100.html Il Segretario di Stato per gli Affari Esteri, Nicola Renzi, è rientrato nella serata di ieri da una visita di due giorni all’Associazione dei cittadini sammarinesi residenti a Grenoble. Accompagnato dal Segretario Particolare Samuele Guiducci, nel pomeriggio di sabato è stato accolto, presso la sede del Consolato di San Marino, dal Console Eliane Rastelli, alla presenza del Presidente della Associazione dei sammarinesi, Christian Mazza e di alcuni membri del Direttivo dell’Associazione medesima. L’incontro ha consentito l’aggiornamento delle rispettive attività e di evidenziare i risultati conseguiti e i progetti in corso, indirizzati a mantener vivo e proficuo il rapporto con San Marino attraverso forme di promozione e collaborazione con istituzioni ed enti residenti nell’ampia regione dell’Isère. Il Console Rastelli ha poi favorito, nel tardo pomeriggio, un incontro con il Sindaco di Grenoble, Eric Piolle, con il quale, tra l’altro, si è discusso di possibili collaborazioni, soprattutto nell’ambito della formazione, essendo Grenoble una città che accoglie più di 60.000 studenti universitari. Nella giornata di domenica il Segretario di Stato ha fatto visita alla Città di Crolle, luogo di residenza della maggior parte dei concittadini, incontrando il Sindaco, Philippe Lorimier e numerose Autorità politico-istituzionali, tra le quali il Prefetto dell’Isère. Singolare l’incontro con il Presidente del Panathlon francese, Bernard Thevenet che, nel suo precedente incarico di Presidente del Panathlon di Grenoble, nel 2014 favorì il gemellaggio con il Panathlon di San Marino; di Thevenet si ricordano i successi ciclistici, essendo stato per ben due volte vincitore del Tour de France. La visita si è conclusa con la partecipazione del Segretario di Stato Renzi al tradizionale appuntamento conviviale organizzato per la celebrazione della Festa di Sant’Agata alla presenza di circa 200 concittadini. Un’occasione particolarmente sentita, sviluppatasi in un clima di assoluta cordialità e amicizia fraterna, che ben ha messo in luce il forte attaccamento delle famiglie sammarinesi alla ricorrenza e alla propria Terra. Nell’ambito della trasferta istituzionale sono state proposte e valutate differenti collaborazioni; tra queste appare degna di nota, in ordine temporale, la prossima gita a San Marino da parte di una Scuola Media francese, che incentrerà il lavoro della tesi di fine triennio sulla storia della Repubblica per una conseguente pubblicazione.   San Marino, 13 febbraio 2017/1716 d.f.R. 2017-02-20itNome responsabileReferenzaKeywordsSegreteria di Stato per gli Affari EsteriNomina Giudice Pardaloshttp://www.esteri.sm/on-line/home/news/articolo1011089.html La Segreteria di Stato per gli Affari Esteri rende nota la recente designazione dell’Avv. Kristina Pardalos, Giudice di San Marino presso la Corte Europea dei Diritti dell’Uomo, alla Vice Presidenza della Prima Sezione della Corte medesima. Il Giudice sammarinese, già Vice Presidente della terza sezione, è stata nominata in seno alla Corte per acclamazione. La Segreteria di Stato nell’esprimere, anche a nome del Governo, sincera soddisfazione per quest’ulteriore riconoscimento proveniente dall’importante Istituzione Europea riporta, di seguito, l’elenco dei Paesi facenti parte della stessa Prima Sezione: Grecia (Presidente) San Marino (Vice Presidente) Italia Albania Rep. Ceca Islanda Armenia Finlandia Regno Unito Macedonia San Marino, 10 febbraio 2017/1716 d.f.R. 2017-02-20itNome responsabileReferenzaKeywordsSegreteria di Stato per gli Affari EsteriEsiti della Missione annuale del Fondo Monetario Internazionalehttp://www.esteri.sm/on-line/home/news/articolo1011087.html Si è conclusa oggi, dopo due settimane di lavoro, la Missione annuale del Fondo Monetario Internazionale (FMI) ai sensi dell’art. 4 dello statuto dell’Organismo. A rendere noti i risultati preliminari alla stampa è stato il Capodelegazione, signora Kazuko Shirono, alla presenza dei Segretari di Stato alle Finanze, agli Esteri e all’Industria e del Presidente di Banca Centrale. La Dichiarazione conclusiva diffusa oggi, preliminare al Rapporto che verrà pubblicato a fine marzo, contiene l’analisi dello stato di salute dell’economica sammarinese, unitamente alle raccomandazioni che gli esperti di Washington hanno stilato per San Marino sulla base dei colloqui e dei dati forniti dalle Istituzioni, dalla Pubblica Amministrazione, dalle categorie sociali e dal settore privato. In termini generali, il Rapporto riferisce una graduale ripresa, seppur lenta, per San Marino e indica le sfide che il Paese dovrà affrontare in futuro. Segnala un ritmo di crescita dell’economia a medio termine non sufficiente a incrementare di per sé il PIL e quindi il necessario intervento sul versante delle riforme - a partire da quella del mercato del lavoro e dell’introduzione dell’IVA - e sulla ristrutturazione del sistema finanziario. Accogliendo i suggerimenti del FMI, il Segretario di Stato alle Finanze, Simone Celli, ha indicato le principali direttrici su cui il Governo intende operare in maniera forte e determinata per rendere il Paese sempre più concorrenziale e pro-attivo nel contesto internazionale: il risanamento dei conti pubblici; la ristrutturazione del sistema bancario; il rafforzamento della competitività del sistema. Al primo punto l’obiettivo è quello di approvare l’assestamento di bilancio quanto prima e comunque entro agosto, ristrutturare il bilancio dello Stato in modo che possa autosostenersi e ovviare al problema della liquidità attraverso la ricostituzione delle riserve. Il secondo punto prevede la sinergia con Banca Centrale per una riorganizzazione complessiva in grado di tutelare i risparmiatori e i posti di lavoro. Infine, la competitività del sistema in grado di dare futuro al Paese, che si gioca su progetti di alto livello, attrazione di investimenti e internazionalizzazione, su cui il Governo è già al lavoro per redigere un piano strategico. Il Capodelegazione del FMI ha condiviso il programma di riforme prospettato dalle Istituzioni, che dovrà obbligatoriamente seguire una sequenzialità per obiettivi secondo una chiara definizione delle priorità. Ha inoltre accolto con favore e incoraggiato il percorso in atto del risanamento dei bilanci delle banche sammarinesi attraverso l’Asset Quality Review (AQR): un monitoraggio accurato degli attivi delle banche condotto da Banca Centrale che fornirà - verosimilmente già dal prossimo mese - informazioni concrete e attendibili utili alla pianificazione di strategie a garanzia della ripresa dell’attività creditizia e quindi della crescita sana del Paese. San Marino, 9 febbraio 2017/1716 d.f.R. 2017-02-20itNome responsabileReferenzaKeywordsSegreteria di Stato per gli Affari EsteriRiscontro a recenti determinazioni del Consiglio Europeohttp://www.esteri.sm/on-line/home/news/articolo1011077.html La Segreteria di Stato per gli Affari Esteri fa seguito alle notizie apparse sulla stampa relative alle più recenti disposizioni del Consiglio Europeo in materia di trasparenza ed equità fiscale in decine di Paesi e richiama, confermandone il contenuto, il comunicato emesso dall’ufficio stampa del Consiglio Europeo, di cui alla sua pubblicazione anche sul sito dell’emittente radiotelevisiva sammarinese. A tal riguardo si rende noto che i competenti uffici del Dipartimento Affari Esteri, unitamente alla Missione sammarinese a Bruxelles, sono già da tempo allo studio del dossier relativo allo screening dei Paesi con i quali l’Unione Europea intrattiene importanti scambi commerciali per verificare, all’interno di detti Paesi, la conformità ai criteri stabiliti dalla stessa Unione di una buona governance fiscale. Si fa altresì presente che San Marino nei prossimi giorni dovrà designare un gruppo di coordinamento per la redazione del rapporto che sarà alla base delle richieste da comunicare alle competenti Autorità dell’UE. La Segreteria di Stato per gli Affari Esteri intende inoltre sottolineare che, sulla base della documentazione pervenuta nei giorni scorsi dalla Commissione europea, San Marino figura tra i pochi Paesi che non comportano alcun indicatore di rischio. San Marino, 7 febbraio 2017/1706 d.f.R. 2017-02-20itNome responsabileReferenzaKeywordsSegreteria di Stato per gli Affari EsteriBando di selezione per giovani esperti giuridicihttp://www.esteri.sm/on-line/home/news/articolo1011055.html La Segreteria di Stato agli Affari Esteri rende noto che il Direttore della Funzione Pubblica ha emesso un bando di selezione per titoli e colloquio per l’ammissione di n. 2 laureati a stage formativi della durata di 12 mesi non prorogabili, relativi a profili professionali attinenti all’attività della Pubblica Amministrazione. La selezione è rivolta a soggetti in possesso dei seguenti titoli e requisiti: laurea in Giurisprudenza vecchio ordinamento o Laurea Magistrale in Giurisprudenza o lauree specialistiche equivalenti così come individuate nell'Allegato n. 4 della Legge 5 ottobre 2011 n. 161, età non superiore ai 35 anni, essere disoccupato o inoccupato. Altri requisiti sono precisati nel bando scaricabile dal sito della Pubblica Amministrazione I vincitori della selezione saranno adibiti ad attività di formazione pratica nelle seguenti materie: a) tecniche di redazione di testi normativi; b)  stesura di rapporti richiesti dalle Organizzazioni Internazionali; c) elaborazione delle pratiche attinenti al diritto internazionale, con particolare riguardo ai suoi riflessi sul diritto interno; d) redazione di atti a supporto di Commissioni ed organi istituzionali e costituzionali dello Stato; e) studio dei profili giuridici connessi agli accordi ed atti internazionali bilaterali e multilaterali; f)   stesura di atti e contratti di diritto privato e di atti e provvedimenti amministrativi. La formazione pratica prevede un impegno orario settimanale non inferiore alle 36 ore, da effettuarsi in regime di flessibilità, e sarà svolta presso il Tribunale, il Dipartimento Affari Esteri e UO afferenti allo stesso , il Dipartimento Affari Istituzionali e Giustizia e UO Avvocatura dello Stato. La formazione sarà seguita e coordinata da Tutor specificamente individuati che redigeranno relazioni sull’attività svolta dai vincitori della selezione.  Ai vincitori della selezione è corrisposto, a titolo di borsa di studio, un indennizzo onnicomprensivo di € 1.000,00 (mille/00) mensili erogato in via posticipata, sulla base di nota redatta mensilmente dal Tutor di riferimento. L’indennizzo è esente da contributi e imposte. Le domande di ammissione, sottoscritte in originale, devono pervenire tramite lettera raccomandata o consegna a mano alla Direzione Generale della Funzione Pubblica, via della Capannaccia n. 13 a San Marino, entro e non oltre le ore 14 di venerdì 3 marzo 2017. E’ RICHIESTA LA PRESA IN VISIONE DEL BANDO IN ORIGINALE dove sono precisati, oltre ai requisiti di ammissione e ai criteri di valutazione, anche i certificati da allegare alla domanda. Per ulteriori eventuali informazioni inviare una posta elettronica a info.direzionegeneralefunzionepubblica@pa.sm o telefonare al n. 0549 882837 (Direzione Generale della Funzione Pubblica). San Marino, 3 febbraio 2017/1716 d.f.R. 2017-02-20itNome responsabileReferenzaKeywordsSegreteria di Stato per gli Affari EsteriBando di selezione per reclutamenti alla Banca di Sviluppo del Consiglio d'Europa (CEB)http://www.esteri.sm/on-line/home/news/articolo1011059.html La Segreteria di Stato per gli Affari Esteri congiuntamente alla Segreteria di Stato per le Finanze rende noto che la Banca di Sviluppo del Consiglio d’Europa (CEB) ha indetto la procedura di selezione per il reclutamento di: Country Manager (2 posti) – rif.: PE-01/2017-62; Quantitative Credit Risk Manager – rif.: PE-02/2017-63; Junior Compliance Officer – rif.: PE-03/2017-64; Finance and Contracts Manager – rif.: PE-04/2017-65. I relativi bandi di selezione del personale e i termini di impiego sono pubblicati nel sito Internet ufficiale della CEB. Il termine di presentazione delle candidature è fissato per la mezzanotte (Parigi) del giorno 13 febbraio p.v. (20 febbraio p.v. per rif. PE-02/2017-63). San Marino, 3 febbraio 2017/1716 d.f.R. 2017-02-20itNome responsabileReferenzaKeywordsSegreteria di Stato per gli Affari Esteri