Segreteria di Stato per gli Affari Esteri - Repubblica di San Marinohttp://www.esteri.sm/on-line/rss.jsp?instance=2&channel=1000002&idArticleLevel=1000010&size=10&idXsl=3&node=1000042Notizie e comunicati della Segreteria di Stato per gli Affari EsteriFirmata l'Intesa per lo scambio di informazioni in materia di contraffazione monetariahttp://www.esteri.sm/on-line/home/news/articolo1006759.html Il Segretario di Stato per gli Affari Esteri, Pasquale Valentini, unitamente al Segretario di Stato per gli Affari Interni, Gian Carlo Venturini, ha accolto oggi, a Palazzo Begni, il Direttore del servizio per la Cooperazione Internazionale di Polizia, Gennaro Capoluongo, accompagnato dal Col. della Guardia di Finanza Francesco Fallica, Direttore III divisione Interpol. Incentrato sulla favorevole reciproca collaborazione fra San Marino e l’Italia nel settore della tutela della sicurezza transnazionale, il confronto, dai toni cordiali e positivi, consolida i già ottimi rapporti fra i due Paesi e avviene a distanza di pochi giorni dalla preannunciata conclusione dell’iter di ratifica da parte italiana dell’Accordo di cooperazione fra le forze di polizia. Dall’Accordo, che era stato siglato fra i due Governi nel febbraio 2012, è nel frattempo scaturita l’Intesa tecnica per il rafforzamento della cooperazione di polizia in materia di lotta alla criminalità organizzata transnazionale, firmata nel dicembre 2013 dal Direttore dell’Ufficio Centrale Nazionale Interpol di San Marino, Maurizio Faraone. L’Intesa, non ancora operativa, è propedeutica agli ulteriori protocolli che verranno sottoscritti, per consentire ai due Stati di coadiuvarsi in tutti gli ambiti di operatività delle proprie forze di polizia, in un efficace quadro normativo e istituzionale. Al termine dell’incontro, i Direttori Faraone e Capoluongo hanno siglato un’Intesa tecnica tra la Direzione Centrale della Polizia Criminale del Dipartimento della Pubblica Sicurezza del Ministero dell’Interno della Repubblica Italiana e l’Ufficio Centrale Nazionale Interpol della Repubblica di San Marino sullo scambio di informazioni in materia di contraffazione monetaria. L’Intesa permette di adempiere agli obblighi previsti dalla Convenzione Monetaria in vigore dal 2012 tra l’Unione europea e San Marino, che stabilisce la messa in atto di idonee misure per la protezione dell’Euro dalla contraffazione e lo scambio di informazioni con Europol per mezzo dell’Italia. Attraverso l’Intesa oggi sottoscritta l’Italia, che già fornisce a San Marino un prezioso e fondamentale sostegno nelle attività di antifalsificazione, avvicina San Marino all’Agenzia di Polizia Europea, con la quale al momento non è possibile sottoscrivere un accordo, essendo San Marino paese terzo rispetto all’UE. L’Ufficio Interpol di San Marino, comunque, si è già da tempo attivato allo scopo di addivenire, quanto prima, ad un Rapporto di cooperazione diretto con Europol. Nel pomeriggio, poi, il direttore Capoluongo ha tenuto una lezione sulla cooperazione internazionale di polizia nella lotta alla criminalità transnazionale al corso di formazione per le forze dell’ordine organizzato dal Centro Universitario di Formazione sulla Sicurezza (CUFS) dell’Università degli Studi di San Marino, che si è aperto oggi presso la sede dell’istituto Giuridico Sammarinese. San Marino, 5 settembre 2014/1714 d.F.R.  2014-09-17itNome responsabileReferenzaKeywordsSegreteria di Stato per gli Affari EsteriIncontro con il vice Ministro degli esteri venezuelanohttp://www.esteri.sm/on-line/home/news/articolo1006763.html Il Vice Ministro per l’Europa del Ministero per gli Affari Esteri venezuelano, Calixto Ortega Ríos, accompagnato dall’Ambasciatore in Italia Julián Isaías Rodríguez Díaz, ha compiuto oggi una visita in Repubblica e si è incontrato, a Palazzo Begni, con il Segretario di Stato per gli Affari Esteri, Pasquale Valentini. L’incontro è avvenuto nell’ambito delle consultazioni che il Vice Ministro sta conducendo in alcuni paesi del continente europeo per sottoporre la candidatura del Venezuela al seggio non permanente del Consiglio di Sicurezza dell’ONU nel biennio 2015/’16 e consegnare una lettera a nome del Presidente Maduro. La visita odierna, che è stata anche motivo per approfondire la conoscenza reciproca dei due Paesi, coincide con la ratifica in corso, da parte sammarinese, dell’accordo per l’elevazione al massimo grado diplomatico delle relazioni fra San Marino e Venezuela. Il Paese – ha spiegato il Vice Responsabile agli Esteri venezuelano – si trova a vivere una fase politico-sociale nuova, con i recenti cambiamenti al vertice della Presidenza e al Governo e una Costituzione che stabilisce l’esercizio della solidarietà internazionale nel rispetto della sovranità degli Stati e dell’autodeterminazione dei popoli. Valentini ha sottolineato come la ricerca della risoluzione pacifica dei conflitti, il rispetto fra i popoli e il contributo alla pace rappresentino da sempre un impegno prioritario per San Marino; ancor di più in questo preciso momento storico e nei confronti di un Paese come il Venezuela, che sta attraversando una delicata fase di trasformazione e al cui percorso di pacificazione e coesione sociale San Marino presta particolare attenzione. Valentini ha altresì auspicato che lo stesso accordo per l’elevazione delle relazioni diplomatiche, in fase di perfezionamento, possa agevolare e intensificare il dialogo e l’impegno comune per la libertà di espressione e la pace sociale. San Marino, 5 settembre 2014/1714 d.F.R.   2014-09-17itNome responsabileReferenzaKeywordsSegreteria di Stato per gli Affari EsteriPrecisazione sul furto ai danni di una Sammarinese in vacanza a Londrahttp://www.esteri.sm/on-line/home/news/articolo1006762.html La Segreteria di Stato per gli Affari Esteri sente il dovere di fornire alcune precisazioni sulla vicenda della ragazza sammarinese a cui è stato rubato il passaporto a Londra venerdì scorso, oggetto di comunicazione nell’ultima seduta consiliare, ripresa anche dagli organi di informazione locali.La Repubblica di San Marino non dispone di un’Ambasciata a Londra; l’incarico di Ambasciatore non residente è affidato al Min. Plen. Federica Bigi, Direttore degli Affari Politici e Diplomatici e funzionario diplomatico di carriera al Dipartimento Affari Esteri. A Londra ha sede, invece, un Consolato Onorario retto dal dott. Eduardo Teodorani Fabbri, coadiuvato da un’assistente per l’espletamento delle pratiche consolari. Si precisa che i Consolati sammarinesi non sono abilitati al rilascio di documenti di identità o di viaggio; qualora un cittadino all’estero venga derubato del passaporto o lo smarrisca, una volta presentata la denuncia alle Autorità del Paese competenti deve rivolgersi alla sede consolare italiana più vicina per chiedere il rilascio di un documento di viaggio provvisorio, l’emergency travel document (ETD), previsto dalla normativa comunitaria, che l’Italia rilascia anche ai cittadini sammarinesi e che consente il rientro in Italia. Nel caso in cui il furto o lo smarrimento avvenisse in un paese in cui è presente una sede consolare o diplomatica sammarinese, il rappresentante di San Marino è tenuto ad assistere il concittadino nei contatti con la sede italiana.Questi i fatti. Sabato 30 agosto, all’indomani dell’avvenuto furto del passaporto ai danni della giovane sammarinese, l’Ambasciatore Bigi è stato informato del fatto da amici dei familiari della ragazza, che in quel momento stava recandosi in aeroporto per rientrare a San Marino sprovvista dei propri documenti. L’Ambasciatore, nell’intenzione di creare un contatto, ha fornito il numero di telefono dell’amica della giovane - dato che la ragazza era stata derubata anche del cellulare - all’assistente del Console, che ha chiamato sia la ragazza, sia il Consolato Generale d’Italia a Londra, che rilascia gli ETD il sabato dalle ore 9 alle ore 13. Inoltre, i funzionari del Dipartimento Affari Esteri hanno immediatamente contattato l’Ambasciata d’Italia a San Marino, affinché rassicurasse il funzionario italiano a Londra sulla possibilità del rilascio dell’ETD. Nel contempo, però, l’aereo della giovane sammarinese stava per partire. L’assistente del Console l’ha contattata per fornirle indicazioni sulla sede del Consolato Generale d’Italia e per l’ETD, ma la giovane nel frattempo era già stata autorizzata all’imbarco sulla base di una copia del passaporto che la famiglia le aveva fatto pervenire. La disavventura era, dunque, finita meglio del previsto.Si tiene a precisare che la giovane derubata o la sua famiglia non hanno presentato rimostranze né al Dipartimento Affari Esteri, né all’Ambasciatore non residente. La lamentela è stata avanzata invece da un membro del Consiglio grande e Generale e ripresa successivamente dalla stampa; in entrambi i casi senza un preventivo e doveroso accertamento dei passi compiuti dal Dipartimento Affari Esteri e dal Consolato in loco, che fin da subito si sono attivati per offrire il massimo sostegno alla ragazza.L’Ambasciatore Bigi ha contattato, in seguito, la ragazza rientrata a San Marino, la quale ha riferito che alle 21.30 del venerdì, quando si è accorta di aver subito il furto e lo ha denunciato alla polizia, al Consolato Onorario non rispondeva nessuno; un messaggio registrato forniva un numero per le emergenze, ovvero il cellulare del Console Onorario. Questo numero, che la giovane ha chiamato parecchie volte, risultava però staccato, in quanto il Console Onorario si trovava all’estero e ha sentito il messaggio sul proprio cellulare solamente il giorno dopo, quando il problema era fortunatamente già stato risolto. Il Console Onorario ha poi richiamato la giovane, che però non ha risposto alle telefonate. Questo è quanto imputabile al Console, fermo restando che una sede consolare onoraria non è tenuta a garantire l’assistenza continua, 24 ore su 24, ogni giorno dell’anno.La Segreteria di Stato per gli Affari Esteri ricorda infine che, non essendo gli uffici della Pubblica Amministrazione - Dipartimento Affari Esteri incluso - reperibili 24 ore al giorno, in caso di emergenze all’estero i cittadini sammarinesi devono rivolgersi alla Centrale Operativa della Gendarmeria, la quale, accertata l’urgenza, è in grado di mettersi in contatto con i funzionari del Dipartimento Affari Esteri. San Marino, 5 settembre 2014/1714 d.F.R.  2014-09-17itNome responsabileReferenzaKeywordsSegreteria di Stato per gli Affari EsteriIncontro annuale con il Corpo Diplomatico e Consolare Sammarinesehttp://www.esteri.sm/on-line/home/news/articolo1006758.html Si è tenuto questo pomeriggio l’annuale incontro con il Corpo Diplomatico e Consolare sammarinese, che si è aperto con una visita al Consorzio Vini Tipici presso la sede di Valdragone. Il Segretario di Stato all’Ambiente e Agricoltura, Antonella Mularoni, ha accolto la delegazione porgendo il benvenuto e illustrando i nuovi servizi offerti dalla casa vinicola sammarinese. A tal riguardo i vertici aziendali hanno accompagnato gli ospiti in un percorso guidato alla sede produttiva del Consorzio. La delegazione si è spostata poi a Palazzo Pubblico per l’Udienza concessa dagli Ecc.mi Capitani Reggenti. Di seguito, a incontrare a Palazzo Begni i Rappresentanti Diplomatici e Consolari, oltre al Segretario di Stato per gli Affari Esteri e Politici, Pasquale Valentini, il Segretario di Stato per le Finanze, Claudio Felici, e il Segretario di Stato per l’Industria, Marco Arzilli. L’incontro, organizzato dalla Segreteria di Stato per gli Affari Esteri, ha fatto il punto sui più recenti passi intrapresi dalla Repubblica in ambito politico, economico e finanziario, con particolare riguardo ai nuovi scenari europei e internazionali e al rinnovato rapporto di fervida collaborazione con la Repubblica italiana, all’indomani dell’uscita di San Marino dalla black list fiscale italiana. Priorità da parte dei membri dell’Esecutivo è stata data al percorso di sempre maggior integrazione europea, che vede oggi San Marino attivamente coinvolto al fianco dei piccoli Stati d’Europa e sempre più interconnesso con gli Stati europei, tra i quali l’Italia rappresenta un partner privilegiato per la disponibilità già manifestata a sostenere tale percorso. La platea è stata informata inoltre circa gli accordi internazionali in materia economico-finanziaria che sono tuttora oggetto di nuovi negoziati e sui più recenti sviluppi indirizzati allo scambio automatico delle informazioni. Si è parlato inoltre delle linee adottate dal Governo per promuovere il sistema Paese e attrarre investimenti strategici per la crescita economica, passando attraverso gli strumenti innovativi del Parco Scientifico e Tecnologico e dell’incubatore di impresa, e dell’istituenda borsa merci internazionale. Infine, si è tracciato il cammino verso la partecipazione sammarinese all’Esposizione Universale di Milano del 2015, cui la Repubblica sta lavorando per la presentazione all’interno del proprio stand di ciò che racchiude il senso dello Stato, le sue peculiarità, la sua sovranità, le sue eccellenze. L’incontro, cha si è concluso con un fervido dibattito fra gli stessi Rappresentanti e i membri dell’Esecutivo, si attesta oramai quale appuntamento consolidato e fortemente atteso, destinato ad ottenere un quadro aggiornato dei più recenti risultati raggiunti dalla Repubblica al suo interno così come nel contesto internazionale e a consentire un approfondito confronto sulle opportunità e le sfide che il Corpo Diplomatico e Consolare è chiamato a cogliere ed affrontare nelle rispettive sedi di accredito. San Marino, 2 settembre 2014/1714 d.F.R.  2014-09-17itNome responsabileReferenzaKeywordsSegreteria di Stato per gli Affari EsteriPrecisazione su esercitazioni dei Corpi militarihttp://www.esteri.sm/on-line/home/news/articolo1006718.html La Segreteria di Stato per gli Affari Esteri desidera portare a conoscenza dell’opinione pubblica la reale dinamica riguardante le esercitazioni dei Corpi della Gendarmeria, Guardia di Rocca e Guardia Ecologica, a rettifica di quanto erroneamente riportato da alcuni articoli giornalistici apparsi nei giorni scorsi.La procedura di finanziamento per tali esercitazioni, avvenuta con trasferimento di fondi dai capitoli di spesa di pertinenza, si è conclusa lo scorso mese di giugno ed è stata legittimata in luglio. In tal modo gli impegni di servizio dei tre corpi durante la stagione estiva hanno consentito di pianificare le esercitazioni soltanto a partire dal prossimo mese di ottobre.Si fa inoltre presente che nel mese di settembre dello scorso anno hanno avuto luogo ben due sessioni di tiro ed una terza di recupero per coloro che non avevano conseguito i risultati attesi o che erano stati impossibilitati a partecipare a dette sessioni.Dunque, nessuna restrizione a tali esercitazioni è attribuibile al rigore imposto dalla spending review, ma si è trattato solamente di un posticipo temporale nella loro attuazione. San Marino, 28 agosto 2014/1713 d.F.R.  2014-09-17itNome responsabileReferenzaKeywordsSegreteria di Stato per gli Affari EsteriIl giornalista Ghelfi ha condotto l'evento sull'Europa allo stand sammarinese al Meetinghttp://www.esteri.sm/on-line/home/news/articolo1006761.html E’ stato Luciano Ghelfi, giornalista di Rai 2, a condurre l’incontro con il Segretario di Stato per gli Affari Esteri, Pasquale Valentini, e il Segretario di Stato per le Finanze, Claudio Felici, dal titolo “I Piccoli Stati nella grande Europa”.Presso lo stand sammarinese al Meeting per l’Amicizia fra i Popoli in corso a Rimini, si è parlato oggi dell’attuale corso intrapreso dalla Repubblica in ambito internazionale, soprattutto europeo. Un colloquio aperto e ad ampio raggio sulle tematiche che la Repubblica di San Marino si trova ad affrontare nell’imminenza dell’avvio di una importante fase negoziale con l’Unione Europea, che condurrà alla conclusione di un nuovo accordo.Partendo dal periodo meno recente e dunque da una fase in cui a San Marino vi erano ancora numerosi “coni d’ombra” e criticità da smussare - soprattutto a causa del perdurante inserimento della Repubblica nella black-list fiscale italiana - si è motivato il conseguimento degli attuali risultati in termini di adeguamento ai parametri internazionali in materia economico-finanziaria, di trasparenza fra gli Stati, nel costante recepimento delle normative internazionali per lo scambio di informazioni. Un percorso “virtuoso”, che oggi più che mai non rappresenta un traguardo raggiunto, bensì un modus operandi per il raggiungimento di ben più importanti obiettivi di crescita economica e sociale. L’Europa sarà per la Repubblica una sfida in cui impegnarsi per un rapporto di Associazione assolutamente nuovo, soprattutto per i microstati europei e che ben potrebbe rappresentare anche un modello di integrazione valido anche per altri Paesi.Si è dato atto del valore dell’inclusione, che consente anche ai più piccoli Stati di affermare e difendere le proprie prerogative, nel costante adeguamento ai parametri internazionali e si è sottolineata l’originalità e l’unicità della piccola Repubblica, oggetto di apprezzamento e di simpatia in ambito internazionale, così come la sua peculiare sovranità, che ben può rappresentare un volano per lo sviluppo economico, sociale, culturale della Repubblica. Un dibattito da cui sono scaturite domande e sollecitazioni sull’attrattività del “sistema San Marino”, che oggi più che mai si pone quale piattaforma competitiva per gli investimenti, data dalla maggiore snellezza dell’apparato burocratico, da un sistema istituzionale e bancario particolarmente fruibile e dalla sua collocazione internazionale. Si è inoltre parlato della partecipazione e del contributo di San Marino alle Nazioni Unite e precisamente della capacità della Repubblica di essere partner di iniziative tese a creare momenti di mediazione, di dialogo e di concreta solidarietà tra i vari soggetti della Comunità internazionale. A margine dell’incontro, i due Segretari di Stato hanno accolto presso lo stand la visita del Sottosegretario di Stato alla Presidenza del Consiglio dei Ministri, Onorevole Sandro Gozi, con il quale si sono intrattenuti a colloquio sui temi di maggior rilievo in ambito italo-sammarinese ed europeo. San Marino, 25 agosto 2014/1713 d.F.R.  2014-09-17itNome responsabileReferenzaKeywordsSegreteria di Stato per gli Affari EsteriAppuntamento con l'Europa allo stand di San Marino al Meeting di Riminihttp://www.esteri.sm/on-line/home/news/articolo1006717.html La Segreteria di Stato per gli Affari Esteri informa circa il prossimo appuntamento in programma presso lo stand di San Marino al “Meeting per l’Amicizia fra i Popoli” in corso a Rimini.Presso il padiglione C 2, stand 4, alle ore 15 di lunedì 25 agosto il Segretario di Stato per gli Affari Esteri, Pasquale Valentini, ed il Segretario di Stato per le Finanze, Claudio Felici, interverranno sui temi legati al processo di integrazione europea ed al ruolo dei piccoli paesi. Si tratteranno argomenti legati al percorso che la Repubblica sta conducendo in ambito europeo per stabilire un nuovo rapporto che contempli le esigenze delle più piccole realtà statuali del Vecchio Continente. Allo stesso tempo, si darà atto degli ulteriori negoziati in corso, ed in particolare al progressivo adeguamento agli standard internazionali in materia economico-finanziaria.L’incontro, che avrà carattere di una conversazione/colloquio, sarà presentato e moderato dal giornalista del TG2 Luciano Ghelfi. San Marino, 24 agosto 2014/1713 d.F.R.  2014-09-17itNome responsabileReferenzaKeywordsSegreteria di Stato per gli Affari EsteriAl via il Meeting di Rimini con la partecipazione di San Marinohttp://www.esteri.sm/on-line/home/news/articolo1006685.html Domenica 24 agosto prenderà avvio l’annuale edizione del “Meeting per l’Amicizia fra i Popoli” dal titolo “Verso le periferie del mondo e dell'esistenza. Il destino non ha lasciato solo l'uomo” ed alla quale la Repubblica di San Marino parteciperà in qualità di partner istituzionale. Diversi gli eventi che, nel corso della settimana, si svolgeranno presso lo stand sammarinese (pad. C 2 - stand 4) e che coinvolgeranno tutte le Segreterie di Stato che quest’anno hanno offerto il proprio patrocinio alla kermesse riminese. I Segretari di Stato all’Industria, Marco Arzilli, e al Turismo, Teodoro Lonfernini, saranno tra gli ospiti relatori di due significativi appuntamenti inseriti nel programma generale del Meeting. Nello specifico, il Titolare all’Industria interverrà lunedì 25 agosto alle ore 13.45 sul tema “Imprese e start up”, mentre il Responsabile al Turismo sarà al fianco del Commissario Unico di Expo 2015 Giuseppe Sala e di altri relatori, tra cui il presidente della Regione Lombardia, Roberto Maroni, per parlare di Expo. Presso lo stand sammarinese sarà possibile approfondire numerosi temi legati a progetti strategici di crescita, di affermazione internazionale e di sviluppo economico, sociale e culturale introdotti da referenti istituzionali alla presenza di qualificati relatori e di rappresentanti del mondo industriale, economico, culturale e commerciale sammarinese. La giornata di mercoledì 27 sarà interamente dedicata alla degustazione di prodotti enogastronomici tipici del territorio. San Marino, 20 agosto 2014/1713 d.F.R.   2014-09-17itNome responsabileReferenzaKeywordsSegreteria di Stato per gli Affari EsteriAppello di Valentini per la fine delle violenze in Iraqhttp://www.esteri.sm/on-line/home/news/articolo1006687.html Nell’attuale quadro internazionale minacciato da gravi e perduranti crisi e conflitti, una preoccupante e profonda attenzione deve essere rivolta al dramma umanitario che sta colpendo migliaia di iracheni, vittime dei miliziani islamici.Il Segretario di Stato per gli Affari Esteri Pasquale Valentini si associa all’appello del Pontefice, rivolto a sensibilizzare la comunità internazionale sulla necessità di porre fine alle violenze in atto nel nord del Paese e di alleviare le tante sofferenze umane, sostenendo pienamente anche la scesa in campo del Segretario Generale delle Nazioni Unite, che ha invitato tutti i Paesi a fare il possibile per aiutare il governo iracheno, condannando quella che viene definita “una vera e propria persecuzione nei confronti delle minoranze religiose”. Si tratta di un focolaio di tensione particolarmente pericoloso, oltre che umanamente inaccettabile, per la minaccia alla sicurezza e alla pace dell’intera area mediorientale, con conseguenze drammatiche per le popolazioni coinvolte.Per queste ragioni e per il continuo aggravarsi della situazione, serve una presa di coscienza collettiva che induca ogni Stato, soprattutto coloro che determinano maggiormente gli equilibri dell’intera regione, a mobilitarsi prontamente per una soluzione politica e senza ulteriori vittime di civili innocenti. San Marino, 8 agosto 2014/1713 d.F.R.  2014-09-17itNome responsabileReferenzaKeywordsSegreteria di Stato per gli Affari EsteriIl Console di San Marino a Manila insignito dell'onorificenza dell’Ordine Equestre di Sant’Agatahttp://www.esteri.sm/on-line/home/news/articolo1006686.html Il Segretario di Stato per gli Affari Esteri, Pasquale Valentini, ha incontrato ieri, a Palazzo Begni, il Console Generale di San Marino a Manila, Jean-Henri Lhuillier, accompagnato dalla sua famiglia.Il Segretario di Stato Valentini ha espresso la propria gratitudine al Console Lhuillier per il suo impegno attivo in favore del nostro Paese. Il Consolato sponsorizza molti eventi benefici e attività post-emergenze umanitarie a nome di San Marino, diffondendone così un’immagine fedele alla sua storia rispettosa delle libertà e alla sua tradizione di accoglienza e solidarietà. Il Consolato a Manila è sede inoltre di una mostra permanente di manufatti e di emissioni filateliche e numismatiche, alla quale fanno visita le scuole filippine; presso la sede stessa si tengono anche conferenze stampa su eventi sammarinesi, allo scopo di divulgare la conoscenza del Paese. In particolare Valentini ha ringraziato il Console per la grande sensibilità dimostrata nel settore della tutela dei bambini, che si concretizza anche attraverso le adozioni internazionali. La dott.ssa Sylvie Bollini, funzionario dell’Ufficio Adozioni Internazionali istituito presso il Dipartimento Affari Esteri, ha ringraziato il Console per la preziosa assistenza prestata alle famiglie adottive quando si recano a incontrare i loro figli nei luoghi di provenienza. “Questo è un giorno di grandi emozioni, in cui si celebra la gioia delle nuove famiglie formatesi, che rappresentano tanti piccoli grandi miracoli. Non si può che essere commossi di fronte alla serenità e ai sorrisi ritrovati di questi bambini, che hanno lasciato la solitudine dell’orfanotrofio per il calore di una famiglia amorevole e una nuova vita a San Marino”. Ogni adozione – ha continuato - è il frutto di anni di lavoro; lavoro a cui Lhuillier ha contributo attivamente con la sua sollecitudine e la sua eccezionale premura, mettendo a disposizione dei nostri genitori adottivi le proprie risorse e un apposito staff. Il suo aiuto è fondamentale. Infine, Valentini ha insignito il Console dell’Onorificenza dell’Ordine Equestre di Sant’Agata con il grado di Cavaliere Ufficiale e si è intrattenuto con le famiglie adottive sammarinesi ringraziandole “per la cura dimostrata nell’accogliere bambini sfortunati, dando loro un’opportunità che diversamente non avrebbero avuto. L’auspicio – ha concluso Valentini – è che la bellezza di questa testimonianza possa essere contagiosa”. San Marino, 30 luglio 2014/1713 d.F.R.  2014-09-17itNome responsabileReferenzaKeywordsSegreteria di Stato per gli Affari Esteri