Segreteria di Stato per gli Affari Esteri - Repubblica di San Marinohttp://www.esteri.sm/on-line/rss.jsp?instance=2&channel=1000002&idArticleLevel=1000010&size=10&idXsl=3&node=1000042Notizie e comunicati della Segreteria di Stato per gli Affari EsteriVisita alla Comunità dei cittadini sammarinesi residenti a Grenoblehttp://www.esteri.sm/on-line/home/news/articolo1013524.html Gli Ecc.mi Capitani Reggenti, Nicola Selva e Michele Muratori, e il Segretario di Stato per gli Affari Esteri, Nicola Renzi, in visita al Consolato e all'Associazione della Repubblica di San Marino a Grenoble.   Gli Ecc.mi Capitani Reggenti e il Segretario di Stato per gli Affari Esteri hanno fatto ritorno in Repubblica questa domenica, dopo due giorni di visita in Francia in occasione del quarantesimo anniversario sia della nomina del Console, sia della fondazione dell’Associazione San Marino a Grenoble. Le Autorità, accompagnate dall'Ambasciatore in Francia Savina Zafferani, sono state accolte nella mattinata di sabato proprio dal Console Eliane Rastelli e dal Presidente dell'Associazione, Christian Mazza. Si è trattato di una tappa importante, non solo per i temi affrontati, ma anche in quanto l'ultimo incontro tra la Reggenza e la Comunità dei cittadini sammarinesi a Grenoble risale al 1981, con la visita da parte di Gastone Pasolini e Maria Lea Pedini, prima donna nella storia sammarinese a ricoprire la più alta carica dello Stato.  Nei rispettivi indirizzi di saluto, le Autorità hanno rivolto un sentito ringraziamento a tutti coloro che quotidianamente contribuiscono al mantenimento dei forti legami tra la Repubblica e le sue Comunità fuori territorio, nell'ottica di un sempre continuo scambio virtuoso. Gli Ecc.mi Capitani Reggenti, in una sala gremita per l'occasione, hanno sottolineato l'importanza della visita, in quanto testimonianza della vicinanza delle Istituzioni ai tanti sammarinesi che da anni risiedono all'estero, certi che il "contributo di esperienze, di idee e di proposte rappresenti, soprattutto in questo momento, una risorsa particolarmente preziosa per la nostra collettività". "Vorrei rimarcare che San Marino non ha mai dimenticato i suoi Cittadini residenti all'estero - ha detto invece il Segretario di Stato Renzi, nuovamente a Grenoble dopo l'ultima visita risalente al 2017 - consapevole che anche grazie al loro lavoro e al loro contributo siamo divenuti una Repubblica rispettabile, ampiamente inserita nel contesto internazionale, un riferimento di democrazia e libertà". La visita è stata inoltre occasione di confronto con le autorità del luogo, tra cui il Prefetto del dipartimento dell'Isère, Lionel Beffre, e il Sindaco di Grenoble, Éric Piolle, i quali hanno sottolineato l'importanza del contributo apportato dalle migrazioni all'economia locale, soffermandosi in particolare sui recenti passi avanti compiuti nel campo delle nanotecnologie, grazie alle sinergie messe in atto tra settore pubblico e privato e ai finanziamenti europei per la ricerca e lo sviluppo.  Nella giornata di domenica le Autorità hanno incontrato anche il Sindaco del Comune di Crolles, Philippe Lorimier, il quale ha consegnato alla Reggenza la Medaglia della Città, luogo di residenza della maggior parte dei sammarinesi residenti nella regione. Presente ai festeggiamenti anche la Federazione Balestrieri Sammarinesi, che ha deliziato la cittadina con un'esibizione che dimostra l’attaccamento e il mantenimento delle tradizioni più antiche della Repubblica, particolarità che da secoli ci caratterizzano e ci distinguono. "Ci teniamo a ringraziare gli Ecc.mi Capitani Reggenti, il Segretario di Stato per gli Affari Esteri e tutta la Comunità dei cittadini sammarinesi residenti a Grenoble per averci dato l'opportunità di esibirci in un contesto così accogliente ed entusiasta", ha detto il Presidente della Federazione Stefano Ugolini.     San Marino, 17 settembre 2019/1719 d.f.R.   2019-09-20itNome responsabileReferenzaKeywordsSegreteria di Stato per gli Affari EsteriConfisca record di denaro frutto di riciclaggio dal Congohttp://www.esteri.sm/on-line/home/news/articolo1013511.html Svolta decisiva nel caso “Chironi”: 18 milioni di euro ritenuti frutto di riciclaggio dalla Repubblica del Congo verranno immediatamente incamerati nelle casse dello Stato della Repubblica di San Marino. È stata resa nota ieri la sentenza d’appello del cosiddetto “caso Chironi” la quale, da un lato, conferma il riciclaggio nel flusso di denaro proveniente dalla Repubblica del Congo e, dall’altro, ne sancisce la confisca per una somma che ammonta a quasi 19 milioni di euro. “Una notizia importante –ha commentato il Segretario di Stato Nicola Renzi– che corona il lavoro di rilevanti indagini svolte nel tempo dal Tribunale della Repubblica di San Marino e dimostra la capacità del sistema paese e dei suoi presidi di saper lottare contro il riciclaggio internazionale. Inoltre la somma confiscata entrerà, nei tempi e nelle modalità stabiliti dalla Legge, nelle disponibilità dello Stato.” Tra le più ingenti mai registrate a San Marino, questa confisca rappresenta un traguardo importante nel percorso intrapreso da San Marino verso la trasparenza in ambito finanziario e bancario degli ultimi anni. Già dal 2008, infatti, San Marino ha sottoscritto un numero significativo di accordi in tal senso con numerosi paesi e giurisdizioni, entrando nella white list dell’OCSE nel 2009 e uscendo ufficialmente dalla black list italiana nel 2014. La Segreteria di Stato per la Giustizia rende noto che gli sforzi della Repubblica verso una totale trasparenza in ambito finanziario rimangono forti, così come continua il lavoro in materia di accordi internazionali contro le doppie imposizioni e sullo scambio di informazioni in materia fiscale. Impegno e continuità anche sul fronte MONEYVAL, organo di monitoraggio del Consiglio d’Europa, al fine di adeguare l’ordinamento agli standard internazionali in materia di contrasto al riciclaggio di denaro e al finanziamento del terrorismo internazionale. San Marino, 10 settembre 2019/1719 d.F.R.   2019-09-20itNome responsabileReferenzaKeywordsSegreteria di Stato per gli Affari EsteriIncontro annuale con il Corpo Diplomatico e Consolare Sammarinesehttp://www.esteri.sm/on-line/home/news/articolo1013495.html Si è tenuto ieri nel pomeriggio, a Palazzo Begni, l’incontro annuale della Segreteria di Stato e del Dipartimento Affari Esteri con il Corpo Diplomatico e Consolare Sammarinese, su invito del Segretario di Stato per gli Affari Esteri, Nicola Renzi. Nella sua introduzione, il Responsabile della politica estera ha ringraziato la platea, sottolineandone l'importanza nel suo fondamentale ruolo rappresentativo della Repubblica all'estero. Successivamente, l’incontro ha visto una prima parte dedicata a gli obiettivi, le attività, i risultati e i progetti intrapresi nell'ultimo anno dall'Agenzia per lo Sviluppo Economico - Camera di Commercio della Repubblica di San Marino, la quale coopera attivamente con il Corpo Diplomatico e Consolare sammarinese al fine di creare sinergie utili alla Repubblica dal punto di vista economico e imprenditoriale.  In seguito, si è lasciato ampio spazio all'aggiornamento sullo stato del negoziato in corso in vista del perfezionamento dell’Accordo di associazione tra l’Unione Europea e San Marino, Monaco e Andorra. Il tema è stato approfondito dal Direttore degli Affari Europei, Luca Brandi, che ha rimarcato il ruolo trainante che la Repubblica ha ricoperto nell'ultimo anno di trattative.  Successivamente, il Direttore del Cerimoniale Diplomatico, Silvia Berti, ha svolto una relazione incentrata su funzioni, ruoli e servizi del Corpo Diplomatico e Consolare, in particolare sul conferimento delle onorificenze. A conclusione della giornata, i Rappresentanti del Corpo Diplomatico e Consolare sono stati ricevuti in Udienza dagli Eccellentissimi Capitani Reggenti, Nicola Selva e Michele Muratori. San Marino, 3 settembre 2019/1719 d.F.R. 2019-09-20itNome responsabileReferenzaKeywordsSegreteria di Stato per gli Affari EsteriConsegnato il Premio "Palma d’Oro Assisi Pax" al Segretario di Stato per gli Affari Esterihttp://www.esteri.sm/on-line/home/news/articolo1013496.html Si è svolta questo pomeriggio, nell’aula magna dell’Università degli Studi di San Marino, la cerimonia di conferimento della “Palma d’Oro di Assisi Pax” al Segretario di Stato Nicola Renzi. E’ stato lo stesso fondatore del Movimento di Assisi Pax, Padre Gian Maria Polidoro, a consegnare il prestigioso riconoscimento: un ramoscello di palma bagnato nell’oro, riservato a Capi di Stato o personaggi benemeriti per la loro testimonianza di pace. Un premio -ha dichiarato Renzi- che “si inscrive nella lunga e gloriosa storia di pace e libertà della Repubblica: terra orgogliosa della sua storia di neutralità, intimamente vocata a promuovere e sostenere progetti di ampio respiro umanitario, che nel dialogo e nella soluzione pacifica delle controversie trovano la loro più evidente espressione”. Lo “spirito di Assisi” -ha aggiunto Renzi- permea le stesse istituzioni sammarinesi, che rappresentano la forma concreta dell’impegno del Paese in favore del dialogo fra fedi e culture, nel solco dell’affermazione di una realistica civiltà di pace. A suggellare la stima nei confronti di San Marino, gli interventi del Magnifico Rettore Corrado Petrocelli e della delegazione al seguito di Padre Polidoro, dall’Archimandrita della Chiesa Cattolica Greco – Melchita di Siria, Padre Mtanious Hadad e dal Vice Direttore Vicario dell’Istituto Internazionale Jacques Maritain, Giuseppe Schlitzer. Ciascuno di loro ha condiviso con i presenti la propria esperienza di pace, attraverso esempi concreti della sua applicazione nel contesto internazionale. La pace, intesa come valore storico, che si nutre di diversità culturale, e che proprio per la sua connotazione identitaria è in grado di mediare, di comporre interessi anche contrastanti, perseguendo il nobile fine dello sviluppo umano sostenibile.   San Marino, 2 settembre 2019/1718 d.F.R.   2019-09-20itNome responsabileReferenzaKeywordsSegreteria di Stato per gli Affari EsteriDue giovani sammarinesi alla scoperta delle Comunità di Detroit e New Yorkhttp://www.esteri.sm/on-line/home/news/articolo1013504.html Partenza prevista lunedì 2 settembre per i ragazzi vincitori del concorso proposto dalla Consulta dei Sammarinesi all'Estero e dalle nove Giunte di Castello, che permetterà a due giovani della Repubblica di visitare le Comunità Sammarinesi di New York e Detroit. I due vincitori del concorso proposto dalla Consulta dei Sammarinesi all'Estero e dalle nove Giunte di Castello atterreranno a Detroit lunedì 2 settembre, per cominciare il loro viaggio alla scoperta delle Comunità Sammarinesi negli Stati Uniti. L’iniziativa è nata con lo scopo di rafforzare il legame tra San Marino e i suoi cittadini oltreoceano ed è parte di un progetto più ampio che, negli anni scorsi, ha già coinvolto le comunità sammarinesi in Argentina e in Francia e si concluderà nel 2020, con l’ultima tappa nelle comunità italiane. I ragazzi scelti quest’anno dalle Giunte di castello, tra i numerosi candidati, sono Roberto Giacomini, di Serravalle, e Alessandro Riccardi, di Borgo Maggiore. Sarà possibile seguirli in modo interattivo nel loro viaggio alla scoperta delle abitudini dei sammarinesi di New York e Detroit attraverso una pagina Facebook e un account Instagram (@sanmarinocommunities). “Siamo curiosi di vedere come saremo accolti dalle comunità, ci teniamo a portare loro un po’ di San Marino”, hanno detto i due vincitori. “Vogliamo fare un bel lavoro e capire come vivono i nostri connazionali negli Stati Uniti, oltre a vedere con i nostri occhi come la loro ‘sammarinesità’ sia mutata nel tempo”. Scopo del progetto, infatti, è scoprire la vita dei nostri concittadini emigrati e il loro legame con la Repubblica, ma anche “osservare le loro realtà attuali con occhio critico e propositivo, in modo da individuare formule di successo in campo pubblico, sociale, culturale e imprenditoriale da poter proporre con successo qui a casa nostra”, hanno detto i Capitani di castello. Le Comunità all'estero si augurano di accogliere i due vincitori nel migliore dei modi e sperano che, una volta conclusa quest’esperienza, i ragazzi possano tornare a casa “sentendosi ispirati dalle opportunità e dagli incontri con i molti sammarinesi che hanno prosperato negli Stati Uniti, luogo che ora chiamano casa”.  Come per le precedenti edizioni, al loro ritorno i ragazzi realizzera e condivideranno online, sulle pagine dedicate, un filmato con i momenti salienti dell'esperienza vissuta negli Usa. È possibile seguire i ragazzi nel loro viaggio ai link: Facebook:  https://www.facebook.com/sanmarinocommunities-110454306994363/ Instagram:  https://www.instagram.com/sanmarinocommunities/ San Marino, 1° settembre 2019/1718 d.F.R.     2019-09-20itNome responsabileReferenzaKeywordsSegreteria di Stato per gli Affari EsteriAnche il Brasile riconosce i progressi di San Marino nel campo della trasparenzahttp://www.esteri.sm/on-line/home/news/articolo1013483.html “L’ennesimo riconoscimento dei progressi nel campo della trasparenza e dello scambio di informazioni”: così il Segretario di Stato Nicola Renzi commenta con soddisfazione la recente espunzione di San Marino dall’elenco dei Paesi con sistemi tributari di favore e regimi fiscali privilegiati della Repubblica Federale del Brasile; decisione che, continua il Segretario, “favorirà lo sviluppo commerciale tra i due Paesi, creando nuove opportunità per le nostre imprese”. A seguito degli sforzi profusi in tale direzione dalla Segreteria di Stato, con il prezioso supporto dei rappresentati diplomatici dei due Paesi, con recente comunicazione l’Agenzia delle Entrate brasiliana conferma la definita espunzione di San Marino dalla propria black list. Tale decisione è supportata dalla verifica dell’effettivo allineamento della Repubblica di San Marino ai migliori parametri internazionali nel campo della trasparenza e dello scambio di informazioni, nonché dalla presenza di un sistema fiscale non distorsivo. Questo risultato potrà accrescere le opportunità di sviluppo in campo economico, favorendo lo scambio commerciale tra le rispettive imprese e l’attrazione di investimenti tra i due Paesi. Il Brasile rappresenta una economia emergente in forte crescita, prima per dimensioni nella regione del Sud America e nona a livello mondiale. San Marino, 23 agosto 2019/1718 d.F.R. 2019-09-20itNome responsabileReferenzaKeywordsSegreteria di Stato per gli Affari EsteriLa Segreteria di Stato per gli Affari Esteri esprime solidarietà per l’Amazzoniahttp://www.esteri.sm/on-line/home/news/articolo1013482.html Gli incendi che in questi giorni stanno colpendo duramente la foresta amazzonica, che da sola produce circa il 20% dell’ossigeno del pianeta e ospita un incredibile numero di specie vegetali e animali, rappresentano una vera e propria tragedia e una grave perdita per quel che riguarda il patrimonio naturalistico e ambientale globale. “Credo di parlare a nome di molti sammarinesi quando dico che la crisi ambientale delle ultime settimane nella foresta amazzonica in fiamme sia una tragedia che non può essere ignorata, perché riguarda un’area protetta e dal valore naturalistico inestimabile, che andrebbe tutelata e preservata con serietà e sistematicità”, ha detto il Segretario di Stato Nicola Renzi. “San Marino non può esimersi dal fare la sua parte in questa specifica contingenza, così come dal contrasto alla crisi ambientale globale nel suo complesso”. Riuniti in Francia in questi giorni, i paesi del G7 si stanno confrontano anche su questo tema, segno della sua assoluta rilevanza; il Segretario delle Nazioni Unite, Antόnio Guterres, sui suoi canali social si dice “profondamente preoccupato” per la foresta amazzonica che “deve essere protetta”. La tragedia, definita dal Presidente francese Emmanuel Macron come una “crisi internazionale”, non lascia indifferente il Titano, che si impegnerà anche in questa occasione in ambito multilaterale per sostenere ogni iniziativa volta a trovare una soluzione efficace a questa grave emergenza. La Repubblica di San Marino è da sempre attenta alla protezione e alla valorizzazione del territorio, del patrimonio ambientale e naturalistico e alla lotta al riscaldamento globale, come testimoniato peraltro dalla ratifica dell’Accordo di Parigi sul clima nel luglio 2018, e si rammarica della gravissima situazione in cui versano la foresta amazzonica e suoi abitanti. La Segreteria di Stato per gli Affari Esteri, dunque, interpretando certamente un sentire comune dei sammarinesi, ritenendo i beni ambientali, al pari di quelli artistici e culturali, veri e propri beni comuni patrimonio dell’umanità, non farà mancare ogni sforzo al fine di mantenere alta l’attenzione dell’agenda internazionale su un tema così rilevante. San Marino, 26 agosto 2019/1718 d.F.R.   2019-09-20itNome responsabileReferenzaKeywordsSegreteria di Stato per gli Affari EsteriIl Segretario di Stato relaziona sull'Europa al Meeting per l'Amicizia fra i Popolihttp://www.esteri.sm/on-line/home/news/articolo1013481.html Il Segretario di Stato per gli Affari Esteri, Nicola Renzi, intervenendo ieri al panel dal titolo “Diritti Doveri. Europa: 1979 2019” del 40° Meeting per l’Amicizia fra i Popoli, in corso a Rimini, ha tracciato, tra le altre cose, le tappe principali del percorso di maggiore integrazione europea della Repubblica, condividendo considerazioni e passaggi salienti che hanno portato all'edificazione dell’Europa unita assieme agli altri relatori Enrico Letta,  Enzo Moavero Milanesi e Paul Richard Gallagher . In particolare, dall'Auditorium gremito e attento della kermesse riminese, sono stati lanciati messaggi chiari e univoci sulla necessità di rafforzare unità e coesione al progetto europeo, nell'assunto che i singoli Paesi del Vecchio Continente, nell'attualità di una dimensione globale scandita dall'affermazione di indiscussi bipolarismi strategici, devono continuare a sentirsi parte della casa comune europea, evitando frammentazioni e scissioni che, oltre a ledere i principi stessi della democrazia, rischiano di affievolire i ruoli delle differenti identità nazionali. Concordi, i relatori, nel ritenere che tutti insieme si rappresenti una forza con una dimensione e una leadership unica. Analoghe considerazioni condivise hanno richiamato il valore dell’Europa dei diritti e dei doveri, della democrazia rappresentativa, della solidarietà, delle radici culturali e dell’eredità comune; un’Europa che sappia gestire le esigenze, le aspettative e le emergenze in atto senza trascurare, bensì valorizzando, la centralità dell’individuo. “L’unificazione in un unico soggetto politico democratico di Paesi necessariamente democratici -ha affermato nel suo intervento Renzi-, rappresenta una buona garanzia di pace e di rispetto dei diritti umani, nel cui ambito è certamente ricompresa la previsione e la tutela delle peculiarità delle singole realtà statuali”. A margine dell’incontro, il Segretario di Stato Renzi ha avuto l’opportunità di uno scambio con i relatori; in particolare con il Ministro degli Esteri italiano Moavero Milanesi, che ha ribadito l’amichevole collaborazione, istituzionale e personale, offerta alla Repubblica nel periodo del suo mandato, confermando la prosecuzione dei tavoli tecnici aperti nelle differenti aree di cooperazione. Nel pomeriggio, inoltre, il Segretario di Stato ha preso parte alla cerimonia organizzata in stretta cooperazione con il presidente della Fondazione Banco Alimentare ONLUS, Giovanni Bruno, per celebrare i 30 anni dell'organizzazione, che si batte per la lotta allo spreco alimentare. Oltre a ribadire la vicinanza e il sostegno della Repubblica a queste attività, il Segretario di Stato ha presentato l'annullo postale creato per l'occasione dall'Ufficio Filatelico e Numismatico di San Marino.    San Marino, 22 agosto 2019/1718 d.F.R. 2019-09-20itNome responsabileReferenzaKeywordsSegreteria di Stato per gli Affari EsteriIniziativa “SAN MARINO-SHARJAH HERITAGE WEEK (EAU)” - manifestazione di interesse per prodotti artigianali del territoriohttp://www.esteri.sm/on-line/home/news/articolo1013474.html La Repubblica di San Marino è stata invitata a partecipare quale Paese ospite della manifestazione “Sharjah Heritage week”, che si terrà a Sharjah (Emirati Arabi Uniti) dal 10 al 15 novembre 2019. Il Congresso di Stato, con Delibera nr. 6 del 22/7/2019, ha autorizzato la partecipazione di San Marino ed ha delegato l’Ambasciatore di San Marino negli EAU al coordinamento delle attività necessarie. OBIETTIVI L’iniziativa si inserisce nell’ambito della più vasta campagna di promozione di San Marino negli Emirati Arabi Uniti e si presenta quale evento ponte per la prossima Esposizione Universale che si aprirà a Dubai nell’ottobre 2020, alla quale San Marino parteciperà con un proprio Padiglione espositivo.  L’evento si propone di far conoscere alla comunità locale di Sharjah ed agli altri Emirati e a livello della comunità internazionale ogni mese un differente Paese: la Repubblica di San Marino è stata prescelta per essere Paese ospite nel mese di novembre 2019. Il format della manifestazione prevede che San Marino presenti la propria storia, cultura e tradizioni sia attraverso esibizioni musicali, storiche e artistiche che con la presentazione di una selezione di prodotti artigianali. La presente manifestazione di interesse ha lo scopo di ricercare la disponibilità di produttori per il settore dell’artigianato e delle piccole produzioni disponibili a partecipare con l’esposizione e vendita di propri prodotti presenziando per tutto il periodo all’evento a Sharjah (EAU). PERIODO DELL’INIZIATIVA E TIPOLOGIA Per animare la manifestazione si ricercano artigiani e produttori sammarinesi o residenti disponibili a partecipare e a presentare i loro prodotti all’evento dedicato a San Marino che si terrà a Sharjah (EAU) dal 10 al 15 novembre 2019. Categorie che si possono candidare: a) Artigiani con produzioni riconosciute dal marchio di tipicità artigianato sammarinese; b) Artigiani che producono a San Marino con materie prime sammarinesi; c) Artigiani che producono a San Marino anche con materie prime non sammarinesi. Tipologie di prodotti artigianali: a) Ceramica; b) Tessile; c) Legno; d) Pietra; e) Vetro; f) Ferro; g) Gioielleria/bigiotteria; h) Cosmetica e prodotti wellness; i) Altro: specificare. N.B: I prodotti agroalimentari (FOOD) non sono oggetto di questa manifestazione di interesse. PROCEDURA DI PARTECIPAZIONE Gli interessati dovranno inviare entro giovedì 5 settembre 2019 all’indirizzo di posta elettronica mauro.maiani@esteri.sm una dichiarazione di interesse contenente: - nome e cognome; - nome azienda o brand, con una breve descrizione della storia e mission aziendale; - una scheda di descrizione generale dei prodotti; - con allegate fotografie dei prodotti- accompagnata da una breve descrizione e da un eventuale link a sito web; - indicazionedell’eventuale marchio di tipicità artigianale sammarinese; - indicazione della possibilità (nel caso in cui l’artigiano voglia o possa) di riprodurre la creazione artigianale in loco a titolo esemplificativo. In tal caso specificare quali tipologie di apparecchiature o materiali occorrono per la riproduzione e una breve descrizione del processo e delle necessità (ad esempio acqua corrente, scarico, presa elettrica, etc.) dell’attrezzatura, ingombro e peso, una foto o un video esemplificativo. Nella manifestazione di interesse il candidato dovrà dichiarare che si impegna: a) a partecipare personalmente o ad inviare una persona che lo rappresenti alla manifestazione “Sharjah Heritage Week” per l’intero periodo, dal 8 al 15 novembre 2019. Si ricorda che la persona che parteciperà dovrà avere una buona conoscenza della lingua inglese; b) essere presente tutti i giorni della manifestazione e negli orari di apertura che saranno comunicati dall’Organizzazione emiratina (presumibilmente dalle ore 17,00 alle 22,00); c) fornire in conto vendita il materiale artigianale già imballato e pronto per la spedizione completo delle descrizioni e della documentazione richiesta dall’Organizzazione emiratina per la spedizione entro la data che l’Organizzazione comunicherà successivamente, e comunque presumibilmente entro il 30 ottobre 2019. MODALITA’ DI SELEZIONE Saranno selezionati gli artigiani, le tipologie e i materiali ritenuti più idonei e nei limiti e numeri che fisserà l’organizzazione emiratina. A tale scopo si comunica che gli artigiani espositori che potranno personalmente partecipare a Sharjah potranno essere un numero massimo di 5 persone, secondo le indicazioni e modalità che saranno fornite dalla Organizzazione emiratina della manifestazione. Le domande saranno valutate ad insindacabile giudizio da una Commissione di valutazione appositamente convocata. CONDIZIONI   a) Dal momento che i materiali esposti potranno anche essere venduti, gli artigiani dovranno indicare valore minimo di vendita, al fine delle pratiche doganali e di esportazione/reimportazione della merce. b) Il valore dell’eventuale vendita sarà corrisposto dall’Organizzazione all’artigiano al termine della manifestazione secondo le modalità concordate tra le parti. c) Si specifica che le spese di spedizione via cargo aereo dall’Aeroporto di Bologna e di rientro dei materiali fino a Bologna sono a carico dell’Organizzazione emiratina. d) Gli artigiani selezionati dalla giuria avranno le spese di viaggio aereo e di soggiorno alberghiero a Sharjah coperti direttamente dall’Organizzazione emiratina per l’intero periodo (8-15 novembre 2019). e) I partecipanti potranno spedire a carico della Organizzazione emiratina assieme ai materiali eventuali depliant e/o documentazione della propria azienda o prodotti in lingua inglese o araba. f) I partecipanti dovranno stipulare, a loro carico, una assicurazione medica valida per gli EAU per tutta la durata della manifestazione. g) Eventuali altre condizioni comunicate dall’Organizzazione emiratina saranno tempestivamente trasmesse ai partecipanti. L’Organizzazione sammarinese coordinerà le attività necessarie alla partecipazione e si farà carico di: a) Organizzare e predisporre la pratica doganale comune per tutto il materiale spedito, e quindi per le procedure di esportazione e riesportazione della merce. b) Curare il trasferimento della merce da San Marino all’aeroporto di Bologna del materiale che dovrà essere preparato e imballato a cura dell’artigiano per spedizione via aerea. c) Organizzare il transfer per i partecipanti da San Marino a Bologna il giorno della partenza, e da Bologna San Marino il giorno di rientro. d) Gestire, tramite un proprio delegato, il coordinamento generale della missione sia nella fase di preparazione a San Marino che a Sharjah. Per ogni ulteriore informazioni inviare una email a: mauro.maiani@esteri.sm ACCETTAZIONE DELLE REGOLE La presentazione della manifestazione di interesse implica la totale accettazione delle regole qui presenti da parte del candidato, che fornisce altresì il consenso alla comunicazione all’Organizzazione emiratina dei nominativi e dei prodotti artigianali selezionati ed alla riproduzione visiva dei materiali artigianali, informativi e promozionali. Mauro Maiani - Ambasciatore di San Marino negli Emirati Arabi Uniti San Marino, 13 agosto 2019/1718 d.F.R.   2019-09-20itNome responsabileReferenzaKeywordsSegreteria di Stato per gli Affari EsteriL'OSCE alla ricerca di giovani candidati per il Forum della Gioventùhttp://www.esteri.sm/on-line/home/news/articolo1013471.html La Segreteria di Stato per gli Affari Esteri, con l’obiettivo di promuovere il coinvolgimento dei giovani cittadini sammarinesi sui temi di politica estera e sicurezza internazionale, presenta l’opportunità di partecipare al Forum della Gioventù dell'Organizzazione per la Sicurezza e Cooperazione in Europa (OSCE) dal titolo “Prospettive 20-30 - Coinvolgere i giovani per un futuro più sicuro”, che si terrà a Bratislava il 29 e 30 ottobre 2019. Il Forum mira a riunire giovani provenienti dagli Stati partecipanti dell’OSCE e dai Paesi partner per la cooperazione per uno scambio di idee circa un futuro più sicuro nell’area dell’OSCE, con l’orizzonte temporale del 2030. L’evento si svolgerà a Bratislava, presso il Ministero degli Affari Esteri ed Europei della Repubblica Slovacca e in località attigue. La conferenza si aprirà con una cerimonia di alto livello seguita da una sessione plenaria, rivolta ai delegati selezionati. I giovani partecipanti discuteranno in parallelo, all’interno di vari gruppi di lavoro, delle loro prospettive per un futuro più sicuro nell’area dell’OSCE e oltre. Infine, una sessione plenaria chiuderà l’evento. L’invito è rivolto a ragazze e ragazzi di età compresa tra i 18 e i 29 anni. I cittadini sammarinesi interessati a presentare una propria candidatura possono farlo inviando una comunicazione all’indirizzo di posta elettronica della Missione permanente di San Marino presso l’OSCE, rsmvienna@gmail.com, corredando la candidatura della scansione di un proprio documento di identità (carta di identità o passaporto), del proprio curriculum vitae redatto in lingua inglese e di una lettera motivazionale, anch’essa redatta in inglese (lingua ufficiale dei lavori dell’evento). Le candidature andranno presentate entro le ore 18.00 di lunedì 9 settembre. Tra gli idonei a partecipare verranno selezionati due candidati, una ragazza e un ragazzo, i cui profili saranno esaminati dagli organizzatori dell’evento per un’ulteriore fase di selezione, al fine di individuare un solo partecipante tra i due. A seguito della comunicazione di avvenuta selezione, il candidato o la candidata, anteriormente alla propria partecipazione, dovrà contattare la Missione permanente per un confronto preparatorio sui temi rilevanti trattati nella conferenza. Si precisa che le spese di vitto e alloggio saranno coperte dagli organizzatori dell’evento; le restanti saranno invece a carico del/la partecipante. Si segnala il sito internet www.osce.org/youth per ottenere maggiori informazioni circa l’attività tematica svolta dall’OSCE.   San Marino, 12 agosto 2019/1718 d.F.R. 2019-09-20itNome responsabileReferenzaKeywordsSegreteria di Stato per gli Affari Esteri