Segreteria di Stato per gli Affari Esteri - Repubblica di San Marinohttp://www.esteri.sm/on-line/rss.jsp?instance=2&channel=1000002&idArticleLevel=1000010&size=10&idXsl=3&node=1000042Notizie e comunicati della Segreteria di Stato per gli Affari EsteriAd Andorra un incontro fra i tre Piccoli Stati in tema di integrazione europeahttp://www.esteri.sm/on-line/home/news/articolo1011943.html Lunedì e martedì prossimi si svolgerà ad Andorra un incontro a livello di delegazioni politiche e tecniche del Principato di Andorra, del Principato di Monaco e della Repubblica di San Marino in materia di integrazione europea.   Il Segretario di Stato Nicola Renzi sarà accompagnato dall’Ambasciatore di San Marino a Bruxelles, Antonella Benedettini, dal Direttore degli Affari Europei del Dipartimento Esteri, Luca Brandi e dal Segretario Particolare, Michele Andreini.   L’iniziativa fa seguito all’incontro di maggio scorso fra le delegazioni dei tre medesimi Stati, ospitato da San Marino in concomitanza con i “Giochi dei Piccoli Stati”, e a quello ancora precedente a Monaco di febbraio scorso, e rientra nelle consultazioni periodiche fra i responsabili di Governo allo scopo di rafforzare la convergenza delle rispettive posizioni negoziali con l’Unione Europea.   Dopo gli incontri scorsi, quindi, il dialogo fra i tre piccoli Stati continua; saranno presi in esame gli approfondimenti condotti negli ultimi mesi e i contributi dei relativi settori tecnici che investono l’ambito generale del rapporto tra i tre Stati di ridotte dimensioni territoriali con l’Unione Europea.   Nella giornata di lunedì la delegazione sammarinese avrà una serie di incontri con i rappresentanti del Governo andorrano guidati dal Ministro degli Esteri Maria Ubach, alla presenza dell’Ambasciatore accreditato a San Marino e Monaco, Enric Tarrado, e della Direttrice per gli Affari Europei, Cristina Mota. Sul tavolo le questioni attinenti al negoziato in corso che riguardano aspetti specifici del rapporto bilaterale.   A margine del programma di consultazioni legate all’integrazione nel mercato unico europeo, il Segretario di Stato Renzi si incontrerà con il Ministro delle Finanze andorrano, M. Jordi Cinca e, a seguire, con il Coprincipe di Andorra, SE Mons. Joan Enric Vives.   San Marino, 17 novembre 2017/1717 d.f.R. 2017-11-20itNome responsabileReferenzaKeywordsSegreteria di Stato per gli Affari EsteriBando per tirocini presso le Missioni Permanenti di San Marino all'esterohttp://www.esteri.sm/on-line/home/news/articolo1011942.html La Segreteria di Stato agli Affari Esteri informa che da metà gennaio a metà marzo 2018 verranno attivati stage non retribuiti rivolti a giovani sammarinesi presso alcune Missioni Permanenti di San Marino all’estero. I tirocini, della durata di 3 mesi, hanno l’obiettivo di offrire una conoscenza diretta delle attività svolte dalle Missioni sammarinesi nelle sedi internazionali, delle attività delle Organizzazioni Internazionali stesse e, più in generale, della politica estera sammarinese.   Nello specifico, nel periodo indicato sono disponibili le seguenti posizioni: 3 posti presso la sede di Vienna (Ambasciata in Austria e Missione Permanente presso le Organizzazioni Internazionali a Vienna - ONU, OSCE, CTBTO e AIEA); 1 posto presso la sede di Bruxelles (Ambasciata in Belgio e Missione Permanente presso l’Unione Europea); 1 posto presso la sede di Ginevra (Missione Permanente presso le Nazioni Unite e le altre Organizzazioni Internazionali in Svizzera); 1 posto presso la sede di Roma (Ambasciata in Italia e Missione Permanente presso la FAO). I requisiti richiesti sono i seguenti: - cittadinanza sammarinese; - ottima conoscenza della lingua inglese (livello minimo B2) e, per le sedi di Ginevra e Bruxelles, buona conoscenza della lingua francese (livello minimo B1); - laurea o iscrizione a un corso universitario (a partire dal III anno), preferibilmente in classi che consentono l’accesso alla carriera diplomatica (discipline giuridiche, economiche, sociali, umanistiche, scienze diplomatiche); - buona conoscenza delle Organizzazioni Internazionali; - ottima conoscenza dei principali strumenti informatici. Gli interessati potranno inviare la propria candidatura via email all’indirizzo dipartimentoaffariesteri@pa.sm entro il 7 dicembre 2017. Alla domanda dovranno essere allegati il curriculum vitae et studiorum, eventuali certificazioni linguistiche, una lettera motivazionale e l’indicazione della sede o delle sedi, in ordine di preferenza, per le quali si presenta la candidatura. La valutazione delle candidature avverrà tramite l’esame delle domande e, se necessario, di un colloquio, che potrà avvenire anche a distanza. Per ulteriori informazioni si prega di contattare il Dipartimento Affari Esteri ai numeri 0549 88 5457-2156.   San Marino, 17 novembre 2017/1717 d.f.R. 2017-11-20itNome responsabileReferenzaKeywordsSegreteria di Stato per gli Affari EsteriAmbiente e sostenibilità al centro dell'evento "Akari Shoene 2017" a Tokyohttp://www.esteri.sm/on-line/home/news/articolo1011932.html Dal 1° al 5 novembre scorso si è svolta a Tokyo la VII edizione di "Akari Shoene 2017", evento incentrato sull'autosostenibilità energetica promosso dal noto studio d'arte internazionale "Ishii Motoko Lighthing Group" in collaborazione con la Città di Tokyo e i Ministeri di Ambiente, Sviluppo Economico e Trasporti. Presente anche la Repubblica di San Marino attraverso la propria Ambasciata in Giappone, che per l’occasione ha allestito uno dei 34 spazi espositivi predisposti nel Parco Nazionale di Ueno. I numerosi visitatori hanno potuto apprezzare gli aspetti della tradizione storico-culturale sammarinese e le informazioni turistiche e logistiche fornite dalla nostra Ambasciata. All'interno dello stand è stata inoltre organizzata un'area-percorso che ha permesso ai visitatori di entrare in contatto con una selezione di produzioni delle tipicità tra le più rappresentative in ambito numismatico, filatelico, artigianale (ceramiche) ed enogastronomico (vini). Durante i cinque giorni di apertura al pubblico l’affluenza di visitatori è stata imponente: oltre duecentomila quelli che hanno scelto di partecipare, attratti dall’attualità del tema e dal contesto nel quale si è sviluppato. Scegliendo di essere presente, San Marino ha voluto riconfermare la propria sensibilità per la tematica dell’ambiente. La Legge sulla mobilità sostenibile, recentemente approvata dal parlamento sammarinese, dà conferma delle scelte di prospettiva adottate dal Paese al fine di rendere il territorio della Repubblica sempre più sostenibile e ancora più attrattivo per i suoi cittadini e i turisti che lo visitano.   San Marino, 13 novembre 2017/1717 d.f.R. 2017-11-20itNome responsabileReferenzaKeywordsSegreteria di Stato per gli Affari EsteriDialogo tra culture e religioni: decennale degli incontri annuali del Consiglio d'Europa sulla dimensione religiosa del dialogo interculturalehttp://www.esteri.sm/on-line/home/news/articolo1011919.html Riconosciuto il ruolo propulsivo svolto dalla Repubblica di San Marino, che proprio 10 anni fa ha dato avvio agli Incontri annuali, divenuti parte integrante dell'agenda del Consiglio d'Europa. L'Organizzazione di Strasburgo è oggi chiamata a svolgere un ruolo centrale a difesa della dimensione religiosa di rifugiati e migranti, a salvaguardia della dignità di ciascun essere umano   2017-11-20itNome responsabileReferenzaKeywordsSegreteria di Stato per gli Affari EsteriSan Marino alla 39° Conferenza Generale UNESCOhttp://www.esteri.sm/on-line/home/news/articolo1011916.html E’ in corso, a Parigi, la 39° Conferenza Generale dell’UNESCO, che a cadenza biennale riunisce i 195 Paesi membri dell'Organizzazione. San Marino, che fa parte dell’UNESCO dal 1974 e che nel 2008 è stata inserita nella lista del Patrimonio Mondiale dell'Umanità, partecipa ai lavori con una propria delegazione guidata dal Segretario di Stato agli Affari Esteri, che nella mattinata è intervenuto in plenaria al dibattito di politica generale. Nicola Renzi ha definito l’UNESCO come l’Organizzazione chiamata a promuovere “la cultura e la forza del dialogo”: il rispetto dell’altro e dei suoi valori costituiscono infatti i presupposti fondanti per una serena convivenza fra popoli e culture in un processo di arricchimento reciproco. Attraverso l’UNESCO - ha continuato Renzi - si lavora insieme per affermare le priorità fondamentali dell’Uomo: “nella cultura e nell’educazione, così come nel progresso scientifico” l’Organizzazione persegue la diffusione di valori intrinseci all’essere umano, che conferiscono speranza all’intera umanità. Proprio per questo motivo, il Segretario Renzi ha posto l’accento sul ruolo fondamentale del multilateralismo: “di fronte alle attuali sfide globali” - ha sostenuto - “diventa quanto mai necessario ravvivare la nostra fiducia nel multilateralismo: il nostro Paese ha sempre creduto nella forza del dialogo e del rispetto degli altri, valori sui quali si fonda la convivenza pacifica tra i popoli. L’UNESCO deve continuare a lavorare per l’universalizzazione della sua organizzazione, per i valori che condividiamo, per gli obiettivi che abbiamo in comune, per il rafforzamento di un ordine multilaterale e un mondo più pacifico e giusto.” La Repubblica di San Marino dunque - ha continuato Renzi - guarda “con preoccupazione al delicato momento che sta attraversando l’Organizzazione”; un momento che sta minando la sua unità mettendone a rischio il funzionamento. Il Segretario di Stato si è quindi soffermato sul significato profondo attribuito da San Marino a tutte quelle iniziative che “portano alla reciproca comprensione e al dialogo tra popoli diversi”; ha illustrato alla platea un’importante iniziativa che da dieci anni viene promossa nell’ambito del Consiglio d’Europa, partita proprio da un’idea di San Marino durante la Presidenza del Comitato dei Ministri: gli “Incontri annuali sulla dimensione religiosa del dialogo interculturale”. Infine, Renzi ha accennato al “valore della diversità culturale e della tradizione” in relazione alle espressioni più autentiche dell’architettura e dei siti archeologici, la cui “salvaguardia e valorizzazione devono costituire sempre la guida della nostra azione” comune. “Dobbiamo lavorare insieme” - ha sostenuto - “per proteggere il patrimonio culturale condiviso dall’umanità di fronte agli attacchi terroristici”, convinti che la nostra Organizzazione debba rafforzare il proprio ruolo di leader nella protezione del patrimonio culturale mondiale e nella lotta al traffico illecito di opere. In questo senso, la Repubblica di San Marino “lo scorso 19 maggio, nell’ambito del Consiglio d’Europa, ha firmato a Nicosia, nel corso della cerimonia di apertura alle firme, la Convenzione sulle infrazioni riguardanti i beni culturali.” La Conferenza, che concluderà i suoi lavori il 14 novembre prossimo, adotterà il budget dell’Organizzazione, il programma e le attività dell’UNESCO nei prossimi due anni. Il 10 novembre verrà inoltre approvata la nomina di Audrey Azoulay all’incarico di Direttore Generale dell’UNESCO, eletta dal Comitato Esecutivo dell’UNESCO il 13 ottobre. Nel corso della sessione si terranno anche le elezioni per ricoprire dei seggi del Comitato Esecutivo dell’UNESCO e di altri importanti organi sussidiari.   San Marino, 3 novembre 2017/1717 d.f.R. 2017-11-20itNome responsabileReferenzaKeywordsSegreteria di Stato per gli Affari EsteriCelebrazioni per il decennale della Convenzione di Lanzarotehttp://www.esteri.sm/on-line/home/news/articolo1011907.html Il 25 ottobre 2007 a Lanzarote è stata aperta alla firma la Convenzione del Consiglio d’Europa per la protezione dei bambini contro lo sfruttamento e gli abusi sessuali, entrata poi in vigore grazie alla ratifica della Repubblica di San Marino. A dieci anni di distanza, l’Organizzazione di Strasburgo ha voluto celebrare la ricorrenza con una conferenza sul tema “Porre fine allo sfruttamento e agli abusi sessuali dei minori: verso un mondo di fiducia”. Anche San Marino era presente alla due giorni che ha riunito i rappresentanti di tutti gli Stati Parte della Convenzione, ONG pertinenti e altri attori principali, aperta con l’intervento del Vice Segretario Generale Gabriella Battaini Dragoni. Quest’ultima ha sottolineato come la Convenzione di Lanzarote rappresenti tuttora lo strumento giuridico internazionale più ambizioso e completo per la protezione dei bambini contro lo sfruttamento e gli abusi sessuali, dichiarando “confortante osservare come la Convenzione abbia conseguito il risultato di sensibilizzare a questo problema; le disposizioni legislative sono state modificate e nei paesi che l’hanno firmata è aumentata la capacità di prevenzione e di reazione nei confronti dei reati sessuali commessi sui minori”. Ad oggi 42 Paesi aderenti al Consiglio d’Europa hanno già ratificato la Convenzione, aperta alla firma anche di paesi non membri dell’organizzazione, e il cui obiettivo è proteggere i minori da ogni forma di violenza sessuale e supportarli insieme ai loro familiari.  Claude Janizzi, Presidente del Comitato di Lanzarote, ha presentato una relazione sui traguardi raggiunti dallo strumento internazionale in questi primi dieci anni e sulle sfide associate alla sua attuazione, come la prescrizione dei reati e la mancanza di una raccolta sistematica di dati sul fenomeno. Toccanti le testimonianze di alcune vittime: quella della ginnasta olimpica Gloria Viseras, abusata dal suo allenatore, e di Ally Reda, canadese, sopravvissuta all’adescamento online. San Marino è stato rappresentato da Sylvie Bollini, funzionario del Dipartimento Affari Esteri e membro eletto nel Bureau del Comitato. San Marino, 26 ottobre 2017/1717 d.f.R.   2017-11-20itNome responsabileReferenzaKeywordsSegreteria di Stato per gli Affari EsteriVeglia di Preghiera e Libro delle Condoglianze in ricordo del compianto Ambasciatore Guido Bellatti Ceccolihttp://www.esteri.sm/on-line/home/news/articolo1011905.html La Segreteria di Stato per gli Affari Esteri conferma la veglia di preghiera in memoria dell’Ambasciatore Guido Bellatti Ceccoli, Rappresentante Permanente della Repubblica presso il Consiglio d’Europa, questa sera, alle ore 20.30, presso la Chiesa di San Francesco di San Marino Città, alla presenza degli Ecc.mi Capitani Reggenti. Allo stesso tempo informa che dall’odierna mattinata e fino alle ore 14 di venerdì 27 ottobre, presso una sala di Palazzo Begni sarà possibile lasciare un pensiero in ricordo del compianto Ambasciatore su un apposito Libro di Condoglianze. Si rammenta altresì che in mattinata si è svolta una commemorazione in sua memoria presso il Consiglio d’Europa, che ha esposto per l’occasione la bandiera di San Marino a mezz’asta.   San Marino, 25 ottobre 2017/1717 d.F.R.   2017-11-20itNome responsabileReferenzaKeywordsSegreteria di Stato per gli Affari Esteri"Migranti e rifugiati nel Mediterraneo": San Marino alla Conferenza OSCE di Palermohttp://www.esteri.sm/on-line/home/news/articolo1011904.html The Conference was attended by Minister Guerrino Zanotti, who spoke during yesterday afternoon’s work session. The OSCE Mediterranean Conference opened yesterday morning in Palermo. The Republic of San Marino was represented by Mr. Guerrino Zanotti, Minister of Internal Affairs, Mrs. Elena Molaroni, Ambassador, and Mrs. Sabrina Fantini, Chief of Cabinet of the Ministry of Internal Affairs. Minister Zanotti spoke yesterday at the High-Level Segment to confirm San Marino’s position of full support for OSCE in the cooperation with the countries of the Mediterranean Basin. Migration flows represent a challenge and must be handled collectively, but it is even more important to work together to solve their root causes and to ensure the dignified reception of migrants. All states and partners present confirmed that Palermo has proved to be the most appropriate choice to address issues related to migration and to support international cooperation as a contribution to collective stability. The Conference, which continues today, will address the issue of migration in the Mediterranean area, the fight against trafficking of people, intolerance, religious discrimination and racism and the promotion of mutual trust in the fight against fear - an emotion that has recently been exploited by populist movements. The Conference will call on the action of OCSE, an organisation based on two fundamental principles, i.e. responsibility and solidarity. In the margins of the Conference, Minister Zanotti met with Mr. Angelino Alfano, Italian Minister of Foreign Affairs, and Mrs. Teresa Ribeiro, Portuguese Secretary of State for Foreign Affairs and Cooperation. In the afternoon, Mr. Zanotti had talks with Mr. Ivica Dacic, Deputy Prime Minister and Foreign Minister of Serbia. The bilateral meetings allowed the countries to examine the state of relations and assess the areas in need of consolidation, also through the conclusion of new agreements. San Marino, 25 October 2017         2017-11-20itNome responsabileReferenzaKeywordsSegreteria di Stato per gli Affari EsteriIn memoria dell'Ambasciatore Guido Bellatti Ceccolihttp://www.esteri.sm/on-line/home/news/articolo1011901.html La Segreteria di Stato per gli Affari Esteri desidera ricordare l’Ambasciatore Guido Bellatti Ceccoli, Rappresentante Permanente della Repubblica presso il Consiglio d’Europa, prematuramente scomparso sabato scorso. La perdita del carissimo Guido ha determinato un profondo sconcerto e un’immensa tristezza in tutti coloro che a vario titolo ne hanno potuto apprezzare l’alto valore umano e professionale. Per commemorarne la memoria è stata prevista una Veglia di Preghiera mercoledì 25 ottobre alle ore 20.30 presso la Chiesa di San Francesco (centro storico di San Marino), aperta alla partecipazione di rappresentanti istituzionali, colleghi, amici e di tutti coloro che lo hanno conosciuto. Il rito funebre avrà luogo giovedì 26 ottobre alle ore 16 a Strasburgo.   San Marino, 23 ottobre 2017/1717 d.f.R. 2017-11-20itNome responsabileReferenzaKeywordsSegreteria di Stato per gli Affari EsteriSan Marino sempre più apprezzato dai Giapponesihttp://www.esteri.sm/on-line/home/news/articolo1011900.html Le Segreterie di Stato agli Affari Esteri e al Turismo sono liete di informare che in data 22 ottobre l’emittente televisiva giapponese Tokyo Broadcasting System (TBS) ha mandato in onda uno speciale su San Marino. La trasmissione, incentrata sul patrimonio artistico-monumentale e storico sammarinese, fa parte della serie “Sekaiisan – The World Heritage”, dedicata ai siti patrimonio dell’umanità UNESCO di cui San Marino è divenuto parte nel 2008. Il documentario ha riscosso grande successo fra il pubblico giapponese: trasmesso in alta definizione sul digitale terrestre è stato seguito da una media di oltre 18 milioni di telespettatori, con uno share del 15%; requisiti, questi, che hanno indotto la Repubblica a rinnovare la collaborazione con l’importante emittente giapponese, che già aveva promosso un’ampia e approfondita divulgazione di immagini e notizie sulla Repubblica. Le riprese sono state effettuate nello scorso mese di maggio da una troupe televisiva nipponica coordinata dal Consigliere dell’Ambasciata di San Marino in Giappone, Riccardo Riccioni, con il supporto tecnico-organizzativo dell’Ufficio del Turismo. La più recente edizione ha approfondito in maniera esclusiva le peculiarità istituzionali della Repubblica e consentito di documentare le specificità dell’inserimento nella lista del patrimonio mondiale. Ne è scaturito un reportage di forte impatto mediatico, incentrato sul valore delle antiche tradizioni democratiche sammarinesi attraverso interviste ad alcuni cittadini che sono saliti alla Suprema Magistratura o che hanno ricoperto il ruolo di Segretario di Stato. Non è stato infine trascurato il settore culturale, con incursioni nell’attività filatelica e nella numismatica e la visita al tempio scintoista “San Marino Jinja”, primo santuario ufficiale in Europa eretto in ricordo delle vittime del terremoto del 2011.   San Marino, 23 ottobre 2017/1717 d.f.R. 2017-11-20itNome responsabileReferenzaKeywordsSegreteria di Stato per gli Affari Esteri