Segreteria di Stato per gli Affari Esteri - Repubblica di San Marinohttp://www.esteri.sm/on-line/rss.jsp?instance=2&channel=1000002&idArticleLevel=1000010&size=10&idXsl=3&node=1000042Notizie e comunicati della Segreteria di Stato per gli Affari EsteriVisita del presidente del Comitato Atlantico italianohttp://www.esteri.sm/on-line/home/news/articolo1008017.html E’ stato oggi in visita a San Marino il Presidente del Comitato Atlantico Italiano e dell’Atlantic Treaty Association, Fabrizio Luciolli. Accolto a Palazzo Begni dal Segretario di Stato agli Affari Esteri, Pasquale Valentini, il Prof. Luciolli ha avuto modo di confrontarsi con il Responsabile della Politica estera sammarinese sulle principali questioni di ordine internazionale, soprattutto attinenti al settore della sicurezza. Luciolli ha condiviso la sua esperienza di docente presso il Centro Alti Studi per la Difesa e di consulente parlamentare in materia di politica estera, di sicurezza e di economia internazionale, nonché di promotore di progetti di cooperazione NATO e UE in Europa. Il colloquio, dai toni cordiali e proficui, ha approfondito la realtà sammarinese e il ruolo attivo che il Paese svolge in ambito multilaterale, in primo luogo nella difesa dei diritti e delle libertà inviolabili della persona. Il ricorso al dialogo e all’intermediazione fra le grandi potenze contraddistinguono da sempre l’agire del Paese nella Comunità degli Stati; è proprio attraverso questa riconosciuta capacità di mediazione che San Marino ha saputo far valere e rispettare i valori che tutt’oggi sono alla base delle sue Istituzioni. Oltre a questi aspetti, nell’incontro sono emerse alcune interessanti potenzialità di collaborazione, sulle quali ci si è ampiamente confrontati. “Per San Marino – ha detto Valentini – l’occasione odierna è stata di stimolo per interrogarci su nuove forme di collaborazione internazionale, con il reciproco invito ad approfondire la cooperazione già in atto”. San Marino, 23 aprile 2015/1714 d.F.R.  2015-04-26itNome responsabileReferenzaKeywordsSegreteria di Stato per gli Affari EsteriBorse di studio del Governo italiano per stranieri e cittadini irehttp://www.esteri.sm/on-line/home/news/articolo1008002.html Su richiesta pervenuta dall’Ambasciata d’Italia, la Segreteria di Stato agli Affari Esteri interviene sull’emissione di borse di studio concesse dal Governo italiano a studenti stranieri e italiani residenti in territorio, ricordando che il termine ultimo per la presentazione delle domande è fissato al 13 maggio p.v.Il bando di selezione, consultabile sul sito del Ministero degli Affari Esteri nella sezione http://www.esteri.it/mae/it/ministero/servizi/stranieri/opportunita/borsestudio_stranieri.html offre informazioni sui requisiti di accesso, le modalità, i limiti e i termini per l’erogazione dei contributi.Si precisa che la selezione sarà effettuata direttamente dal Ministero degli Affari Esteri. San Marino, 20 aprile 2015/1714 d.F.R.  2015-04-26itNome responsabileReferenzaKeywordsSegreteria di Stato per gli Affari EsteriDichiarazioni di Valentini sulle tragedie del marehttp://www.esteri.sm/on-line/home/news/articolo1008001.html La Segreteria di Stato per gli Affari Esteri, dinnanzi alla drammatica progressione di tragedie che si stanno verificando nel Mediterraneo e che stanno assumendo caratteri di vera e propria emergenza internazionale, esprime sgomento e cordoglio e si associa all’unanime solidarietà internazionale. Un sentimento di particolare vicinanza va all’amica Repubblica Italiana, che da tempo si sta alacremente prodigando per offrire accoglienza e speranze di vita concrete al numero crescente di profughi.“Dinnanzi a queste stragi di innocenti che scappano da territori e paesi martoriati privi di futuro e in cerca di speranza, occorre con fatti concreti offrire risposte corali, che mobilitino definitivamente la comunità internazionale su un problema che sta diventando sempre più insostenibile”.Con queste parole il Segretario di Stato per gli Affari Esteri ha espresso la forte preoccupazione del Governo sammarinese e assicurato un preciso impegno istituzionale, affinché anche da San Marino possa giungere un segno di solidarietà concreta in favore dei tanti profughi, in particolare donne e bambini, tuttora in condizioni di disagio fisico e morale e alla ricerca di una speranza di vita.L’Italia, in questa sfida, non può essere lasciata sola; ogni paese coinvolto da questo triste fenomeno ha l’obbligo di sostenerla, condividendo insieme le soluzioni più idonee per superare un’emergenza di così ampia portata.San Marino deve interrogarsi sulla dimensione e sulla modalità del proprio intervento dinnanzi al numero esponenziale di migranti che fuggono da realtà degradanti e da conflitti in corso e sulle azioni che possono essere adottate per ripristinare condizioni di convivenza accettabili nei Paesi di provenienza, nell’assunto che si tratta di dover individuare un equilibrio che va ben oltre la dimensione prettamente europea e che investe l’intera Comunità internazionale. Ad ogni Stato membro è richiesto uno sforzo teso ad approntare programmi e forme di cooperazione internazionale, che possano sostenere il ripristino di forme di convivenza pacifica e di condizioni di vita sostenibili, proprio laddove ora dominano la cultura del terrore, i disordini e le discriminazioni.Il Segretario di Stato Valentini ha altresì affermato che porterà al tavolo della seduta congressuale di domani i fatti di questi giorni, per valutare gli indirizzi concreti da adottare. A tal riguardo proporrà l’opportunità di coinvolgere la rete di associazioni umanitarie presenti in Repubblica, in primis la Croce Rossa Sammarinese nell’intento di coordinare un’azione a sostegno dei tanti profughi e delle terre ospitanti. San Marino, 20 aprile 2015/1714 d.F.R.  2015-04-26itNome responsabileReferenzaKeywordsSegreteria di Stato per gli Affari EsteriSan Marino agli Spring Meetings del FMIhttp://www.esteri.sm/on-line/home/news/articolo1008003.html E’ partita in mattinata la Delegazione sammarinese che parteciperà agli Spring Meetings del Fondo Monetario Internazionale a Washington, in corso dal 16 al 19 aprile.La delegazione è composta dal Segretario di Stato per le Finanze e Bilancio, Gian Carlo Capicchioni, Governor FMI, dal Segretario di Stato all’Industria, Marco Arzilli, Governor di Banca Mondiale, dal Direttore del Dipartimento Affari Esteri, Dario Galassi, Vice Governor FMI, dal Segretario Particolare della Segreteria di Stato per le Finanze e Bilancio, Daniela Berti e, in rappresentanza di Banca Centrale, dal Direttore, Marco Giannini, e dal Responsabile della Vigilanza, Andrea Vivoli.La Delegazione avrà occasione di intrattenersi in incontri bilaterali con le delegazioni di altri Paesi, con i rappresentanti del Fondo Monetario e di Banca Mondiale. Sono infatti previsti incontri con il team che ha condotto la Missione annuale a San Marino nello scorso mese di gennaio ai sensi dell’Art.IV e con il Vice Direttore del Dipartimento per l’Europa, Thanos Arvanitis. Nella giornata di venerdì si terrà il Meeting della Constituency, di cui San Marino fa parte, mentre l’indomani la Delegazione parteciperà alla Riunione Plenaria del Fondo Monetario e in serata incontrerà il Direttore Esecutivo della Constituency, Carlo Cottarelli. Sono altresì previsti degli incontri tra il Segretario di Stato Arzilli e il Responsabile del Programma Doing Business, Rita Ramalho, e il Direttore Esecutivo di Banca Mondiale, Patrizio Pagano. San Marino, 16 aprile 2015/1714 d.F.R.  2015-04-26itNome responsabileReferenzaKeywordsSegreteria di Stato per gli Affari EsteriAl via la 38° Consulta dei Sammarinesi all'esterohttp://www.esteri.sm/on-line/home/news/articolo1007925.html Domani, alle ore 10.30, presso una sala del Grand Hotel San Marino, si apriranno i lavori della XXXVIII Consulta dei Cittadini Sammarinesi residenti all’estero; lavori che proseguiranno anche il giorno successivo.La prima mattinata del sabato sarà riservata ai soli Presidenti. Alle ore 10.30 si apriranno ufficialmente i lavori con il discorso del Presidente Otello Pedini e il saluto del Presidente Onorario, nonché Segretario di Stato agli Affari Esteri, Pasquale Valentini. Interverrà anche il Segretario di Stato agli Affari Interni, Gian Carlo Venturini, in merito alle problematiche già sollevate dalla Consulta inerenti agli ambiti di competenza della Segreteria di Stato.Nel pomeriggio la platea prenderà in esame la proposta di modifica della Legge n. 76 del 30 novembre 1979 “Costituzione di associazioni sammarinesi all’estero” e affronterà la questione dei Soggiorni Culturali, che quest’anno giungono alla 35° edizione. Nella mattinata di domenica 12 aprile è in programma l’incontro con i Segretari dei partiti politici per discutere la mancata attivazione di un tavolo di confronto tra Governo, Forze politiche e Consulta sulle problematiche più volte sollevate dalla stessa Consulta, in particolare sul voto estero.Il pomeriggio sarà invece interamente dedicato al Museo dell’Emigrante. Con il Segretario di Stato alla Cultura, Giuseppe Morganti, e la Responsabile dell’Istituto Culturale, Patrizia Di Luca, si discuterà delle attività dell’ultimo semestre e dei progetti futuri del Museo.In serata, al termine dei lavori, la Consulta prenderà in esame la Risoluzione Conclusiva ai fini della sua approvazione. San Marino, 10 aprile 2015/1714 d.F.R.  2015-04-26itNome responsabileReferenzaKeywordsSegreteria di Stato per gli Affari EsteriConcerto della Reggenzahttp://www.esteri.sm/on-line/home/news/articolo1007988.html La Segreteria di Stato per gli Affari Esteri informa che sabato 11 aprile, alle ore 21, al Teatro Titano, si terrà il tradizionale Concerto della Banda Militare in onore degli Ecc.mi Capitani Reggenti, Andrea Belluzzi e Roberto Venturini.La Banda Militare, diretta dal Ten. M° Stefano Gatta, eseguirà una serie di brani tratti dal repertorio classico-operistico di alcuni fra i più grandi compositori italiani e stranieri. La prima parte sarà interamente dedicata ai compositori italiani: dalla sinfonia tratta dalla “Norma”, l’opera forse più celebre del compositore Vincenzo Bellini, alla musica originale storica con il brano “Officine: Pulegge-Magli e Canti” di Andrea Marchesini, il primo M° della Banda Musicale della Polizia di Stato.Seguirà una seconda parte con brani di Schubert, Sinfonia n. 8 “Incompiuta”, del compositore australiano Grainger, “Molly on the shore”, musica per fiati di tradizione anglosassone, e dell’inglese Ketelbey, “Au jardin d’une Pagode Chinoise”, con melodie tipiche che evocano l’Oriente nel periodo della Belle Epoque.A conclusione della serata verrà eseguito l’Inno Nazionale Sammarinese nella versione rinnovata del M° Marco Capicchioni e proposta per la prima volta in forma strumentata per Banda dal M° Stefano Gatta.L’ingresso al concerto è gratuito; la cittadinanza è invitata a partecipare. San Marino, 10 aprile 2015/1714 d.F.R.   2015-04-26itNome responsabileReferenzaKeywordsSegreteria di Stato per gli Affari EsteriVisita di congedo del Gen. Gentilihttp://www.esteri.sm/on-line/home/news/articolo1007924.html Nel pomeriggio di oggi il Gen. Alessandro Gentili si è recato a Palazzo Begni in visita di congedo. Ad attenderlo il Segretario di Stato agli Affari Esteri, Pasquale Valentini, da cui dipendono i corpi militari, con il quale si è intrattenuto per un breve colloquio.Dopo un anno e mezzo ai vertici della Gendarmeria, il Gen. Gentili cessa oggi definitivamente la propria funzione; da domani gli subentrerà il M.llo Werter Selva, al quale il Congresso di Stato ha affidato il compito temporaneo di Comandante f.f. Le dimissioni del Generale risalgono al 12 marzo scorso; in quella data Gentili aveva consegnato alla Reggenza una lettera rimettendo il proprio mandato nelle mani dei Capi di Stato. Il Consiglio Grande e Generale, nella seduta dello scorso 24 marzo, ha votato un Ordine del Giorno per accogliere la richiesta del Generale di essere prosciolto dall’incarico.Il Segretario di Stato competente per il Corpo della Gendarmeria ha rivolto un doveroso ringraziamento all’Alto Ufficiale per la collaborazione e la disponibilità dimostrate, anche a fronte di gravi difficoltà, preventivamente impossibili da ipotizzare. Il Generale, a sua volta, pur rammaricandosi di non aver potuto dare piena attuazione ai progetti in base ai quali aveva assunto il proprio incarico, ha riconosciuto la positività di questa esperienza e ha espresso la certezza che la Gendarmeria, in collaborazione con gli altri Corpi di Polizia, troverà i modi e le forme per adeguare la propria attività alle esigenze che oggi il Paese manifesta.Il Segretario Valentini ha colto l’occasione per manifestare l’auspicio che tutto il Corpo della Gendarmeria contribuisca a superare questo momento di passaggio con un rinnovato impegno nello svolgimento del proprio mandato. In questo contesto il riferimento è tornato inevitabilmente all’appello lanciato dallo stesso Valentini in occasione della Festa delle Milizie del 25 marzo scorso: “E’ necessario uno scatto di responsabilità personale che rinforzi il senso di appartenenza ai Corpi, che rinforzi la dignità che tale appartenenza deve avere. E’ uno scatto di responsabilità che dobbiamo a noi stessi, alla dignità di cui ognuno è portatore, prima ancora di pretenderlo dagli altri. Senza di esso, nessuna norma, nessuna riforma potranno mai essere efficaci”. San Marino, 9 aprile 2015/1714 d.F.R.  2015-04-26itNome responsabileReferenzaKeywordsSegreteria di Stato per gli Affari EsteriMessaggio di cordoglio per la strage di cristiani in Kenyahttp://www.esteri.sm/on-line/home/news/articolo1007989.html La Segreteria di Stato agli Affari Esteri ha indirizzato in data odierna un messaggio di cordoglio per le numerose vittime della strage di Garissa, in Kenya, esprimendo la propria ferma condanna e, insieme, il profondo cordoglio per le numerose vittime dell’ennesima strage di cristiani.Anche nell’antica Repubblica del Titano - recita il messaggio - è vivo e pressante l’auspicio di una mobilitazione corale, che induca la comunità internazionale a non ignorare una cultura del terrore che sta minacciando le fondamenta della convivenza umana e strappando alla vita troppi innocenti, i nuovi esempi di martirio folle e ingiustificato.La Segreteria di Stato reitera la propria posizione di Paese libero e democratico, amante della pace e strenuo difensore dei diritti umani e delle libertà fondamentali ed esorta una maggiore concertazione da parte della comunità internazionale, in particolare sotto l’egida delle Nazioni Unite, affinché prevalgano le ragioni della pace su quelle dell’odio e possa bloccarsi la spirale delirante di inaccettabili aggressioni alla vita e alla dignità dell’uomo.Non possiamo più permetterci – ha proseguito la Nota della Segreteria di Stato - di distrarre lo sguardo da una pietosa realtà che sta imponendosi contro minoranze religiose e massacrando tanti cristiani nel mondo; è imperativo uno sforzo di civiltà straordinario, che vada nella direzione del ripristino di condizioni di pace e di civile convivenza, passando attraverso l’adozione delle misure più forti e opportune, purché deliberate dalla comunità di Stati che lottano per quella sicurezza internazionale, oggi così duramente messa a repentaglio. San Marino, 7 aprile 2015/1714 d.F.R.  2015-04-26itNome responsabileReferenzaKeywordsSegreteria di Stato per gli Affari EsteriDiscorsi pronunciati in occasione della Cerimonia di Insediamento degli Ecc.mi Capitani Reggenti Andrea Belluzzi I e Roberto Venturini Ihttp://www.esteri.sm/on-line/home/news/articolo1007885.html - Discorso degli Ecc.mi Capitani Reggenti Andrea Belluzzi I e Roberto Venturini I - Discorso del Nunzio Apostolico Mons. Adriano Bernardini - Presentazione del Segretario di Stato per gli Affari Esteri Pasquale Valentini dell'Oratore Ufficiale Giuseppe Sala - Discorso dell'Oratore Ufficiale Giuseppe Sala   2015-04-26itNome responsabileReferenzaKeywordsSegreteria di Stato per gli Affari EsteriGiuseppe Sala Oratore Ufficiale alla cerimonia del 1° aprilehttp://www.esteri.sm/on-line/home/news/articolo1007884.html Sarà Giuseppe Sala - Commissario Unico delegato del Governo Italiano per Expo 2015 - a tenere l’Orazione Ufficiale per la cerimonia di Investitura della coppia reggenziale Andrea Belluzzi I e Roberto Venturini I. Giungerà a San Marino nel tardo pomeriggio di oggi, quando incontrerà le Istituzioni e sarà insignito dell’onorificenza di Cavaliere di Gran Croce dell’Ordine equestre di Sant’ Agata prima di assolvere, nella giornata di domani, all’Alto incarico.Il dottor Sala è stato chiamato a celebrare l’avvicendamento alla più alta Carica dello Stato sammarinese a un mese esatto dall’apertura dell’Esposizione Universale di Milano, alla quale anche San Marino prenderà parte, insieme ad altri 140 Paesi. La presenza dell’Ospite a San Marino si colloca dunque nell’ambito di una collaborazione già avviata e relativa alla grande manifestazione che prenderà ufficialmente avvio il prossimo 1° maggio. Giuseppe Sala vanta un prestigioso curriculum che spazia nelle aree del controllo di gestione, della pianificazione strategica, della valutazione degli investimenti e della gestione di nuove iniziative di business. Laureato alla Bocconi nel 1983, entra subito in Pirelli, dove si occupa di pianificazione strategica e gestione degli investimenti. La carriera procede e Sala viene nominato Direttore Controllo di Gestione e Pianificazione Strategica del Settore Pneumatici di Pirelli, incarico che riveste dal 1994 al 1998, quando diventa amministratore delegato di Pirelli. Nel 2002 passa a un altro colosso, ma di diversa natura: la Tim. Il suo ruolo iniziale è di Chief Financial Officer, ma solo un anno dopo diventa Direttore Generale di Telecom Italia, ruolo che riveste fino al giugno 2006, quando fonda Medhelan Management & Finance insieme ad altri tre partner. Diventa presidente della neonata società di consulenza e nello stesso periodo è anche senior advisor della banca d’investimenti giapponese Nomura Bank.Nel gennaio 2009 l’allora sindaco Letizia Moratti lo nomina Direttore Generale del Comune di Milano. Un anno e mezzo dopo inizia l’avventura Expo, ricoprendo l’incarico di Amministratore Delegato di Expo 2015 S.p.A. A maggio 2013 assume la carica di Commissario Unico delegato del Governo Italiano per Expo Milano 2015. San Marino, 31 marzo 2015/1714 d.F.R.  2015-04-26itNome responsabileReferenzaKeywordsSegreteria di Stato per gli Affari Esteri