Segreteria di Stato per gli Affari Esteri - Repubblica di San Marinohttp://www.esteri.sm/on-line/rss.jsp?instance=2&channel=1000002&idArticleLevel=1000010&size=10&idXsl=3&node=1000042Notizie e comunicati della Segreteria di Stato per gli Affari EsteriValentini con la Reggenza in visita ufficiale in Albaniahttp://www.esteri.sm/on-line/home/news/articolo1010145.html Gli Ecc.mi Capitani Reggenti, Gian Nicola Berti e Massimo Andrea Ugolini, si recheranno domani in visita ufficiale a Tirana, su invito del Presidente della Repubblica di Albania. Risale a un ventennio fa l’ultimo incontro ufficiale fra le più alte cariche dei due Stati, con la visita a San Marino, nel dicembre 1997, dell’allora Presidente d’Albania, Rexhep Meidani. Ad accogliere la delegazione sammarinese ci saranno l’Ambasciatore e il Console Generale di San Marino in Albania e il Segretario generale della Presidenza di Albania. Nel corso della visita la Reggenza, accompagnata dal Segretario di Stato per gli Affari Esteri, incontrerà le più alte cariche dello Stato - il Presidente della Repubblica, del Parlamento e il Sindaco della Capitale - proprio nei giorni in cui ricorre il 40° anniversario dall’allacciamento delle relazioni diplomatiche fra i due Stati, a ulteriore testimonianza delle ottime relazioni che da sempre intercorrono fra i due Paesi europei. I Capi di Stato avranno anche modo di intrattenersi a colloquio con Xhezair Zaganjori, Presidente della Corte Suprema di Albania. Nel maggio 2015 Zaganjori era stato ricevuto dai Segretari di Stato agli Affari Esteri e alla Giustizia e dal Giudice del Tribunale Unico. La visita in Repubblica era stata occasione privilegiata per approfondire la conoscenza dei rispettivi ordinamenti giudiziari e per confrontarsi sulla necessità di sottoscrivere specifici accordi nei settori della giustizia e della cooperazione di polizia per la lotta alla criminalità organizzata transnazionale. Il rientro della Reggenza a San Marino è previsto per la giornata di sabato, 25 giugno. San Marino, 22 giugno 2016/1715 d.f.R.   2016-06-26itNome responsabileReferenzaKeywordsSegreteria di Stato per gli Affari EsteriSan Marino al Comitato di Lanzarote a favore dei bambinihttp://www.esteri.sm/on-line/home/news/articolo1010144.html Si è tenuta la settimana scorsa, a Strasburgo, la riunione del Comitato del Consiglio d’Europa per la protezione dei bambini contro lo sfruttamento e gli abusi sessuali (il cosiddetto Comitato di Lanzarote). A rappresentare la Repubblica di San Marino il funzionario del Dipartimento Affari Esteri Sylvie Bollini, membro eletto del Bureau. In tale occasione il Comitato ha deciso di avviare una procedura di monitoraggio specifica nei 41 Paesi membri della Convenzione per ottenere dati sul numero di minori migranti e richiedenti asilo presenti nei loro territori, sulle vittime di sfruttamento o di abusi sessuali, nonché per conoscere le misure di prevenzione adottate per evitare abusi sui bambini e per sostenere le vittime accertate. Il lancio di questo monitoraggio fa seguito alla missione ricognitiva condotta in Grecia e nella Ex Repubblica Jugoslava di Macedonia dal Rappresentante speciale del Segretario Generale sulle migrazioni e i rifugiati, Tomáš Boček. Questi ha riferito episodi di sfruttamento sessuale di minori rifugiati e migranti e ha ammonito che l’inasprimento delle procedure previste per l’ingresso e la chiusura delle frontiere possono esporre i bambini a maggiori rischi di violenze e di sfruttamento. Il Comitato della Convenzione di Lanzarote prevede di pubblicare le sue conclusioni e le raccomandazioni rivolte agli Stati membri entro la fine di novembre. In occasione della Giornata Mondiale del rifugiato celebrata ieri, il Segretario Generale ha chiesto rinnovati sforzi per tutelare i minori migranti dagli abusi sessuali. “Si stima che l’anno scorso - ha dichiarato in un comunicato - siano giunti da soli in Europa circa 300.000 minori migranti e richiedenti asilo, molti dei quali non accompagnati. I bambini rifugiati corrono seri rischi di sfruttamento e abusi sessuali e sono esposti a pericoli molto reali di passare dalle mani dei cosiddetti “passatori” a quelle dei trafficanti di esseri umani, aggravando i traumi che molti di loro hanno già subito”. I membri del Comitato hanno inoltre adottato una Dichiarazione in cui hanno espresso preoccupazione per la registrazione di indirizzi di siti web che pubblicizzano o promuovono apertamente materiale pedopornografico, esortando gli Stati a intervenire per bloccarli. San Marino, 21 giugno 2016/1715 d.f.R. 2016-06-26itNome responsabileReferenzaKeywordsSegreteria di Stato per gli Affari EsteriSan Marino pronto a ospitare una famiglia di profughi sirianihttp://www.esteri.sm/on-line/home/news/articolo1010133.html Arriverà domani, a San Marino, una famiglia di profughi proveniente dalla Siria, rientrante nel progetto dei corridoi umanitari attivati dalla Comunità di Sant’Egidio, con la quale la Repubblica intrattiene ottimi rapporti. Ad accoglierli all’aeroporto di Fiumicino saranno i responsabili della stessa Comunità, l’Ambasciatore di San Marino in Italia e membri della Caritas, che collaboreranno per tutti gli adempimenti di prima accoglienza. Ad annunciarlo, ieri, ai colleghi di Governo è stato il Segretario di Stato agli Affari Esteri, che ha espresso altresì la propria personale soddisfazione per l’attuazione di questo significativo intervento in ambito umanitario, che segue altre forme di accoglienza già in atto. Valentini ha ripercorso le tappe che hanno condotto a questo importante traguardo: dal settembre 2015, con l’approvazione dell’OdG in Consiglio Grande e Generale sulle linee di intervento per offrire un sostegno concreto ai profughi in fuga, al coordinamento a livello governativo per l’individuazione di un sostegno economico da concedere attraverso le Organizzazioni umanitarie maggiormente attive nelle aree coinvolte e la realizzazione di forme di accoglienza. Numerosi sono stati in questi mesi gli incontri con i rappresentanti della Diocesi e della Caritas, nonché con le numerose associazioni di volontariato attive in ambito umanitario, allo scopo di valutare insieme forme di intervento sostenibili e percorribili. La famiglia siriana, composta da padre, madre e tre figli minorenni, all’arrivo a San Marino sarà   presa in carico dalla Parrocchia di Borgo Maggiore, che la ospiterà presso una delle proprie strutture, in stretta collaborazione con la Caritas. Il Congresso di Stato ha espresso compiacimento per l’iniziativa e ha stabilito di accordare il permesso di soggiorno per motivi umanitari. San Marino, 15 giugno 2016/1715 d.f.R. 2016-06-26itNome responsabileReferenzaKeywordsSegreteria di Stato per gli Affari EsteriSan Marino alla riunione del WPF nella giornata di Papa Francescohttp://www.esteri.sm/on-line/home/news/articolo1010134.html Il Santo Padre è intervenuto questa mattina all'apertura dei lavori della sessione annuale del World Food Program, alla quale era presente anche la Rappresentanza Permanente di San Marino. Il Santo Padre ha parlato di come la fame e la miseria siano diventate, in questa società consumistica, di sconcertante normalità, arrivando a una sorta di “normalizzazione della miseria”. La miseria ha invece un volto: il volto di bambini, di famiglie, di anziani, non trattandosi sterilmente di un numero o di una statistica, come invece risulta oggi attraverso la proliferazione di dati. Papa Francesco ha usato termini certamente forti e originali nella definizione dei fenomeni più pesanti che attanagliano il mondo e, nel suo stile così diretto ed efficace, ha suggerito una “deburocratizzazione” della miseria e della fame. Ha altresì ricordato la propria presenza alla FAO in occasione della Conferenza della nutrizione IcN2 dello scorso mese di novembre e richiamato due fenomeni globali contrapposti e sempre più stridenti, quali la fame e l’obesità. Il Pontefice ha sottolineato come la miseria e gli scarti alimentari, la non equa distribuzione delle risorse, l'egoismo e la logica commerciale, siano fattori che generano le diseguaglianze sociali. Si è soffermato sullo sfruttamento della terra, sulla ineguale distribuzione delle risorse, sul forte impatto nel pianeta dei cambiamenti climatici, denunciando la necessità che si rinnovi una maggior responsabilità da parte di tutti. Il Papa ha elogiato il lavoro del WFP nel suo forte impegno umanitario, oggi sempre più diffuso nelle varie aree del pianeta, e ha invitato i Paesi Membri a sostenere l’azione dell’importante Organismo multilaterale, nell’assunto convinto che "l'unità sia l'unica arma". Ed è proprio sull’uso delle armi che il Santo Padre ha inteso infine soffermarsi, sottolineando come conflitti e guerre spesso generati da miseria e da povertà debbano oggi trovare urgentemente soluzioni di pace nel raggiungimento, tra l’altro, anche dell’obiettivo del millennio relativo a un mondo a fame zero. San Marino, 13 giugno 2016/1715 d.f.R.   2016-06-26itNome responsabileReferenzaKeywordsSegreteria di Stato per gli Affari EsteriPresentazione Lettere Credenziali nuovi Ambasciatori accreditatihttp://www.esteri.sm/on-line/home/news/articolo1010088.html Si è svolta questa mattina, a Palazzo Pubblico, la Cerimonia di presentazione agli Ecc.mi Capitani Reggenti, Gian Nicola Berti e Massimo Andrea Ugolini, dei nuovi Ambasciatori accreditati presso la Repubblica di San Marino. Introdotti dal Segretario di Stato per gli Affari Esteri, Pasquale Valentini, hanno presentato le loro Lettere Credenziali alla Reggenza otto nuovi Diplomatici: S.E. Aydin Adnan Sezgin, Ambasciatore della Repubblica di Turchia; S.E. Sager Nasser Ahmed Abdullah Al Raisi, Ambasciatore degli Emirati Arabi Uniti; S.E. Juan José Guerra Abud, Ambasciatore del Messico; S.E. Daya Srikantha John Pelpola, Ambasciatore della Repubblica Democratica Socialista dello Sri Lanka; S.E. Ahmad Bamarni, Ambasciatore della Repubblica dell’Iraq; S.E. Gastón Lasarte, Ambasciatore dell’Uruguay; S.E. Abdul Samad Othman, Ambasciatore di Malaysia; S.E. Anil Wadhwa, Ambasciatore d’India. Come è consuetudine, nella giornata che precede la solenne Cerimonia istituzionale, i neo Ambasciatori incontrano il Responsabile della Politica Estera e i funzionari del Dipartimento Affari Esteri per un colloquio sulle questioni bilaterali che necessitano di essere definite o perfezionate. Per molti di loro, l'occasione di questo primo contatto con la Repubblica del Titano ha consentito di avanzare proposte o richieste in ambiti specifici, soprattutto mirate a sviluppare e consolidare la conoscenza fra i rispettivi Paesi di accredito e San Marino. San Marino, 10 giugno 2016/1715 d.f.R. 2016-06-26itNome responsabileReferenzaKeywordsSegreteria di Stato per gli Affari EsteriIl Segretario di Stato Valentini ricevuto dal Ministro degli Esteri Gentilonihttp://www.esteri.sm/on-line/home/news/articolo1010044.html Riconfermate le eccellenti relazioni bilaterali e l'ottima collaborazione esistente tra le Amministrazioni tecniche dei due Stati. Al centro dei colloqui anche progetti concreti per il rilancio della cooperazione nei più svariati ambiti 2016-06-26itNome responsabileReferenzaKeywordsSegreteria di Stato per gli Affari EsteriSan Marino alla Conferenza mondiale contro le punizioni corporali ai minorihttp://www.esteri.sm/on-line/home/news/articolo1010029.html Si è conclusa ieri a Vienna la II Conferenza mondiale ad alto livello dal titolo "Verso una infanzia libera dalle punizioni corporali". L’evento, organizzato dal Ministero Federale per la famiglia e la gioventù austriaco sotto l'egida del Presidente austriaco, Heinz Fischer, ha visto la partecipazione dell'Ambasciatore Elena Molaroni in rappresentanza di San Marino. La Conferenza è stata aperta da S.M. la Regina Silvia di Svezia e dal Ministro federale austriaco per la famiglia e la gioventù, Sophie Karmasin. Numerosi i Ministri, provenienti da tutto il mondo, gli esperti del settore e le personalità che vi hanno preso parte, fra cui la Presidente di Malta, la Rappresentante Speciale del Segretario Generale ONU per la violenza contro i bambini e l'Esperto indipendente che ha condotto lo studio del Segretario Generale ONU sulla violenza contro i bambini, il Direttore dell'Agenzia UE per i diritti fondamentali, il Vice Segretario Generale del Consiglio d'Europa. La discussione è avvenuta in plenaria e in cinque tavole rotonde; ha affrontato gli ostacoli che si frappongono alla completa proibizione delle punizioni corporali nei confronti dei bambini, gli effetti negativi che queste hanno sulla psiche e sul fisico dei minori, ma anche le ragioni per cui, ad oggi, solamente 49 dei 196 Stati Membri delle Nazioni Unite hanno abolito tali mezzi correttivi. Durante la Conferenza sono stati consegnati ai bambini vincitori i premi del concorso internazionale di video/cartoni animati "Stare bene - stare male. In chiusura l’assemblea ha adottato all’unanimità un’apposita risoluzione, che impegna gli Stati ad attivarsi individualmente e a collaborare in maniera sinergica sul piano internazionale, ponendo al centro delle proprie politiche esclusivamente l’interesse e i bisogni del bambino. San Marino, 3 giugno 2016/1715 d.f.R. 2016-06-26itNome responsabileReferenzaKeywordsSegreteria di Stato per gli Affari EsteriSan Marino cerca artisti per la Mostra "100 Presepi"http://www.esteri.sm/on-line/home/news/articolo1010026.html La Segreteria di Stato agli Affari Esteri informa tutti gli interessati della possibilità di partecipare con una propria opera all’esposizione “100 Presepi”. La mostra avrà luogo a Roma, nelle Sale del Bramante di Piazza del Popolo, nel periodo 24 novembre 2016-8 gennaio 2017; come nelle passate edizioni, ospiterà opere provenienti da un centinaio di Paesi, a testimonianza della cultura, delle tradizioni e del folklore dei territori da cui esse provengono. L’esposizione, giunta quest’anno alla sua 41° edizione, ha acquisito nel corso del tempo una rilevante valenza culturale, tanto che nel 1999/2000 e nel 2015/2016 è stata inserita come “manifestazione ufficiale dell’Anno Santo”, con la concessione dell’utilizzo del logo giubilare. E’ divenuta inoltre un importante veicolo promozionale per i Paesi che vi prendono parte: gli artigiani hanno infatti la possibilità di promuovere le loro opere in tutto il mondo anche grazie al sito www.presepi.it e ai social network dedicati. Nelle diverse edizioni San Marino è stato rappresentato da artisti, creativi, amanti del bricolage, che hanno esposto manufatti di artigianato presepiale costruiti con i materiali più disparati e che nella struttura e nei colori ricordano il legame con la terra sammarinese. La mostra è organizzata dalla “Rivista delle Nazioni”, gode dell’Alto Patronato del Presidente della Repubblica Italiana e dei Patrocini della Presidenza del Consiglio dei Ministri, del Senato della Camera dei Deputati, della Conferenza Episcopale Italiana, del Pontificio Consiglio della Cultura, del Ministero per i Beni e le Attività Culturali, del Ministero dell’Interno, della Regione Lazio e di Roma Capitale. Coloro che sono interessati ad esporre una o più opere alla prossima edizione della mostra possono contattare il Dipartimento Affari Esteri (0549 88 22 25) entro il 20 giugno 2016 . San Marino, 3 giugno 2016/1715 d.f.R. 2016-06-26itNome responsabileReferenzaKeywordsSegreteria di Stato per gli Affari EsteriSan Marino ai lavori del 154° Consiglio della FAOhttp://www.esteri.sm/on-line/home/news/articolo1010010.html E’ in corso in questi giorni a Roma la 154° sessione del Consiglio dell’Organizzazione delle Nazioni Unite per l’Alimentazione e l’Agricoltura (FAO), alla quale partecipa di diritto anche la delegazione della Rappresentanza permanente sammarinese. San Marino è infatti stato eletto nel Consiglio della FAO nel 2015, con mandato a termine nel 2017, quando la Repubblica lascerà il posto all’Estonia, prossimo Presidente di turno dell'Unione Europea. Il Consiglio, organo esecutivo dell'organizzazione, durante questa settimana è chiamato a deliberare sulle linee guida in tema di semplificazione delle procedure, sull'importante processo di decentralizzazione in corso e soprattutto sui nuovi obiettivi strategici dell'Organizzazione, che riflettono i 17 obiettivi dell’Agenda 2030 sullo Sviluppo Sostenibile, adottata dalle Nazioni Unite lo scorso settembre. In particolare, molta attenzione sarà posta sull’obiettivo 2: ”eliminare la fame, conseguire la sicurezza alimentare, migliorare la nutrizione e promuovere l’agricoltura sostenibile”, che chiama in campo proprio la FAO e tutte le sue principali aree di intervento. Si lavora quindi con una FAO rinnovata e sempre più efficiente, in grado di assistere i Paesi membri a implementare l’Agenda 2030 e di monitorare i risultati raggiunti attraverso la realizzazione di indicatori comuni. Inoltre, le recenti dichiarazioni di Parigi sui cambiamenti climatici - per le quali la FAO ha svolto un ruolo fondamentale nel dimostrare come l'agricoltura  abbia un ruolo determinante nel mitigare gli effetti dei cambiamenti climatici - nonché la preparazione di COP22 e la Conferenza di Istanbul sulle emergenze umanitarie, hanno evidenziato l'importanza del ruolo dell'agricoltura nel mitigare il fenomeno delle migrazione. Oggi i cambiamenti climatici, la sicurezza alimentare, l’emigrazione, la povertà e l’agricoltura sono sempre più intercorrelati. Ciò è emerso anche in occasione dell'evento parallelo organizzato nella giornata di lunedì da Santa Sede, Iran e Caritas Internazionale sul tema: “Fame e scarti alimentari; due facce della stessa medaglia”. Nel riprendere l’Enciclica Laudato Si’ del Pontefice, i partecipanti hanno ribadito che nel citare 800 milioni di persone che soffrono la fame non si parla di numeri,  ma di esseri viventi, e della assoluta necessita di invertire la  tendenza dalla logica del mercato verso una più equa e giusta distribuzione delle risorse. I lavori del Consiglio dell’Agenzia specializzata delle Nazioni Unite termineranno domani. San Marino, 2 giugno 2016/1715 d.f.R. 2016-06-26itNome responsabileReferenzaKeywordsSegreteria di Stato per gli Affari EsteriConcerto "Armonie d'Israele"http://www.esteri.sm/on-line/home/news/articolo1010011.html Nell’ambito delle celebrazioni per il 68° anniversario dell’Indipendenza dello Stato di Israele, mercoledì 8 giugno, alle ore 18.30, presso il centro Congressi Kursaal (Sala Titano), si terrà il concerto “Armonie d’Israele”. L’evento, che annualmente si ripete con successo in Repubblica, vede collaborare l’Ambasciata d’Israele presso San Marino e la Segreteria di Stato agli Affari Esteri, con l’attiva partecipazione dell'Associazione Musicale "Camerata del Titano". Ad esibirsi saranno quest’anno tre musicisti - Gal, Yanush e Daniel - provenienti dalla Jerusalem Music Academy, che dal 2013 hanno deciso di suonare insieme. Ciascuno di loro ha messo in condivisione il proprio vissuto musicale dando vita a un risultato unico quale il “Di Gasn Trio”, composto da clarinetto, fisarmonica e contrabbasso. Il trio sarà accompagnato da Reut Ventorero, mezzosoprano di caratura internazionale specializzato in musica antica. Diplomatasi all’Accademia di danza e musica di Gerusalemme e al Conservatorio Reale dell’Aia, la giovane cantante è stata pluripremiata dai più importanti istituti culturali e vincitrice del premio di eccellenza della Fondazione Buchman-Heiman. L’ingresso al concerto è libero fino ad esaurimento dei posti, con prenotazione obbligatoria (tel. 06.36.19.85.11 oppure ricevimentodisraele@gmail.com ) San Marino, 31 maggio 2016/1715 d.f.R. 2016-06-26itNome responsabileReferenzaKeywordsSegreteria di Stato per gli Affari Esteri