Segreteria di Stato per gli Affari Esteri - Repubblica di San Marinohttp://www.esteri.sm/on-line/rss.jsp?instance=2&channel=1000002&idArticleLevel=1000010&size=10&idXsl=3&node=1000042Notizie e comunicati della Segreteria di Stato per gli Affari EsteriValentini ha incontrato il Ministro della Cooperazione Africana del Malihttp://www.esteri.sm/on-line/home/news/articolo1006591.html Il Segretario di Stato agli Affari Esteri, Pasquale Valentini, ha incontrato oggi, a Palazzo Begni, il Ministro della Cooperazione Africana e dei Maliani all’estero, S.E. Abdramane Sylla, per la prima volta in visita a San Marino.Nel corso del colloquio il Ministro maliano ha ripercorso la difficile storia del suo Paese, segnata prima da un regime militare ultraventennale e, in anni più recenti, di riflesso alla crisi in Libia e agli scontri ad Algeri, da un’occupazione della zona settentrionale del Paese da parte di gruppi terroristici. Grazie all’intervento della Comunità internazionale – ha riferito il Ministro - la situazione interna oggi è nettamente migliorata: la ribellione è stata sedata, la crisi istituzionale è superata e la Repubblica dell’Africa occidentale è pronta dunque ad aprirsi agli altri Stati e ad allacciare nuove relazioni bilaterali. S.E. Abdramane Sylla si è reso disponibile a favorire lo stabilimento delle relazioni diplomatiche fra i due Paesi ed ha più volte espresso gratitudine al Governo sammarinese per essere intervenuto con aiuti umanitari in un momento del più recente passato particolarmente complesso per il popolo maliano. Lo stabilimento delle relazioni bilaterali rappresenterà dunque il primo passo per lo sviluppo di un’ampia collaborazione in numerosi settori di comune interesse, fra i quali l’economico-commerciale, il sociale e il culturale. Lo Stato africano dispone di numerose risorse del sottosuolo e di importanti coltivazioni di cotone che, al fianco della volontà di attrarre investimenti diversificati, saranno alla base della futura e auspicata cooperazione. Un Paese, dunque, il Mali – ha detto il Segretario Valentini – che “ci sta particolarmente a cuore per lo sforzo realizzato nell’ultimo periodo di trovare condizioni di equilibrio e di pace al proprio interno, che possano consentire a tutto il Popolo di convivere nel pieno rispetto delle diverse etnie e di relazionarsi nel più ampio contesto internazionale”. A tal riguardo – ha proseguito Valentini – “la Repubblica di San Marino proseguirà nel proprio sostegno, anche all’interno degli organismi multilaterali, verso quei paesi, tra i quali il Mali, che confidano su un progressivo riconoscimento internazionale e su forme di solidarietà internazionale che accompagnino il loro percorso di sviluppo”. San Marino, 25 luglio 2014/1713 d.F.R.  2014-08-01itNome responsabileReferenzaKeywordsSegreteria di Stato per gli Affari EsteriIl Segretario Valentini a colloquio con l'Ambasciatore palestinesehttp://www.esteri.sm/on-line/home/news/articolo1006577.html Il Segretario di Stato agli Affari Esteri, Pasquale Valentini, ha incontrato oggi, a Palazzo Begni, l’Ambasciatore di Palestina in Italia, S.E. Mai Alkaila.Si è trattato di un confronto aperto e sincero sull’attualità, con particolare enfasi sulla situazione di persistente belligeranza fra i popoli israeliano e palestinese: un conflitto che oggi è arrivato al suo 16° giorno, al quale non si vuole porre fine, e una mancata tregua umanitaria che, di ora in ora, fa salire il numero delle vittime e allontanare le prospettive di pace. L’Ambasciatore Alkaila ha riferito sull’urgente necessità di un’interruzione dei combattimenti e ha richiesto ufficialmente che San Marino aggiunga la propria voce a quella degli altri paesi perché si arrivi presto a una cessazione del conflitto. Valentini ha informato sulle azioni già intraprese dal Paese in questa direzione. Due settimane fa il Governo ha indirizzato alle Rappresentanze israeliana e palestinese un messaggio di forte preoccupazione con l’invito alle Autorità a lavorare insieme al tavolo negoziale per rimuovere gli ostacoli che impediscono una pacifica convivenza fra i due Popoli. Lo stesso Parlamento sammarinese, la settimana scorsa, ha votato un O.d.G. con richiesta al Governo di attivare i canali diplomatici per chiedere il cessate il fuoco e si è impegnato ad inviare una lettera ai presidenti degli organi legislativi di Israele e Palestina. Nel congedarsi da Valentini, l’Ambasciatore ha auspicato un’intensificazione delle relazioni con San Marino, anche attraverso il suo accredito diplomatico, così come attraverso un prossimo riconoscimento dello Stato di Palestina. Un desiderio al quale il Segretario di Stato agli Affari Esteri ha assicurato la massima attenzione e un futuro confronto in seno al Governo e al Parlamento. San Marino, 23 luglio 2014/1713 d.F.R.   2014-08-01itNome responsabileReferenzaKeywordsSegreteria di Stato per gli Affari EsteriViaggi turistici in Marocco senza più bisogno del vistohttp://www.esteri.sm/on-line/home/news/articolo1006546.html La Segreteria di Stato agli Affari Esteri comunica che l’Accordo tra la Repubblica di San Marino e il Regno del Marocco relativo all’abolizione del visto turistico d’ingresso è diventato operativo. Di conseguenza, i cittadini sammarinesi che per motivi turistici intendano recarsi in Marocco per un periodo di tempo non superiore ai 90 giorni non dovranno più premunirsi di visto d’ingresso. Tuttavia, per questi primi mesi si consiglia di richiedere preventivamente agli Uffici del Dipartimento Affari Esteri copia della documentazione che attesta l’entrata in vigore dell’Accordo stesso, da esibire, se necessario, al momento dell’entrata nel Paese. San Marino, 17 luglio 2014/1713 d.F.R.   2014-08-01itNome responsabileReferenzaKeywordsSegreteria di Stato per gli Affari EsteriNuovi incontri per la preparazione del negoziato con l'UEhttp://www.esteri.sm/on-line/home/news/articolo1006529.html Proseguono gli incontri tecnici di preparazione al negoziato per l’Accordo di Associazione con l’Unione Europea. Domani, 15 luglio, è in programma a Palazzo Begni il quarto appuntamento.Coordinato dal prof. Roberto Baratta, consulente per San Marino, unitamente ai funzionari del settore europeo del Dipartimento Affari Esteri, l’incontro sarà principalmente incentrato sulla libera circolazione delle merci e aperto al contributo degli esperti del Gruppo Tecnico della Pubblica Amministrazione. Per il giorno successivo, inoltre, nella mattinata, presso il Teatro Titano, è in programma un seminario di formazione sulle questioni legate all’integrazione europea. A relazionare sarà il prof. Baratta, che approfondirà le prospettive offerte dall’Accordo di Associazione con l’Unione Europea. L’incontro è aperto ai funzionari della PA, ai rappresentanti delle categorie economiche e sociali e a tutti i soggetti coinvolti nel Tavolo per lo Sviluppo. San Marino, 14 luglio 2014/1713 d.F.R.  2014-08-01itNome responsabileReferenzaKeywordsSegreteria di Stato per gli Affari EsteriSan Marino Partner istituzionale dell'edizione 2014 del "Meeting per l'Amicizia fra i Popoli"http://www.esteri.sm/on-line/home/news/articolo1006521.html La Repubblica di San Marino sarà presente, in qualità di Partner istituzionale, all’edizione 2014 del “Meeting per l’Amicizia fra i Popoli”, che si svolgerà a Rimini dal 24 al 30 agosto prossimi. A patrocinare la partecipazione sammarinese all’importante manifestazione sarà quest’anno l’intero Esecutivo sammarinese, attraverso le proprie Segreterie di Stato e i competenti Uffici ed Enti. San Marino allestirà un proprio stand istituzionale, al quale conferirà una connotazione pertinente al tema dell’evento. Sarà dunque ancora una volta un’interessante occasione per presentare le differenti realtà sammarinesi sotto il profilo politico-istituzionale, turistico, commerciale, economico, culturale e sportivo. Il Meeting sarà altresì un’opportunità per confermare e consolidare la presenza sammarinese nel variegato programma di convegni e appuntamenti a livello internazionale, con particolare riferimento alla prossima partecipazione all’Esposizione Universale di Milano 2015. San Marino, 12 luglio 2014/1713 d.F.R.   2014-08-01itNome responsabileReferenzaKeywordsSegreteria di Stato per gli Affari EsteriPreoccupazione per le tensioni fra israeliani e palestinesihttp://www.esteri.sm/on-line/home/news/articolo1006519.html In data odierna il Segretario di Stato agli Affari Esteri, Pasquale Valentini, ha indirizzato alla Rappresentanza israeliana e a quella palestinese un messaggio del seguente tenore: “A nome del Governo della Repubblica di San Marino e mio personale, esprimo forte preoccupazione per i recenti avvenimenti che hanno coinvolto Israele e la Palestina e che sembrano destinati ad aumentare d’intensità. Le gravi violenze commesse nei confronti della popolazione civile e l’innalzarsi della tensione in tutta l’area medio-orientale rischiano di compromettere gravemente i passi già compiuti dalla Comunità internazionale sulla via del dialogo, allontanando sempre più le prospettive di pace.San Marino, conformemente a quanto espresso a più riprese in tutte le sedi internazionali, si rivolge alle Autorità israeliane e palestinesi, affinché le parti accettino di sedersi al tavolo negoziale e lavorino insieme per rimuovere gli ostacoli che impediscono una pacifica convivenza fra i due Popoli”. San Marino, 10 luglio 2014/1713 d.F.R.   2014-08-01itNome responsabileReferenzaKeywordsSegreteria di Stato per gli Affari EsteriValentini al Segmento di Alto Livello dell'ECOSOChttp://www.esteri.sm/on-line/home/news/articolo1006526.html Il Segretario di Stato per gli Affari Esteri, Pasquale Valentini, ha partecipato oggi, a New York, al Segmento di Alto Livello del Consiglio Economico e Sociale delle Nazioni Unite (ECOSOC), che quest’anno comprendeva sia la Riunione di riesame annuale del Consiglio, sia la Riunione ministeriale del Forum Politico di Alto Livello.A prendervi parte numerosi Ministri responsabili della politica estera, economica, ambientale e sociale dei 54 Paesi membri dell’ECOSOC e rappresentanti della società civile. In qualità di Stato membro per il triennio 2013/2015, anche San Marino ha partecipato ai lavori, offrendo il proprio contributo e sostenendo le priorità del Consiglio. Il Segretario Valentini è intervenuto nel corso del dibattito generale congiunto, che si è svolto sul tema: Confrontarsi sulle attuali ed emergenti sfide per conseguire gli Obiettivi di Sviluppo del Millennio nel 2015 e per sostenere lo sviluppo in futuro.Nel suo intervento, il Segretario di Stato Valentini ha definito gli Obiettivi del Millennio “uno stimolo straordinario per un’azione reale e collettiva verso il superamento delle più gravi emergenze mondiali”, per i quali tutti i Paesi hanno lavorato insieme, in maniera corale e costruttiva. Ciononostante le difficoltà permangono, dovute soprattutto al mancato raggiungimento degli obiettivi nella loro totalità. Inoltre, anche i progressi registrati sono stati diseguali, sia fra Paesi che all’interno degli stessi; disuguaglianze ulteriormente aggravate dalla crisi economica degli anni recenti.Il Responsabile della politica estera sammarinese ha poi parlato di globalizzazione economica associandola alla crescita di questo divario, come fenomeno che deve essere gestito: in un mondo sempre più interconnesso, solamente attraverso il dialogo fra culture e religioni – ha detto – la povertà e le forme di discriminazione possono essere affrontate ed emarginate. “Il riferimento è alla pace e al rispetto dei diritti umani, ad un approccio che integri in modo equilibrato le tre dimensioni dello sviluppo sostenibile: quella sociale, quella economica e quella ambientale”. Così Valentini, nel dibattito per la definizione dei nuovi obiettivi post-2015, che ha aggiunto come il rispetto alla persona e alla sua libertà di espressione siano valori irrinunciabili rispetto ai quali la Comunità internazionale non può derogare: “ogni azione è rivolta allo sviluppo se la sua realizzazione porta con sé la crescita del rispetto dell’essere umano”. Gli interventi futuri, ha concluso Valentini – dovranno caratterizzarsi come frutto di un’azione collettiva, mai impositiva, conforme ai principi della solidarietà e sussidiarietà, allo scopo di appoggiare e sostenere ogni Stato nei sui doveri primari di tutela dei propri cittadini, assicurando loro condizioni di dignità e prosperità. A margine della riunione, il Segretario di Stato Valentini ha incontrato il Segretario Generale delle Nazioni Unite, Ban Ki-moon, per un breve scambio di idee sulla situazione mondiale. In serata, nell’ambito di una cena di lavoro, ha inoltre incontrato, tra gli altri, il nuovo Ambasciatore italiano alle Nazioni Unite, Sebastiano Cardi, l’Osservatore Permanente della Santa Sede alle Nazioni Unite, Arcivescovo Francis Assisi Chullikatt, e l’ex Presidente dell’Assemblea Generale, Nassir Abdul Aziz Al-Nasser, Alto Rappresentante delle Nazioni Unite per l’Alleanza delle Civiltà. San Marino, 7 luglio 2014/1713 d.F.R.   2014-08-01itNome responsabileReferenzaKeywordsSegreteria di Stato per gli Affari EsteriAl via l'incontro ministeriale dell'OMS a San Marinohttp://www.esteri.sm/on-line/home/news/articolo1006485.html Hanno preso avvio questa mattina, presso la sede di Villa Manzoni, i lavori dell’incontro ad alto livello voluto dall’Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS). Una due giorni dalla forte connotazione specialistica, alla presenza dei Ministri della Sanità e dei Rappresentanti governativi di otto piccoli Stati d’Europa, che per la prima volta si sono incontrati per discutere sulla nuova politica europea per la salute in prospettiva 2020. Come ha sottolineato Zsuzsanna Jakab, Direttore OMS per la Regione Europa, l’obiettivo dell’incontro internazionale è quello di creare una piattaforma di lavoro, di raccogliere dati statistici, di condividere strategie e sforzi per migliorare la salute e ridurre al contempo le ineguaglianze. Nel fare questo, i piccoli Paesi sono avvantaggiati proprio per una loro maggiore propensione alla coesione sociale e per il loro particolare impegno nell’ambito delle politiche sanitarie globali. Anche i Membri di Governo sammarinesi presenti in apertura dei lavori hanno evidenziato l’importanza dell’iniziativa, la prima di questo genere in Europa, che sancisce l’inizio di una collaborazione fruttuosa fra “piccoli”. Una sfida per dimostrare anche che i micro Stati possono stare a confronto con i più grandi, mettendo in campo volontà di collaborare e di rafforzare la capacità tecnica di scambiarsi le cosiddette buone pratiche. “Un’alleanza fra i piccoli, che porti rispetto a ogni singolo cittadino, poiché di fronte ad una lecita domanda di salute non possono essere ammesse discriminazioni di alcune genere”, ha detto il Segretario di Stato per gli Affari Esteri, Pasquale Valentini. Le sfide in campo sociale e sanitario che attendono le istituzioni e i loro cittadini – ha ricordato nel suo intervento Francesco Mussoni, Segretario di Stato per la Sanità e Sicurezza Sociale - devono poter essere fronteggiate attraverso strategie comuni e politiche a lungo termine mirate soprattutto alla prevenzione. San Marino, ha detto Mussoni, impiega oltre il 25% delle risorse pubbliche nel sistema socio-sanitario: un investimento importante, che rende conto della qualità della vita sammarinese e anche della longevità dei suoi abitanti. Una longevità e un benessere sociale che vengono assicurati anche dalla messa in atto di adeguate politiche ambientali, delle quali ha riferito il Segretario di Stato per il Territorio, Antonella Mularoni, citando i più recenti strumenti legislativi e le politiche adottate a salvaguardia dell’ambiente. Il Segretario di Stato per le Finanze, Claudio Felici, nel proprio indirizzo di saluto, affrontando il tema dei tagli della spesa pubblica ha ribadito “la necessità di una ristrutturazione della spesa orientata alla crescita della qualità e dei servizi pubblici, quindi anche di quelli sanitari”.Si è dunque richiamato il dovere di un coinvolgimento globale sui temi della salute e del benessere; un coinvolgimento dell’intera comunità, delle sue istituzioni, delle sue istanze sociali e del suo volontariato, che non sia appannaggio esclusivo degli addetti ai lavori, poiché il tema della salute avvolge la vita delle persone, sia nella loro dimensione individuale, sia in quella del loro essere comunità. L’iniziativa ha ricevuto il sostegno dell'Ente Cassa di Faetano - Fondazione Banca di San Marino. San Marino, 3 luglio 2014/1713 d.F.R.   2014-08-01itNome responsabileReferenzaKeywordsSegreteria di Stato per gli Affari EsteriContinuano gli incontri tecnici per il negoziato con l'UEhttp://www.esteri.sm/on-line/home/news/articolo1006520.html Si sono tenuti oggi, a Palazzo Begni, due momenti di approfondimento volti ad illustrare l’attività condotta nell’ambito del processo di maggiore integrazione con l’Unione Europea. Nel primo pomeriggio il Segretario di Stato agli Affari Esteri, Pasquale Valentini, e i funzionari della Direzione degli Affari Europei hanno informato prima i Capigruppo consiliari e a seguire i Rappresentanti del Tavolo di Sviluppo circa l’evoluzione del percorso e il lavoro preliminare ad oggi compiuto in vista dell’avvio del negoziato. Per la metà del mese è già stato programmato un ulteriore incontro informativo/formativo con il Tavolo di Sviluppo, dove concretamente si parlerà delle basi del Mercato europeo, dell’acquis comunitario e delle quattro libertà fondamentali. San Marino, 3 luglio 2014/1713 d.F.R.  2014-08-01itNome responsabileReferenzaKeywordsSegreteria di Stato per gli Affari EsteriFirmato l'Accordo culturale con la Georgiahttp://www.esteri.sm/on-line/home/news/articolo1006522.html E’ stato firmato questa mattina, presso la sede dell’Ambasciata di San Marino a Roma, l’Accordo tra il Governo della Repubblica di San Marino e il Governo della Georgia sulla Cooperazione in campo culturale. A sottoscrivere l’Intesa sono stati l’Ambasciatore sammarinese, Daniela Rotondaro, e l’Ambasciatore georgiano, S.E. Karlo Sikharulidze.L’Accordo favorirà la collaborazione diretta tra le istituzioni della cultura e dell’arte dei due Paesi nell’organizzazione e nella partecipazione a manifestazioni, eventi, mostre d’arte, conferenze. I due Paesi, come previsto dall’articolato, si impegnano inoltre a promuovere contatti e scambi nel campo della letteratura, delle belle arti e della musica, dell’architettura e della cinematografia e a favorire la cooperazione nel campo archeologico e del patrimonio culturale nei rispettivi paesi. La firma odierna conferma gli ottimi rapporti esistenti tra i due Paesi, che fin dal 1996 hanno allacciato relazioni diplomatiche. In questi anni la cooperazione si è incrementata fino a comprendere differenti ambiti di interesse, fra cui quelli economico, turistico e culturale. Recente è la firma dell’Accordo per evitare le doppie imposizioni e prevenire l'evasione fiscale in materia di imposte sul reddito e sul patrimonio (settembre 2012) e la visita ufficiale a San Marino, nel marzo del 2013, del Primo Vice Ministro degli Esteri, David Zalkaliani, che nell’occasione ha siglato l’Accordo di cooperazione nel campo del turismo. Proprio durante quella visita il Primo Vice Ministro georgiano espresse la volontà del suo Governo di intensificare le relazioni con San Marino a livello di maggiore cooperazione culturale, avviando poi le trattative per la firma dell’Accordo sulla Cooperazione Culturale, sottoscritto in data odierna. San Marino, 3 luglio 2014/1713 d.F.R.   2014-08-01itNome responsabileReferenzaKeywordsSegreteria di Stato per gli Affari Esteri