Utente non loggato
it en
Home | Servizi per l'Utenza
Dichiarazioni di equivalenza
Documentazione richiesta per il rilascio di una Dichiarazione di equivalenza

Le Autorità Consolari e Diplomatiche sammarinesi sono tenute a rilasciare, a mente del Decreto Legge n. 49 del 19 marzo 2008 art. 1, comma 2, e del Decreto Delegato n. 117 del 24 luglio 2014, art.2, “Dichiarazioni di equivalenza” di certificazione per soggetti non residenti o non aventi sede nel territorio della Repubblica di San Marino.

 

Restando la possibilità di rivolgersi direttamente all’Autorità Consolare e Diplomatica, il Dipartimento Affari Esteri si presta per facilitare le procedure di rilascio di Dichiarazioni di equivalenza.

 

Nei casi in cui le richieste di Dichiarazioni di equivalenza si riferiscano a certificati penali esteri, la documentazione da fornire è la seguente:

  1. certificato penale per la persona fisica oppure qualora si tratti di persone giuridiche visura camerale o altra certificazione che contenga le informazioni contenute nel certificato di vigenza sammarinese;
  2. nel caso in cui il certificato penale non specifichi anche la residenza del soggetto, certificato di residenza (o altro documento ufficiale attestante la residenza del soggetto);
  3. copia del passaporto.

 

Se il Paese in cui la persona fisica risiede sono gli Stati Uniti d’America, i documenti da presentare sono:

  1. il certificato penale federale rilasciato dal FBI (Criminal Justice Information Service Division (CJIS Division);
  2. una certificazione (resa da uno studio legale) da cui emerge che, a seguito di ricerca tramite il motore di ricerca fornito dalle United States Federal Courts (Pacer), i richiedenti non siano registrati presso le Corti statunitensi quali parte di cause per reati penali per il periodo di registrazione elettronica delle attività delle Corti;
  3. copia del passaporto.

 

I certificati dovranno essere debitamente apostillati o legalizzati e corredati di traduzione asseverata in italiano (se la traduzione è svolta all’estero, dovrà essere anch’essa legalizzata o apostillata).

 

Tutti i documenti, ad eccezione del passaporto, dovranno recare una data di emissione non anteriore ai sei mesi rispetto al giorno in cui verranno presentati presso gli Uffici Pubblici (Dipartimento Affari Esteri e Ufficio Attività Economiche).

 

La documentazione può essere anticipata via mail in formato PDF, scansionata a colori, all’indirizzo del Dipartimento Affari Esteri (dipartimentoaffariesteri@pa.sm).

 

Per il ritiro della Dichiarazione di equivalenza è necessario presentarsi con i certificati in originale.